Traffico, parcheggi e il “blog dellla municipale”

Immagine 1001.jpgTraffico a Catania: questa frase, che al solo leggerla in molti procura attacchi di panico, giorno 27 novembre era in voga nel web catanese. Mentre qui si scriveva un post di lamentele sul traffico infatti, anche al comune di Catania si sono attrezzati con il “blogging” e il capo della polizia municipale De Simone ha stilato un “rapporto sul traffico a Catania“. Sembrano tanto gli appunti di un blogger. Complimenti al comune perchè dimostra di essere al passo con i tempi – mi aspetterei a breve un blog.comune.catania.it – ma mi chiedo solo una cosa: il capo dei vigili urbani non potrebbe attivamente intervenire sul traffico? Di seguito il “rapporto”

Viale  Fleming

resta il divieto di transito  nei due sensi di marcia per tutti i veicoli nel tratto compreso tra Viale Andrea Doria e Via Paolo Bentivoglio per l’esecuzione dei lavori  del costruendo sottopasso Fleming – Circonvallazione.
Rimane invariato il piano di circolazione esistente, di conseguenza il traffico veicolare subirà ancora rallentamenti su Via Etnea, su Via Passo Gravina e sulla Circonvallazione carreggiata  Sud . Pertanto sulle Vie interessate permangono, per tutta la durata dei lavori,   gli appositi servizi della Pol. Mun. per vietare le soste irregolari e  le doppie file.

Vedi dettagli

Corso Martiri della Libertà

nelle Vie  adiacenti  è stato ripristinato il piano originario di circolazione veicolare poiché i lavori  per la realizzazione della Metropolitana si eseguono all’interno della Piazza Giovanni XXIII.
Precisamente si  circola su :

  • Corso Martiri della Libertà  da e  per la Stazione Centrale
  • Viale della Libertà verso la Stazione Centrale

Sono invertiti i sensi di marcia in :

  • Via D’Amico da Via Monsignor Ventimiglia a Viale della Libertà
  • Via D’Amico dal Viale Africa a Viale della Libertà .
  • Via Archimede dal Viale Africa a Viale della Libertà.
  • Via Monsignor  Ventimiglia da Nord verso Sud, direzione Porto
  • Via Luigi Sturzo da Via Monsignor Ventimiglia  a Via  Fischetti

Resta invariato su Corso Sicilia il piano di circolazione  attualmente vigente.
vedi planimetria P.zza Giovanni XXIII

Vie  XXXI  Maggio, Montenero , Curia , Ammiraglio Caracciolo , Ciro Menotti

sono in corso i lavori di scavo per nuova rete gas metano.

Via Giovanna Condorelli , Francesco Laurana, Saglietti ,  Saverio Fiducia e Guglielmo Pepe

sono in esecuzione i lavori di scavo per nuova rete gas-metano.

Via della Marina, del Tritone, Anfuso  ed in V.le Artale Alagona

sono in svolgimento i lavori di scavo per nuova rete gas metano.
Vedi particolari

Si segnala ai conducenti di veicoli e motoveicoli di prestare attenzione al passaggio pedonale posto nel nodo Fleming – Cittadella Universitaria poiché sono stati dismessi temporaneamente, a causa  i lavori , sia il semaforo pedonale che il ponte pedonale in ferro.
Si raccomanda  sempre l’utenza  di far uso del casco , delle cinture di sicurezza di non utilizzare il telefonino quando si è in movimento, di  moderare la velocità e di non far uso di sostanze alcoliche o  stupefacenti quando si guida.

In ambito cittadino appositi servizi sono stati disposti nelle direttrici di marcia in ingresso e uscita dalla città allo scopo di rendere fluida la circolazione verbalizzando le auto in sosta irregolare operando anche con l’ausilio di carri attrezzi e ganasce.

Si invita l’utenza ad un comportamento di guida responsabile e quando possibile utilizzare i mezzi pubblici o la metropolitana per i tratti già coperti.

Si ricorda agli utenti che i lavori in sede stradale si eseguono in conformità a quanto previsto dal Codice della Strada. In genere la larghezza d’ingombro dei lavori si contempla con la larghezza utile della carreggiata spesso definite da esigenze di carattere tecnico e di sicurezza   nonché  da esigenze di viabilità.

Gli Enti e le ditte  interessati ai lavori  si scusano per i disagi  che producono e comunicano che ” Stiamo lavorando per Voi “ con apposito “Cartello di Cortesia”.

Gli aggiornamenti sopra riportati sono resi a cura dell’Ispettore Capo De Simone Salvatore, responsabile del Corpo della Polizia Municipale  per il Servizio Controllo Lavori Stradali e in collaborazione dell’Ufficio del Traffico Urbano.

Traffico, parcheggi e mezzi pubblici

traffico_ct.jpgSiamo al limite del sopportabile: a Catania il traffico è da incubo, i mezzi pubblici non funzionano, i lavori per la nuova metropolitana chissà quando finiranno e nel frattempo il Comune manda in giro gli ausiliari del traffico per fare le multe che i vigili urbani non fanno. Se a questo aggiungiamo i “classici” posteggiatori abusivi il bel quadro è completo. Notizia di ieri, la polizia di stato è andata in giro per Catania a multare i posteggiatori abusivi, trovandone ben 5 nelle zone di via S. Maria la Grande, via Beato Bernardo, via Pola e via Gambino. A ciascuno una multa di soli 709 €. Nel frattempo in molte zone del centro sono stati messi dei “paletti” per far rispettare il divieto di sosta: il risultato spesso è stato che questi sono stati smontati per consentire comuqnue il posteggio, con gravi danni alla circolazione. Gli autisti dal posteggio “selvaggio” raramente vengono multati, al cointrario di chi ritarda pochi minuti nel sostituire il tagliando delle “strisce blu”, disseminate ovunque in città – spesso da un lato ci sono le strisce blu, dall’altro i posteggiatori abusivi, come in piazza Dante, ma mentre le multe a chi non ha il tagliando sostare vengono regolarmente effettuate nessuno si preoccupa di “cacciare” i posteggiatori abusivi. E se per evitare tutti questi inconvenienti da posteggio volessi prendere l’autobus? L’AMT, l’Azienda Municipale Trasporti, è un disastro con 90 milioni di euro di debiti, un parco vetture vecchissimo, – vetture guidate da autisti eroici, visto che guidano in una città perennemente imbottigliata –  e questo ha come conseguenza una delle “medie” di velocità più basse mai sentita: 12 km/h. Praticamente come andare a piedi. Nel frattempo l’amministrazione comunale ha annunciato che il 4 dicembre verrà riaperto il Corso Sicilia, dove sono in corso i lavori per la metropolitana, ma noi cittadini non siamo tenuti a sapere quando la metropolitana sarà funzionante anche in questo tratto.

Giornata del Software Libero – sabato 28

tuxon.jpgSi chiama “Giornata del Software Libero” e sarà Sabato 28 Novembre 2009 a Catania alle 9:30, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Matematica e Informatica (alla Cittadella Universitaria). L’evento, organizzato congiuntamente dalle associazioni culturali “GLUGCT – GNU/Linux User Group Catania“, Freaknet e “Solira – Software Libero Ragusa” (che proporrà l’evento a Ragusa), ha carattere divulgativo e vuole focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’importanza dell’approccio collaborativo alla produzione e alla diffusione della cultura e della conoscenza. Nel corso dei diversi seminari in programma saranno affrontati temi relativi a Software Libero (con particolare riferimento al sistema operativo GNU/Linux), diritti nell’era digitale, importanza dei formati aperti, disponibilita’, accessibilita’ e condivisione della conoscenza (con particolare attenzione ai diritti connessi all’uso e allo scambio di materiale digitale), sistemi collaborativi per la produzione di informazione (Wikipedia & co.), licenze d’uso libere (GNU GPL, Creative Commons etc.). La partecipazione all’evento è naturalmente aperta a tutti!

Goor – la docu-fiction sull’immigrazione

clandestino.jpgGOOR – si presenta la docu-fiction sull’immigrazione, diretta da Alessandro De Filippo, giovedì 26 novembre alle 20, alla multisala Ariston di Catania (via Balduino 17/b), diretta da Alessandro De Filippo, responsabile del laboratorio multimediale di sperimentazione audiovisiva (la.mu.s.a.) della facoltà di Lettere e Filosofia.

Alla presentazione di “Goor”, una riflessione sull’incapacità di raccontare la complessità del fenomeno dell’immigrazione da parte dei media audiovisivi, interverranno, oltre agli interpeti e allo staff tecnico, il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, l’assessore alla Famiglia del Comune di Catania Marco Belluardo, il preside della facoltà di Lettere Enrico Iachello e il viceprefetto del Comune di Catania Rosaria Giuffrè.

La sinossi. Venti immigrati. Una barca alla deriva, a motore spento. Unico suono il rumore del mare. E il respiro degli uomini. Mare, uomini e sole, nient’altro. Non c’è più acqua da bere e Ousmane sta male. Ha i brividi, suda, è freddo. Sta morendo. Bisogna decidere se tenerlo o buttarlo giù. Bisogna decidere se dargli la sua razione d’acqua da bere o lasciarlo spegnere. Era un amico Ousmane. Ma ormai è spacciato e la sua acqua da bere può servire a tutti gli altri.

Bisogna decidere. Questo è il nodo tragico di goor. Da questo viluppo di emozioni, religione, sentimenti, politica, etica, di storia e identità, nasce un tentativo di rappresentazione, il progetto di un film. Un film che però non riesce a raccontare una storia così complicata, un nodo così aggrovigliato e complesso. E si ferma a riflettere, si interrompe e si interroga. Perché ci sono cose che il cinema non sa raccontare. Non ci riesce. Il cinema è un medium riprovisivo, vive di riproduzione e di visione, esprime la realtà attraverso la rappresentazione mimetica, ma non è in grado di raffigurare temi complessi. Ecco perché goor si interrompe, e infrange i sogni degli autori, dei tecnici, degli attori, sugli scogli della complessità. Perché ci sono sempre mille motivi dietro o prima, ci sono premesse e postfazioni, commenti e note a margine.

E il cinema è così bello che non può torcersi o spezzettarsi dietro tante spinte e bisogni particolari. Il cinema vuole essere bello. Allora finge, si imbelletta, oppure obbedisce alla Società dello Spettacolo. Si offre come intrattenimento. L’ha fatto così tante volte che adesso forse non è più in grado di fare altrimenti. E goor vuole essere una riflessione proprio su questa incapacità consapevole, su questa rinuncia colpevole. Autori, tecnici e attori si chiedono: possiamo raccontare la nostra verità? Possiamo essere sinceri? E come?

Intanto siamo fermi in mezzo al Mediterraneo. In mezzo a quest’infinito panico di sole e di acqua salata. Che è stato il centro del mondo, che è stato il centro della cultura umana.

Piccolo Festival dei sapori a Belpasso

etnauva.jpgQuanto bel Sole in questi giorni su Catania e tutta la Sicilia orientale! Il clima ideale per tornare, nei fine settimana, alle salutari escursioni sull’Etna. Una bella “scampagnata”, ma forse ci starebbe bene anche una sagra di prodotti tipici, cosa che a fine novembre di solito non fa più nessun comune. Quasi andando incontro alle belle giornate, la proloco di Belpasso organizza un “piccolo festival dei sapori”, che parte oggi 20 novembre e si chiama “Amuri DiVinu…e Pizzicori”. Di seguito il programma:

20 Venerdi’

ore 19 – Inaugurazione “DivinArte” Rassegna D’Arte a cura della Pro Loco di Belpasso – Piazza Umberto

ore 21 – “I sapori di un tempo” Degustazione di Vini, Legumi, Salsiccia, Formaggi, Pane Condito, Mostarda e Dolci tipici autunnali – Piazza Umberto

21 Sabato

ore 8 – “A spasso sull’Etna” La via delle castagne dell’Etna
Escursioni guidata a cura di ETNANATURAAVVENTURA – Piazza Duomo

ore 11 – “I sapori di un tempo” Degustazione di Vini, Legumi, Salsiccia, Formaggi, Pane Condito, Castagne, Mostarda e Dolci tipici autunnali – Piazza Umberto

ore 17.30/21.00 – “Stasera a Teatro”
“L’incidente” Spettacolo Teatrale a cura della Brigata d’Arte Sicilia Teatro – Teatro Comunale Nino Martoglio (Botteghino Tel. 095 7911856)

ore 17 – “Motori Divini” esposizione di auto d’epoca a cura dell’Associazione S.Rocco – MotoriXCaso

ore 20 – “I sapori di un tempo” Degustazione di Vini, Legumi, Formaggi, Pane Condito, Castagne, Mostarda e Dolci tipici autunnali – Piazza Umberto

ore 21,30 –“Amuri di Vinu e Pizzicori” Via Roma, a cura della compagnia Teatrale Dietro Le Quinte

22 Domenica

ore 8 – “A spasso sull’Etna” La via delle castagne dell’Etna
Escursioni guidata a cura di ETNANATURAAVVENTURA – Piazza Duomo

ore 9 – 1^Estemporanea di Pittura “Belpasso DiVino”, vidimazione tele fino alle ore 11 a cura della Pro Loco di Belpasso – Piazza Umberto

Ore 10 – “Motori Divini” esposizione di auto d’epoca a cura dell’Associazione S.Rocco – MotoriXCaso

ore 11 – “I sapori di un tempo” Degustazione di Vini, Legumi, Salsiccia, Formaggi, Pane Condito, Castagne, Mostarda e Dolci tipici autunnali – Piazza Umberto

ore 17.30/21.00 – “Stasera a Teatro”
“L’incidente” Spettacolo Teatrale a cura della Brigata d’Arte Sicilia Teatro – Teatro Comunale Nino Martoglio (Botteghino Tel. 095 7911856)

ore 21 – “I sapori di un tempo” Degustazione di Vini, Legumi, Salsiccia, Formaggi, Pane Condito, Castagne, Mostarda e Dolci tipici autunnali – Piazza Umberto

ore 21 – Premiazione 1^Estemporanea di PIttura “Belpasso DiVino” a cura della Pro Loco di Belpasso – Piazza Duomo

ore 21,30 – Spettacolo Musicale – Piazza Umberto

23 Lunedi’

Dal 23 al 28 Novembre
“3° Trofeo S. Lucia – Un calcio all’indifferenza”,
Torneo di calcio a 5 fra i quartieri che realizzano i carri di S. Lucia ed il Circolo Cittadino S. Lucia.
Il ricavato della manifestazione sponsorizzerà il progetto “Con S. Lucia, un Natale uguale per tutti”, aiuto ad alcune famiglie belpassesi bisognose.

A Randazzo invece vanno avanti i preparativi per il “Festival d’Autunno” edizione 2009. Restate informati sul sito della proloco Randazzo www.prolocorandazzo.it

Villa Bellini: undici domande al Sindaco

villabellini.jpgVilla Bellini è uno dei simboli di Catania: l’unico parco cittadino nel Centro storico, frequentatissimo da giovani e meno giovani a qualsiasi ora del giorno. Questo fino a 3 anni fa, quando per l’avviamento del progetto di riqualificazione la Villa Bellini è stata chiusa, e riaperta solo per una piccola parte. Un comitato di cittadini, che si è chiamato “Comitato in difesa della Villa Bellini”, ha deciso di portare alla luce le stranezze nella gestione della ristrutturazione, rivolgendo undici chiare e dirette domande all’amministrazione comunale e al Sindaco. Eccole:

1) Il bando di gara “nazionale” di aggiudicazione dei lavori di recupero e valorizzazione della Villa Bellini, aggiudicato dopo ricorso per un importo complessivo definitivo di 12 milioni di euro (24 miliardi di lire), ovvero con un ribasso del 26,037 % sulla base d’asta di 14 milioni e mezzo, è valido?

2) La Commissione Europea sui POR si è espressa già in tal senso visto il mancato rispetto delle direttive della stessa in quanto il bando doveva essere pubblicato a livello di Unione europea?

3) Perché i lavori alla fine dell’ottobre del 2008, così come imposto dalla Commissione Europea, pena la perdita dei finanziamenti, non sono stati completati e quanti i milioni utilizzati fino ad allora

4) La Commissione Europea si è espressa anche sul mancato rispetto della fine dei lavori e della loro rendicontazione che doveva avvenire entro il 2008, nel rispetto del POR 2000-2006?

5) La proroga della fine dei lavori a giugno 2009, che sembrerebbe essere stata concessa dalla Regione, con quali finalità è stata data e ha avuto l’assenso formale da parte della Commissione Europea oltre che della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Catania?

6) Perché la stessa proroga al 30 giugno dei lavori di recupero della Villa Bellini non è stata nuovamente rispettata, viste le condizioni di degrado e abbandono in cui versa la parte chiusa al pubblico di quello che è stato considerato il più bel giardino d’Europa, il tutto ripreso dagli organi d’informazione, e le ineluttabili dichiarazioni dell’Assessore ai LL.PP., Mario Coppa?

7) Come mai i 12 milioni di euro, secondo le dichiarazioni ad alcuni organi di stampa dell’Assessore ai LL.PP., non sarebbero bastati al completamento dei lavori quando invece un’altra azienda si era in un primo momento aggiudicata (poi esclusa per eccesso di ribasso) tale appalto con un ribasso del 41,8%, ovvero con una somma di circa 8 milioni di euro?

8) Se ciò risultasse al vero quali sarebbero le responsabilità dei progettisti e di coloro che hanno redatto il bando di gara oltre a coloro che hanno diretto i lavori di recupero della Villa?

9) Perché l’Assessore ai LL.PP. parla di una mancanza di tre milioni di euro (ovvero di altri sei miliardi di lire!) anche se cinque giorni prima nella prima intervista pubblicata dal GdS parlava invece di 1 milione e mezzo di euro per completare i lavori e che inoltre tali lavori avrebbero fine ad un anno dalla proroga ovvero nel giugno del 2010

10) Se l’intera somma di 12 milioni di euro, stanziati dalla Commissione Europea e già utilizzati a copertura della gara d’appalto ovvero per l’intero progetto di recupero della Villa, dovrà essere restituiti al mittente, con tanto di interessi ovviamente, da dove verranno prelevati? Dalle misere e vuote casse del Comune? Dalle tasche dei cittadini catanesi? O da chi eventualmente avrebbe delle responsabilità su tutto ciò?

11) Quali iniziative e provvedimenti prenderà a breve Sig. Sindaco per fare luce e verità pubblica su tutti i passaggi e le eventuali responsabilità che hanno condotto il restauro e la valorizzazione di quello che è il bene monumentale a cui i catanesi sono più legati ad una sorta di Waterloo, ovvero ad un disastro sia dal punto di vista ambientale-architettonico che di quello progettuale-burocratico?

Non solo Jazz 2009/2010

jazz.jpgDa novembre a maggio, 6 mesi di Jazz – e non solo, come dice il titolo – attendono i catanesi: la XXVII edizione di “Non solo Jazz”, ospitata anche quest’anno al Teatro Metropolitna di Catania, promette molto bene. In calendario 7 concerti d’autore, davvero da non perdere.

Non solo Jazz –XXVII stagione concertistica Catania Jazz

16 Novembre – Al Di Meola World Sinfonia
10 Dicembre – Marcus Miller Tutu Revisited
25 Gennaio – Incognito
10 Febbraio – Swing Out Sister
16 Aprile – Yaron Herman Trio
11 Maggio – The Woman Next Door – Omaggio A Truffaut
21 Maggio – JohnMcLaughlin & the 4th Dimension

In più un “fuori programma” con l’acclamato pianista Ludovico Einaudi, che si esibirà il 23 dicembre con “Nightbook”.

Gli abbonamenti a tutti i concerti (tranne il “fuori programma”) costano 75 euro. Per tutte le informazioni vi rimando a www.cataniajazz.com

 

Palio delle Municipalità per Sant’Agata

santagata.jpg

Un Palio a Catania: no, non si parla di corse di cavalli – quelle ci sono già un po’ ovunque in città – ma di una corsa, di una gara fra le municipalità, rappresentate da ragazzi dei vari quartieri catanesi. Un’idea originale, che è stata annunciata pochi giorni fa dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il comitato per i festeggiamenti per la Festa. Una buona notizia riguardante la Festa dei catanesi finalmente, Festa che negli ultimi anni si è svolta nell’anarchia più totale. O meglio, più che anarchia, i clan mafiosi catanesi si sono troppo spesso sostituiti all’amministrazione cittadina nella sua gestione. Forse è un piccolo sengale di cambiamento.

Domenica 31 gennaio 2010 si correrà a Catania, in concomitanza con il 48° Trofeo Sant’Agata, il 1°Palio delle Municipalità. Duecento ragazzi di età compresa tra i 10 e i 13 anni,venti di ambo i sessi per ciascuna Municipalità, parteciperanno ad una gara podistica non competitiva che si disputerà nel centro cittadino su una distanza di 2,5 km. con partenza da Piazza Università.

Il “Palio delle Municipalità” partirà alle ore 10, un’ora prima del Trofeo S.Agata, e vedrà protagonisti i ragazzi prescelti dalle Municipalità con la supervisione del C.U.S Catania. Le squadre indosseranno maglie di colori diversi: ogni Municipalità sarà rappresentata da un colore. I vincitori del Palio porteranno nella propria Municipalità il famoso (?) Drappo del Palio prodotto artigianalmente nel 1947 con stampato il simbolo della Città di Catania: il Drappo resterà alla Municipalità per tutto l’anno, fino alla successiva edizione.

Apertura siti Soprintendenza novembre 2009

terme.jpgSi parla molto in questi giorni della Soprintendenza ai beni culturali di Catania, per via dell’interessamento del soprintendente Campo allo sgombero dell’Experia: pare che mentre la polizia reprimeva anche con violenza gratuita i tentativi di resistenza dei giovani occupanti lo storico centro sociale, il soprintendente stesse lì a guardare. Se non fosse che si stava chiudendo uno dei principali centri culturali catanesi, lo zelo della soprintendenza nel far rispettare le regole sarebbe solo da elogiare. Ci si chiede quindi quale sia l’impegno della soprintendenza per far fruire i cittadini delle grandi opere architettoniche e archeologiche cittadine, con quali orari e con quale servizio aggiuntivo. Sembra non molto, visto lo scarno elenco che segue: probabilmente alla soprintendenza di Catania si fa un ottimo lavoro di selezione dei beni “da proteggere”, ma ancora manca la progettualità e l’impegno vero affinchè essi vengano realmente fruiti dai cittadini.

APERTURA SITI SOPRINTENDENZA CATANIA MESE NOVEMBRE 2009

CATANIA

  • Anfiteatro Romano  – Piazza Stesicoro  chiuso per lavori di messa in sicurezza.
  • Teatro Romano-Odeon –  Via Vittorio Emanuele,266 -30  tel. 095/7150508  – da lunedì a sabato dalle 9,00 alle 13,30 chiusura biglietteria ore 13,00 –  e  dalle 14,30 alle 18, 30 chiusura biglietteria ore 18,00-  Domenica e festivi 9,00-13,30.
  • Terme della Rotonda –  via Rotonda – fax 095/530127 tel. 095/7472268 –   da lunedì a sabato dalle 9,00 alle 13,30 – dalle 14,30 alle 18,30..
  • Terme dell’Indirizzo – Piazza Currò   –  fax 095/530127 tel. 095/7472268 –  da lunedì a sabato dalle ore 9,00 alle 13,00.
  • Ipogeo Romano – via G .Sanfilippo – apertura  su richiesta –  fax 095/530127 tel. 095/7472268 .
  • Casa Museo Verga – via S. Anna, 8. – tel. 095/7150598 –  da martedì a sabato 9,00 / 13,00  – 15,30 /19,00.

ACICATENA

  • Area archeologica di Santa Venera al Pozzo e Antiquarium – via Alimena      tel.095/877169  –  da lunedì a sabato dalle ore 9,00 alle 13,00

ADRANO

  • Museo  Regionale – Castello Normanno P .zza Umberto –  da martedì a sabato dalle  ore 9,00/13,00 e 16,00/19,00 domenica e festivi 9,00/13,00

MINEO

  • Area archeologica Palikè  –  chiuso –  apertura su richiesta –   fax 095/530127 tel. 095/7472268
  • Biblioteca Soprintendenza Beni Culturali ed Ambientali di Catania aperta dal lunedì al    venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00 e Mercoledì dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 17,30