Cena bio a lume di candela

cenabio.jpgUna proposta insolita che è realmente green (più del disco dei REM, più di Celentano in via Gluck . questo per intenderci), con prodotti tipici e “personalità” del settore energia (pulita s’intende): una cena al solo lieve barlume delle candele, un’atmosfera dal fascino evocativo e i sapori di un piccolo mondo antico. Questo è quello che propongono l’Associazione Liotro e l’ Associazione Energie Alter-native in collaborazione con Zo, Centro Culture contemporane, per prepararci alla 4° edizione del Festival energie alter-native, il primo e unico festival in Italia dedicato alle energie rinnovabili che farà la sua tappa a Catania dall’1 al 3 Ottobre.

Il campo delle energie rinnovabili strizza l’occhio al biologico verso un fruttuoso sodalizio: la cena, infatti, sarà la vetrina di numerosi prodotti biologici di alta qualità organolettica e a Km0 forniti dalle migliori aziende agricole biologiche presenti sul nostro territorio. Profumi e colori della nostra terra, vini pregiati e di diversa provenienza accompagnati dai sapori delle prelibatezze di Sicilia.

Domenica 9 maggio dalle 20.00 alle 23.00 al Centro ZO in piazzale Asia (viale Africa) 

Programma:

Presentazione iniziativa Festival energie alter-native 2010 a cura di Dario Ferrante (ideatore e organizzatore del Festival) 

Visione video degli spettacoli delle precedenti edizioni del Festival e proiezione di divertenti video ambientalisti

Esposizione prodotti delle Aziende Bio partner della serata. 

Attività di Fund Raising per sostenere il Festival energie alter-native: a chi si associerà ad Energie Alter-native in qualità di socio GIGA (i soci GIGA saranno citati nel sito e nella brochure ufficiali del Festival 2010 ed entreranno gratis agli spettacoli a pagamento del Festival) verrà regalato per l’occasione l’incredibile Scotty, il caricacellulare fotovoltaico!

Per info e prenotazioni: e-mail: info@festivalenergiealter-native.org
idee@liotro.org

Rischio sismico a Catania, il 3 maggio

940077021.jpgNo, non mi sono lanciato in nefaste previsioni da “Nostradamus Maya”. Il titolo di questo post è per attirare la Vostra attenzione, cari lettori catanesi: Catania è una città a elevatissimo richio sismico. Rishio sismico che può essere attenuato con una adeguata informazione e prevenzione.

Di questi temi si parlerà lunedì 3 maggio alle ore 20.15 in via Siena 1, sede di Cittàinsieme, associazione organizzatrice dell’evento insieme a CISPA, Italia Nostra, Lipu e WWf Catania. “La terra trema… E se tremasse a Catania? Prevedere e prevenire i terremoti” questo il nome della manifestazione informativa, che vedrà tra i relatori Roberto De Marco, già direttore del Servizio Sismico Nazionale, e Paolino Maniscalco presidente CISPA (Centro di iniziative e studi per la prevenzione antisismica e dei rischi ambientali).

Prevedere e prevenire i terremoti non è una “dote” da Nostradamus dunque, ma dovrebbe far parte de bagaglio culturale di ogni cittadino catanese, vista l’alta frequenza con cui dalle nostre parti la terra trema…

 

Learn by Movies 10: si farà

552626546.pngLo avevamo dato per spacciato, morto e sepolto anche se non “dimenticato”. Ma fortunatamernte la campagna di “salvaguardia”, con annessa raccolta firme, ha dato una nuova chance al Learn by Movies: la decima edizione, quella del 2010, si farà.

La rassegna di film in lingua originale (con sottotitoli) conterà anche qeust’anno alcuni film mainstream uniti a produzioni più piccole ma di ugale pregio. Ecco l’elenco completo

Il programma: 

Lunedì 3 maggio: Inglourious Basterds (inglese), Cinema Odeon, h 18 e 21

Lunedì 10 maggio: Los abrazos rotos (spagnolo), Cinema Odeon, h 18 e 21

Lunedì 24 maggio: Invictus(inglese), Cinema Odeon, h 18 e 21

Lunedì 31 maggio: Soul Kitchen (tedesco), Cinema Odeon h 18 e 21

Lunedì 7 giugno: I Love Radio Rock (inglese), Arena Argentina h 21

Lunedì 21 giugno: Louise Michel(francese), Arena Argentina h 21

Lunedi 28 giugno: The Visitor (inglese), Arena Argentina h 21


 

Matilde Politi in concerto per l’Experia

1368787680.jpgUn concerto per l’Experia, il Centro Popolare dis-occupato violentemente pochi mesi fa, si terrà proprio il 25 aprile. Se mesi fa auspicavo un ritorno alle origini per i 99 Posse, questa volta un artista “popolare” sul serio, Matilde Politi – folk singer straordinaria – darà vita ad uno spettacolo, naturalmente gratuito, accompagnata da Doun Doun Barozzi (percussioni africane).

L’appuntamento è in Piazza Dante, domenica 25 aprile 2010 – ore 17:00 circa.

Il concerto si terrà dopo il corteo organizzato dall’ANPI (Associazione Partigiani), che prevede il concertramento alle ore 9.00 in piazza Stesicoro. Dopo il corteo si terrà in Piazza Dante un pranzo popolare.

Per informazioni

sito di Matilde Politi

blog ANPI Catania

Rifiuti, il nuovo bando parte “arretrato”

Immagine 1133.jpg

Il nuovo bando per la raccolta dei rifiuti a Catania partirà già arretrato: secondo quanto rilevato da Cittàinsieme giovani, associazione di società civile catanese, l’obiettivo del “40% di raccolta differenziata”, che a prima vista sembra un grandissimo passo avanti rispetto alla situazione attuale – anzi, lo è senza dubbio, la racolta differenziata a Catania è prossima allo zero – in realtà è un obiettivo ben al di sotto dei requisiti di legge: si dovrebbe arrivare al 65%, pena un aumento delle tariffe del 20%.

L’allarmante situazione – allarmante sia per l’ambiente che per le tasche – che si verrebbe a creare può ancora essere scongiurata: basta rifare il bando in tempi brevi. Sperando che l’azienda che si aggiudicherà il multimilionario appalto di gestione rifiuti per la zona del comune di Catania – l’unica azienda attualmente in corsa è la IPI di Roma – faccia bene il suo lavoro, altrimenti a rimetterci saranno solo i cittadini.

Di seguito il testo parte dell’intervento dei giovani di Cittàinsieme ai recenti Stati generali dell’Ambiente. La verisone integrale è qui.

Puntualizziamo infatti che uno degli obiettivi posti nel bando è quello di raggiungere il 40% della raccolta differenziata entro il 2015 a fronte di un obiettivo che la legge impone nel D.Lgs 152/06 art. 205, comma 1, lettera c) essere del 65% entro il 2012, pena l’aumento del 20% al tributo di conferimento dei rifiuti in discarica (art. 205, comma 3). Così è certificato che chi gestirà i rifiuti a Catania sarà tranquillo (base d’asta del bando di gara è circa 165 milioni di euro per 5 anni) perché l’obiettivo è veramente basso (siamo nel 2010 e la gestione dei rifiuti è ancora allo stato primitivo) e noi cittadini pagheremo, approfittando dell’ignoranza dei più, una sovrattassa, l’ennesima, causata da una cattiva gestione della cosa pubblica. Oggi il concetto di rifiuto a Catania è legato allo sporco, l’inquinamento e la puzza. Nel bando di gara DG 13/0452 del 31/12/2008 che prevede la gestione dei rifiuti solidi urbani per 5 anni, (2010-2015) non c’è traccia del concetto di: riduzione dei rifiuti, prevenzione della riduzione dei rifiuti mediante la promozione di strumenti economici, eco-bilanci, azioni di certificazione ambientale, analisi del ciclo di vita dei prodotti, azioni di informazione e di sensibilizzazione dei consumatori, oppure mediante clausole di gare d’appalto che valorizzino la competenza tecnica in materia di prevenzione della produzione dei rifiuti. Bisogna insomma favorire il riutilizzo, il reimpiego e per ultimo il riciclaggio. Bisogna adottare condizioni economiche che prescrivono l’impiego di materiali recuperati dai rifiuti al fine di favorire il mercato di tali materiali (si pensi al vetro ed al meccanismo del vuoto a rendere, oppure all’utilizzo dei rifiuti come mezzo per produrre energia. Si può provare a dare una idea nuova di cosa vuole dire gestire i rifiuti in un’ottica di riduzione: facciamo notare ad esempio come in Italia (fonte “AltroConsumo”) si producono ogni anno 600 kg di rifiuti procapite (a Catania pensiamo un po’ di più), quantità che è in costante aumento. Il ragionamento che si dovrebbe fare è semplice: gestire il 65 % di 600 kg vuol dire gestire quasi 400 kg di differenziata per ogni persona; ora, se già questi 600Kg diventassero via via 400 Kg (ad esempio), il 65% è circa 260 Kg e così via… si può arrivare anche a produzione 0. E non si dica la storiaccia che i cittadini catanesi non sono in grado di recepire queste informazioni perché questo vuole dire due cose inaccettabili: 1) i cittadini catanesi sono stupidi e da terzo mondo; 2) l’amministrazione non è in grado di governare i cittadini ma si fa governare assecondando le follie dei più. E se l’amministrazione non è in grado di governare (fare rispettare la legge) questo diventa un problema di tutti.

Foto di Peter Kaminski

Job 2010 alle Ciminiere

joborienta.jpgTorna, da oggi lunedì 19 a mercoledì 21 aprile, alle Ciminiere di viale Africa, il salone dell’orientamento al lavoro e alla formazione universitaria e professionale organizzato dalla Provincia di Catania, dall’Università – dal Centro Orientamento e Formazione -, dall’Ufficio Scolastico provinciale e dall’Ufficio provinciale del Lavoro.

Job 2010 sarà una manifestazione specializzata nell’orientamento a 360 gradi, nata con questa formula “unica” lo scorso anno dalla condivisione, espressa da parte di tutti i soggetti promotori, della volontà di guidare i giovani seguendoli nella fase di scelta del percorso scolastico e universitario, accompagnandoli nel percorso formativo e orientandoli al mondo del lavoro.

Le 12 facoltà dell’ateneo catanese, i centri di servizio e gli uffici per gli studenti saranno impegnati nella tradizionale maratona informativa che si concluderà nel tardo pomeriggio di mercoledì 21. Come sempre sono state invitate a visitare la manifestazione tutte le scuole superiori delle province di Catania, Siracusa, Ragusa, Enna e Caltanissetta ed è previsto nei tre giorni un flusso di circa 9mila studenti. Quest’anno le facoltà del più antico ateneo siciliano avranno modo di intrattenere i visitatori in un’area meeting annessa a ciascuno stand. In quest’area si potranno incontrare anche i referenti degli ordini professionali o delle associazioni di professionisti. In tal modo sarà più agevole e proficuo per gli studenti delle scuole avere informazioni sui piani di studio, sugli stage e i tirocini curriculari coerenti con le professioni connesse.

Saranno inoltre presenti, per illustrare le rispettive attività, gli stand della Scuola Superiore di Catania, dell’Ufficio per i rapporti internazionali, del Carip-Liaison office, del Comitato pari opportunità, del Cutgana, del Centro linguistico multimediale d’Ateneo, del Cinap-Centro per l’integrazione attiva e partecipata, dell’Area della didattica (Urp studenti e Ufficio master), dello stesso Cof (servizi di counseling e di placement), e infine del Centro universitario sportivo (Cus Catania) e dell’Ersu di Catania.

Altra novità di quest’anno sarà il premio “STANDing Ovation”, da attribuire al miglior stand di facoltà. Il premio verrà consegnato l’ultimo giorno nell’area del Centro Orientamento e Formazione dell’Ateneo dal presidente del Cof, Vincenzo Perciavalle agli studenti della facoltà che avrà realizzato lo stand più originale e creativo.

Il Centro Orientamento e Formazione dell’Ateneo, come da tradizione, si occupa dell’organizzazione degli spazi del padiglione fieristico delle Ciminiere destinati alle strutture univesitarie, ma anche, attraverso i propri Uffici di Placement, della presenza alla manifestazione delle aziendeche, in questo momento, sono alla ricerca di profili professionali qualificati da inserire in organico. Radio Zammù, la radio d’Ateneo, presente con la sua redazione, seguirà per tutti e tre i giorni la manifestazione con interviste in diretta radiofonica.

Le aziende in cerca di profili professionali presenti al Job 2010: AJS Connection srl, Auchan spa, SiciliaScherma 2009-2010 / Catania 2011, Gruppo Giannone, Gmc Servizi srs; Ina Assitalia spa, Irma srl – Istituto Ricerca Medica ed Ambientale, Italian Frozen Food srl, Korec srl, Kpmg spa, Lombardia Informatica spa, Medea Communications srl, Oranfrizer, Soc. Coop Sociale Prospettiva Onlus, Regran srl, Sap Studio Engineering srl, Sempla srl, Technip Italy spa, Ibm Italia spa, Erg spa, Isab srl, Decathlon Italia srl, Latte Sole spa, Shell Italia spa, Monte dei Paschi di Siena spa, Vodafone Italia, Centro Universitario Internazionale, Harim/Accademia Euromediterranea.

Contro la mafia, convegno

gm1.jpgUn incontro per parlare di mafia, alla Facoltà di Giurisprudenza di Catania, non è un evento così “raro”. Ma questa volta al convegno organizzato dal’associazione studentesca “Nike” Facoltà di Giurisprudenza – oggi 16 aprile ore 19 aula 4 Villa Cerami – c’è un motivo in più per andare: fra gli ottimi relatori, ci sarà anche la Dottoressa Roberta D’Aquino. Giovane (26 anni) neolaureata e autrice di un libro, “Giorni di mafia”, che parla di Cosa Nostra con rara capacità espressiva, oltre che con estrema competenza. Di seguito, il programma completo dell’incontro.

“La mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine” – G. Falcone

L’associazione studentesca Nìke organizza una conferenza sul tema della mafia; crediamo sia giusto organizzare, proprio alla facoltà di giurisprudenza, una serie di incontri per sensibilizzare gli studenti e chiunque vorrà partecipare, al problema della criminalità organizzata e in particolare del fenomeno mafioso.

La conferenza si terrà venerdì 16 aprile alle 19 nell’aula 4 di Villa Cerami (primo piano). Vi raccomandiamo la massima puntualità.

L’evento sarà moderato dal dott. Jacopo Torrisi

Tra i relatori che hanno confermato la presenza all’evento, potremo ascoltare:

– Prof.ssa Maugeri (docente di Diritto Penale alla facoltà di Giurisprudenza di Catania)

– L’eurodeputato Rosario Crocetta (ex sindaco antimafia di Gela)

– PM dott.ssa Scaminaci

– Linda Russo, Presidente dell’Associazione Antiestorsione Catanese “Libero Grassi”

– Filippo Casella, imprenditore che si è ribellato al racket

– Dario Montana, fratello del commissario Beppe Montana (vittima della mafia) e responsabile di “Libera” Catania

– Dott.ssa Roberta D’Aquino, autrice del libro “Giorni di mafia”

ELEVEN catania vince “Eretici Digitali”

eleven_ct.jpgVittoria! ELEVEN catania, folle progetto di “giornalismo partecipativo”, nato e cresciuto in pochissimi giorni – reporter in 7 giorni, era lo slogan dell’iniziativa lanciata dal solito Step1.it – ha vinto il concorso “Eretici Digitali” legato al Festival del Giornalismo di Perugia. Il primo premio per la “grande fotografia di Catania” è arrivato ex-aequo con un progetto dal peso “internazionale” – e decisamente bello – After Jugo – Sarajevo the life of a generation di Marco Pavan, mentre i creatori di ELEVEN Catania, inchiesta collettiva a 11 voci  sono, in ordine alfabetico, Giovanni Battaglia, Claudia Campese, Salvatore Catalano, Alberto Conti, Desirée Miranda, Daniele Palumbo, Agata Pasqualino, Leandro Perrotta, Marco Pirrello, Roberto Sammito, Carmen M.T. Valisano, e Rosa Maria Di Natale in quanto coordinatrice del progetto.

La premiazione sarà giorno 22 aprile a Perugia, al’interno del “Festival del Giornalismo”.

 

Pinocchio di mille colori

pinocchio.jpg

Cinema, teatro, mostre, spettacoli, tutto all’insegna di Pinocchio, il burattino di Collodi che con il suo mondo e i suoi personaggi  da oggi fino al 2 maggio si introdurrà prepotentemente nella vita degli universitari catanesi.

Con la presentazione del libro “Huck Finn in Italian, Pinocchio in English: teoria e prassi della traduzione letteraria” del prof. Iain Halliday, lunedì 12 aprile alle 10 nel Coro di notte dei Benedettini, si apre ufficialmente la rassegna “Pinocchio di mille colori”, dedicata al burattino di Collodi e al suo mondo, che fino al 2 maggio prossimo offrirà al pubblico e alla comunità universitaria catanese una rassegna di eventi (cinema, teatro, mostre, spettacoli e feste di strada) e seminari scientifici distribuiti tra il monastero dei Benedettini, il Centro fieristico Le Ciminiere, piazze e strade del centro storico di Catania, gallerie e librerie e il Centro Zo di piazzale Asia. Il ricchissimo cartellone delle iniziative è consultabile nel sito internet www.pinocchiodimillecolori.it.

Alla presentazione – promossa in collaborazione con le facoltà di Lettere e di Lingue, del dipartimento di Filologia moderna e del dottorato in Studi inglesi e anglo-americani -, interverranno oltre all’autore, anche i docenti Rosa Maria Bollettieri (Università di Bologna) e John Douthwaite (Università di Genova).

Dall’indomani, martedì 13 aprile, prenderanno il via la rassegna cinematografica dedicata ai film su Pinocchio e tutti gli altri appuntamenti. “La nostra ambizione – spiegano i curatori dell’evento Sergio Reyes e Angelo Scandurra, organizzato in collaborazione fra la facoltà di Lettere e filosofia e l’Associazione culturale Romeo Prampolini, con il patrocinio della Fondazione nazionale Carlo Collodi – è che per due settimane Pinocchio possa essere il veicolo del sorriso e della fantasia e l’occasione per offrire di Catania e dei suoi abitanti un’immagine piena di cordialità, attraverso eventi culturali di alto livello, accessibili però a tutti, in grado di divertire i bambini col rispetto intellettuale che è loro dovuto, ma di coinvolgere anche gli adulti, nella speranza di restituire loro il piacere di tornare ad essere un po’ fanciulli e di vivere la loro vena giocosa insieme ai più piccoli. L’augurio è che, girando per Catania, questa sia una buona occasione perché il sorriso e la fantasia diventino un modo naturale di comunicare”. Fra le tante iniziative, va segnalata la grande festa di strada intitolata “Pinocchio nel paese del Barocco”, che durerà l’intera giornata di sabato 24 aprile e che coinvolgerà bambini ed adulti, lungo un percorso tra piazza Università e via Crociferi, segnato da Pinocchi colorati, e da varie installazioni realizzate da artigiani, da un “Pinocchio robot” costruito dagli studenti della facoltà di Ingegneria, e affianccate da un simpatico mastro Geppetto, contafavole, gruppi danzanti, giocolieri, cantastorie animatori, musici.

Ma sono anche previste una mostra bibliografica di edizioni attuali, antiche, rare o amatoriali della favola più famosa del mondo, esposte grazie al contributo di privati cittadini e di Enti pubblici, una mostra del giocattolo “Pinocchio” realizzata grazie ad amatori e collezionisti catanesi, una significativa antologia di opere che il pittore pistoiese Paolo Tesi ha dedicato al burattino di Collodi, l’esposizione di incisioni e quadri della pittrice milanese Veronica Manghi tutti ispirati a Pinocchio e al suo mondo, e una mostra – curata dalla Fondazione Collodi – che testimonia la fortuna del personaggio e della storia di Pinocchio nel mondo, nella cultura e nella vita quotidiana. Alla manifestazione hanno fornito il loro contributo la Provincia regionale di Catania, e numerosi operatori commerciali e culturali della città.

(foto di mstefano80 su Flickr)

Nicola Piovani in concerto

piovani.jpgIl maestro Nicola Piovani in un “Concerto in quintetto”, nel quale propone brani scritti per il cinema, per il teatro, per concerto sppunto – Suite De Andrè, La Vita è Bella, Suite Moretti, Annozero, La voce della Luna… – appositamente rivisitati, riarrangiati in versione da piccolo gruppo di solisti, fra i quali spicca innanzitutto il ruolo del pianoforte, suonato dall’autore.

Rispetto ai concerti di ampio organico orchestrale, il “Concerto in quintetto” è anche una riflessione più intima e flessibile, un concerto che molto punta sulla cantabilità dei singoli strumenti  –  il sassofono, il violoncello, la fisarmonica – ma anche sulla duttilità ritmica di un organico agile, che permette all’invenzione solistica di rivelare lati nascosti fra le pieghe di partiture destinate all’origine a un repertorio corale, collettivo.

La formazione: Andrea Avena – contrabbasso – Marina Cesari – sax e clarinetto- Pasquale Filastò – violoncello e chitarra-Cristian Marini – batteria e fisarmonica – Nicola Piovani – pianoforte

Concerto in quintetto del grande pianista e compositore premio Oscar
Venerdì 09 aprile 2010 – ore 21:00 – Teatro Metropolitan – via Sant’Euplio 21 (Ct)

Biglietti disponibili presso i circuiti Box Office Catania e Palermo e sul sito www.musicaesuoni.it

(foto di ttan_)