Semu tutti devoti tutti? – Sant’Agata 2012, il programma

Foto di Luigi Nifosì
Foto di Luigi Nifosì
La fede e il folklore, la storia e la spettacolarità, la devozione e la curiosità. Il 
confine tra sacro e profano.  Ogni anno la festa di Sant’Agata unisce i catanesi e quanti da lontano accorrono per farne parte (si stimano oltre un milione di persone). Carrozze, candelore, fedeli e preghiere anche quest’anno accompagneranno il corteo che dalla “notti o’ tri” attraverserà la città.                                                                                                                                                                         

                                                                                                                                                     Foto di Luigi Nifosì

processione.jpg


Qui di seguito il programma:


Venerdì 03 febbraio

Ore 07,30; 10,00 – Nella Basilica Cattedrale SS. Messe.

Ore 12,00 – Processione per l’offerta della cera dalla Chiesa di S. Agata alla Fornace alla Basilica Cattedrale. Parteciperanno S. E. Mons. Arcivescovo, i Capitoli delle Basiliche Cattedrale e Collegiata, il Clero, gli alunni del Seminario Arcivescovile, il Prefetto, il Sindaco e il Presidente della Provincia Regionale con le rispettive Giunte, il Presidente del Consiglio Comunale ed il Presidente del Consiglio Provinciale con i rispettivi Consiglieri, il Magnifico Rettore, gli Ordini Equestri Pontifici, il Sovrano Militare Ordine di Malta, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, le Autorità nonché i Gonfaloni della Città, della Provincia e dell’Ateneo seguiti dalle storiche berline del Senato e dai Cerei. Riflessioni dettate dal Rev.do Can. Antonino De Maria. In Cattedrale solenne “Te Deum”, composto e diretto dal M° Mons. Nunzio Schilirò, eseguito dalla “Cappella Musicale del Duomo”, all’organo il M° Can. Giuseppe Maieli.

Ore 15,00 – Trofeo internazionale di podismo “S. Agata” organizzato dall’assessorato allo sport del comune di Catania.
Ore 20,00 – In piazza Duomo tradizionali inni in onore di S. Agata eseguiti dalla “Corale Tovini”. concerto bandistico di musiche belliniane. candelore.jpg

 

Sabato 04 febbraio Ore 06,00 – Nella Basilica Cattedrale “Messa dell’Aurora” celebrata da S. E. Mons. Arcivescovo.

Ore 07,00 – In piazza Duomo riflessioni di Mons. Barbaro Scionti, parroco della Basilica Cattedrale, che consegnerà ai “devoti” le Sacre Reliquie di S. Agata per la processione che avrà inizio da Porta Uzeda. Davanti all’Icona della Madonna della Lettera S. E. Mons. Arcivescovo offrirà alla Santa Patrona il tradizionale cero e benedirà le Corone del Rosario per la preghiera guidata dagli “Amici del Rosario”. Davanti alla cappella del SS. Salvatore in via Dusmet, omaggio dell’Autorità Portuale e della Capitaneria di Porto. La processione proseguirà per le vie Calì, piazza Cutelli, via Vittorio Emanuele, piazza dei Martiri, dove renderanno omaggio i disabili, via VI Aprile, della Libertà, piazza Iolanda. In detta piazza riflessioni di Mons. Salvatore Genchi, Direttore spirituale del Seminario Arcivescovile. La processione continua per le vie Umberto, Grotte Bianche, piazza Carlo Alberto; dinanzi al Santuario della SS. Annunziata al Carmine omaggio dei Padri Carmelitani, riflessioni del P. Francesco Collodoro O.C., Vicario Foraneo; indi prosegue verso piazza Stesicoro dove S. E. Mons. Arcivescovo si rivolgerà ai fedeli per il tradizionale messaggio alla Città. Lungo la salita dei Cappuccini e piazza S. Domenico le Sacre Reliquie raggiungeranno la Chiesa di S. Agata la Vetere. Celebrazione dei Primi Vespri della solennità di S. Agata, presiede Mons. Carmelo Smedila, Vicario Foraneo, partecipano i Presbiteri e Diaconi del Vicariato. La processione prosegue per le vie Plebiscito, Vittorio Emanuele, piazza Risorgimento, via Aurora, Palermo, piazza Palestro, via Garibaldi, Plebiscito, Dusmet e rientro in Duomo da Porta Uzeda.


Domenica 05 febbraio – solennità di S. Agata SantAgata.jpg

Ore 08,30 – In Cattedrale esposizione delle Sacre Reliquie.

Ore 10,00 – Le Autorità con i Gonfaloni della Città, della Provincia e dell’Università da Palazzo degli Elefanti si recheranno in Cattedrale.

Ore 10,15 – Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato di Sua Santità, Sua Eccellenza Mons. Arcivescovo, gli Ecc.mi Arcivescovi e Vescovi di Sicilia, i Canonici, il Clero e il Seminario muoveranno in corteo liturgico dal Palazzo Arcivescovile fino alla Basilica Cattedrale per il Solenne Pontificale. Il servizio liturgico sarà curato dagli alunni del Seminario Arcivescovile; la Cappella Musicale del Duomo, diretta dal M° Mons. Nunzio Schilirò,eseguirà la “Missa in traslazione almae domus”, di Giuliano Viabile, per coro, assemblea, organo, trombe e tromboni; all’organo il M° Can. Giuseppe Maieli.

Ore 16,30 – S. Messa presieduta da S. E. R. Mons. Giuseppe Sciacca, S

Ore 17,30 – Processione delle Sacre Reliquie per via Etnea; Sua Eminenza Il Cardinale e l’ Arcivescovo seguiranno la processione, guidando alcuni momenti di preghiera, fino a piazza Stesicoro; dinanzi alla Basilica Collegiata omaggio floreale del Capitolo e dei soci del Circolo Cittadino S. Agata; la processione prosegue per via Caronda, piazza Cavour; in detta piazza omaggio floreale dell’Associazione S. Agata al Borgo. Indi si prosegue per via Etnea, Sangiuliano, Crociferi; dinanzi alla Chiesa di S. Benedetto omaggio floreale delle Monache, si prosegue per piazza S. Francesco d’Assisi, via della Lettera, Garibaldi, piazza Duomo.


carrozza.jpgDal 06 all’11 febbraio in Duomo SS. Messe all’Altare di S. Agata alle ore 07,30; 10,00; 18,00. La S. Messa vespertina sarà animata dalle parrocchie: Ss. Angeli Custodi (7), Sacro Cuore di Gesù a Piano Tavola (8), Madonna delle Lacrime a Trappeto (9), S. Antonio a Motta (10).

Sabato 11 febbraio

Ore 16,30 – Nella Basilica Cattedrale in occasione della “giornata mondiale del malato”, S. Messa e processione eucaristica in piazza Duomo, presiede S. E. Mons. Arcivescovo.

Domenica 12 febbraio – Chiusura delle Celebrazioni

Ore 07,30; 09,00; 11,00; 12,00; 13,00; 16,00; 17,00 – SS. Messe Ore 08,00 – Esposizione delle Sacre Reliquie.

Ore 10,00 – S. Messa presieduta dal Rev.mo Mons. Agatino Caruso, Vicario Generale dell’Arcidiocesi, con la partecipazione del Capitolo Metropolitano.

Ore 14,30 – S. Messa per i disabili presieduta dal Rev.mo Mons. Alfio Russo, Presidente dell’Opera Diocesana Assistenza.

Ore 19,00 – S. Messa solenne presieduta da S. E. Mons. Arcivescovo. Al termine processione delle Sacre Reliquie in piazza Duomo con la partecipazione delle autorità cittadine.



Festa di Sant’Agata: programma 2012


Il Blog di Catania su Facebook

Da oggi il Blog di Catania sbarca su Facebook! Continuate a seguirci!


 

 

 

 

Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 27 Gennaio

GLOBAL GAME JAM 2012 – SPERIMENTAZIONE LUDICA (fino il 29 Gennaio)
Vecchia Dogana  / Catania  

IN MEMORIAM – INCONTRI E IMPROVVISAZIONI MUSICALI (ingresso gratuito)
La Feltrinelli, via Etnea, 285 / Catania

FRANKIE MAGELLANO LIVE
Lomax, via Fornai, 44  / Catania (ingresso gratuito)

 

Sabato 28 Gennaio

THE LOUD LIVE
Lomax, via Fornai, 44 / Catania

ORCHESTRA INSTABILE DISACCORDO (ingresso gratuito)
Teatro Coppola – Teatro dei Cittadini, via del Vecchio Bastione, 9 / Catania

L’EDUCAZIONE SENTIMENTALE DELLE FEMMINE DELLA SPECIE – SPETTACOLO TEATRALE (fino al 29 Gennaio)
Teatro del Canovaccio, via Gulli, 12 / Catania 


Domenica 29 Gennaio

LI TURCHI – RAPPRESENTAZIONE TEATRALE
Le Ciminiere pad. E1, piazzale Asia / Catania 

#IGERSCATANIA IN MOSTRA – LA CITTÀ RACCONTATA CON L’I-PHONE – MOSTRA FOTOGRAFICA DELLA WEB COMMUNITY INSTAGRAM (fino al 1 Febbraio/ingresso gratuito)
Scenario Pubblico, via teatro Massimo, 16 / Catania

MONASTERO LUDENS CON IL PROF. TALENTUS – CICLO LABORATORI LUDICI-DIDATTICI
Ex Monastero dei Benedettini, piazza Dante  / Catania 



Il bonus bebè diventa un prestito

mamma_neonato.jpgUna volta, alle famiglie, per ogni nascituro, spettava il bonus bebè che era a fondo perduto. Oggi le cose sono cambiate. 

Non si tratta più di un contributo a fondo perduto ma di un vero e proprio prestito. A tasso agevolato, può essere richiesto dai neogenitori (sia che mettano al mondo un figlio sia che lo adottino).

Dal 2009 il “Bonus bebè” si è trasformato in “Fondo di Credito per i nuovi nati“, istituito dal Dipartimento per le politiche della famiglia: un fondo volto a favorire l’accesso al credito delle famiglie con un nuovo figlio nato o adottato, attraverso il rilascio di garanzie alle banche e agli intermediari finanziari (Decreto legge n. 185/2008 – art. 4, comma 1 e 1bis).

Si possono richiedere un massimo di 5 mila euro, restituibili in 5 anni, senza limitazione di reddito per richiederlo poiché il garante è il Governo stesso.

La domanda può essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla nascita o all’adozione.





La rivoluzione e l’hi-tech

cambiamento.jpgIn questi giorni Catania e la Sicilia tutta, sono impegnate in uno sciopero rivoluzionario che coinvolge benzinai, autotrasportatori, operai, agricoltori, fornitori e commercianti, cittadini. Giorni in cui i mercati rionali sono deserti e gli scaffali dei supermercati vuoti. Giorni in cui la disperazione e la voglia di cambiamento si intrecciano.

E proprio di questi giorni è la notizia che giunge dal Palazzo degli Elefanti riguardo delle istallazioni di cabine telefoniche hi-tech all’avanguardia.

Si tratta di cabine telefoniche dalle quali si potrà telefonare, navigare e ricaricare le biciclette elettriche tramite una card. Questo l’accordo stipulato dal Comune di Catania con Telecom.

Le cabine, illuminate di notte grazie ai pannelli solari sul tettuccio, saranno sperimentate per la prima volta nelle città di Torino e Catania. cabina.jpg

La prima cabina arriverà a fine febbraio e verrà collocata in Corso Italia per un periodo di prova di un anno. L’idea è quella di sostituire, poco alla volta, le vecchie con quelle nuove.

L’Assessore assicura che non ci saranno costi nella prima fase e che dopo, il Comune ci guadagnerà in quanto gli spazi saranno pagati da Telecom e i diritti della pubblicità andranno interamente al Comune.





Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 20 Gennaio

BETTY POISON + SOUNDMACHINE + SICKNESS + 20/1 LIVE
Barbaradiscolab, vicolo Flavio Gioia, 16  / Catania  

IMPRONTE D’AFRICA – MOSTRA FOTOGRAFICA (ingresso gratuito)
PizzArt Galleria, via Gisira 62/68 / Catania

VALEU QUARTET LIVE
Glamourcafè, via Carcaci, 11  / Catania (ingresso gratuito)

 

Sabato 21 Gennaio

NKANTU D’AZIZ LIVE
Lomax, via Fornai, 44 / Catania

RIO LIVE
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania

CONCLAVE – PERSONALE DI AGNE RACEVICIUTE
Galleria Collicaligreeggi, via Oliveto Scammacca, 2A / Catania 


Domenica 22 Gennaio

HIS CLANCYNESS LIVE (ingresso gratuito)
La Chiave, via Landolina, 64 / Catania 

MA-SHALAI – DANZA
Scenario Pubblico, via teatro Massimo, 16 / Catania

LA COMMEDIA DI ORLANDO – RAPPRESENTAZIONE TEATRALE
Teatro Ambasciatori, via D’Angiò, 17  / Catania 



Ce l’ho… non ce l’ho! – Panini Tour 2012

figurine_panini.jpgGenerazioni intere hanno condiviso, e condividono tuttora, la passione per il calcio e a questo hanno aggiunto l’amore smodato per le figurine.

Chi non ha mai scambiato le figurine? Chi non vedeva l’ora di scartare le bustine sperando di non beccare un altro doppione?

Senza tempo e con molta storia, arriva a Catania uno tra gli eventi più aspettati da collezionisti e nostalgici! Parliamo delle figurine Panini che sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.30 sbarcano nel piazzale Asia per il Panini Tour 2012.

In occasione della 51a edizione, il tour toccherà svariate piazze italiane e attraverserà tutta la penisola. Ad accompagnare l’evento, giochi, quiz a premi e distribuzione di gadget e bustine omaggio. Non poteva mancare, infine, lo spazio riservato allo scambio tra collezionisti.




Maxischermi e nuovi regolamenti: le novità per la tre giorni santagatina

s-agata.jpgFervono a Catania i preparativi per i festeggiamenti di Sant’Agata, patrona della città. Dedizione, fede, venerazione verso la santuzza ciò che i catanesi le hanno sempre dimostrato. 

Da quest’anno grandi novità accompagneranno i festeggiamenti. La prima ce la regala l’Arcivescovo: il nuovo regolamento riguardo il ruolo del capovara.

Fino ad ora il contratto di capovara durava a vita e le nomine per i collaboratori avvenivano in automatico. Da quest’anno tutto cambia e si dovrà tener conto del Regolamento per il conferimento dell’incarico di maestro per il fercolo. Tutto ciò significa che non ci sarà più un contratto tra il Capitolo della cattedrale e il capo mastro. L’incarico durerà tre anni e ci saranno delle regole da rispettare: il maestro del fercolo dovrà provvedere all’apertura e alla chiusura del sacello, curare la preparazione e la pulizia del fercolo e l’apertura del locale destinato. Inoltre dovrà curare quanto occorre per le processioni e dovrà presenziare sul fercolo che dirigerà durante il giro delle sacre reliquie. Obbligato alla formazione permanente, il capovara dovrà rinnovare ogni anno le proprie promesse battesimali. Si avvarrà dell’assistenza di 12 responsabili (cinque al fercolo, uno allo scrigno, uno alle maniglie, due al baiardo, uno alla casa del fercolo, due allo smaltimento della cera), scelti in accordo col delegato arcivescovile. Fercolo-SantAgata.jpg

Un’altra novità che sta facendo discutere molto in questi giorni è la possibilità della presenza di maxischermi in piazza. Secondo i promotori dell’iniziativa sarebbe un modo per coinvolgere molti più fedeli da diverse parti della città ed evitare la calca in prossimità del fercolo. Inoltre i cittadini saprebbero in tempo reale a che punto del percorso la processione sia arrivata. La proposta è inoltre accolta positivamente da coloro che non possono seguire la santa personalmente e che da anni si affidano alle dirette televisive delle emittenti regionali (visibili pure da satellite).
Si trova in disaccordo invece chi la reputa poco rispettosa nei confronti della religiosità della festa che spingerebbe i fedeli ad assistere alla festa piuttosto che a viverla in prima persona.





 

Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 13 Gennaio

PUT YA HANDS UP – BLACK MUSIC VS ROCK THERAPY
Barbaradiscolab, vicolo Flavio Gioia, 16  / Catania  

FIABE CHE AIUTANO A CRESCERE – LABORATORIO ESPERENZIALE PER GENITORI
La Casa di Creta, via Santa Caterina, 51 / San Pietro Clarenza (CT)

CAFÈ AMAN LIVE
Lomax, via Fornai, 44  / Catania

17 RE LIVE  (ingresso gratuito)
Waka Waka, piazza A. Vespucci, 1 / Riposto (CT)

AFROSPRITTZ IN OFFICINA (ingresso gratuito)
Officina, via Delle Scale  / Catania 

 

Sabato 14 Gennaio

ODISSEO – IL NAUFRAGIO DELL’ACCOGLIENZA – DANZA (fino al 15 Gennaio)
Scenario Pubblico, via Teatro Massimo, 16 / Catania

MOSTRA FOTOGRAFICA “AUTORI UIF” – COLLETTIVA A TEMA LIBERO B/N  (ingresso gratuito)
Via Vittorio Emanuele , 121 / Catania

TRIOCLIT LIVE
Lomax, via Fornai, 44 / Catania 

HEAVY HAMMER SOUND – DJSET
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania 


Domenica 15 Gennaio

VISITE GUIDATE A PALAZZO MANGANELLI
Palazzo Manganelli, piazza Manganelli, 16 / Catania 

LA GOVERNANTE – RAPPRESENTAZIONE TEATRALE (fino al 3 Febbraio)
Teatro Verga, via G. Fava, 35 / Catania

CARMEN – DRAMMA LIRICO 
Teatro Massimo Bellini, piazza Teatro Massimo / Catania 



Oro nero alle stelle – Sicilia da primato

benzina.jpgLa scorsa settimana su tutto il territorio nazionale, tranne in Sicilia, sono scattati gli aumenti del carburante. Nonostante ciò, sull’isola si registrano i costi più alti di tutta Italia.

La benzina verde arriva a costare 1,729 euro al litro con picchi di 1,74 mentre il diesel 1,710. Se si pensa che la media nazionale per la verde è di 1,684 e per il diesel di 1,669, quella siciliana risulta nettamente più cara.

Secondo consumatori e rappresentanti di distrubutori la causa è attribuibile all’impossibilità degli isolani d’andare in altre regioni a fare il pieno, motivo per il quale le grandi compagnie se ne approfitterebbero. Le compagnie di distribuzione dal loro canto tirano in ballo i costi elevati dei trasporti nell’isola.

Ripetute volte il rappresentante dei distributori per la Confcommercio ha chiesto chiarimenti riguardo i prezzi così elevati ma non ha ricevuto mai risposte. Si aggiungono poi i consumatori che hanno chiesto persino l’intervento del governo regionale.

Purtroppo i costi elevati non sono i soli problemi legati al carburante. In Sicilia arrivano ogni anno circa 30 milioni di tonnellate di petrolio che viene raffinato dai petrolchimici di Augusta, Priolo, Gela e Milazzo e che costituisce il 40% del petrolio lavorato in Italia. L’inquinamento che ruota attorno a tutto ciò non è dunque indifferente.