Sentenza di abbattimento ma l’ecomostro vive ancora

Ecomostro-Acireale-hotel-aloha-mare-b.jpgEra maggio del 2012 quando il Consiglio di Giustizia Amministrativa decise che l’albergo Aloha Mare definito ecomostro doveva essere abbattuto per ripristinare l’area verde della riserva naturale La Timpa di Acireale. La notizia mandò in estasi quanti si erano battuti per la salvaguardia della scogliera rocciosa, per la vittoria sull’abusivismo edilizio.

Ma facciamo un passo indietro.

Era il 1975 quando il Comune di Acireale bloccò i lavori a quello che sarebbe divenuto un lussuolo hotel di sette piani a picco sul mare perché i proprietari erano sprovvisti di regolari permessi (accertato dal CGA). Alcuni privati difatti avevano deciso di riempire di cemento una parte di scogliera acese che all’epoca non era ancora protetta in quanto la Riserva Naturale Orientata non era stata ancora istituita. Bisognerà aspettare il 1999 (data di istituzione della Riserva e delle relative norme di protezione ambientale) affinché le voci di associazioni, ambientalisti, volontari e del Comune stesso venissero ascoltate.

Da quegli anni si sono susseguite denunce, battaglie legali, sentenze e ricorsi vari anche da parte dei proprietari. L’ultima e definitiva, quella del 2012 appunto, costituisce una vera e propria vittoria: l‘abbattimento dello scheletro di cemento che da 37 anni deturpa la riserva e il paesaggio.

L’opera di abbattimento sarebbe a carico della proprietà ma, nonostante la sentenza, non ha ancora provveduto a rimuovere l’ecomostro. D’altra parte l’Amministrazione che potrebbe provvedere all’abbattimento a spese proprie pare non disporre dei fondi necessari. La terza via sarebbe un accordo tra pubblico e privato ma tutto sembra essere immobile senza alcuno spiraglio di speranza.

Per quanti altri anni saremo costretti a vedere quell’obbrobrio?

 

 



Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 14 Dicembre

VINICIO CAPOSSELA LIVE
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania

AETNACON 2012 (ingresso gratuito)
Città della Scienza, via Scuto Costarelli / Catania

XU ZHONG DIRIGE BEETHOVEN E STRAUSS (fino al 15 Dicembre)
349 Eat Drink Event, Vecchia D 16 / Catania


Sabato 15 Dicembre

LE STORIE INFINITE – CIRCOLO DEI LETTORI (ingresso gratuito)
Tempolibro Libreria dei Ragazzi, via S. Euplio 20/22 / Catania

NOVELLE ORIENTALI – MOTOMIMETICO
Teatro del Canovaccio, via Gulli, 12 / Catania

NERVI – ALTERNATIE/INDIE
La Chiave Nera, via Landolina, 68/70 / Catania


Domenica 16 Dicembre

DOXY JAZZ QUARTET LIVE (ingresso gratuito)
Rolling Catania, via Coppola, 8-10 / Catania

VIE DIAXASSO: LA VITA CI MESCOLA – ESPOSIZIONE (fino al 3 Gennaio)
Centro Voltaire, via Scuto, 19 / Catania

VISIONARIA LAPSUS SELECTION – SELEZIONE VIDEO E MUSICHE VINTAGE (ingresso gratuito)
La Jabena, via Sant’Elena, 13-15 / Catania





Festa della Vendemmia – Pace, amore e Tinturia

piedimonte etneo, festa della vendemmia 2012, catania, tinturia, stand gastronomici, guinness world records, salsiccia più grande del mondo, ingresso gratuito, eventi, tradizione, cucinaGrande festa di fine estate nel comune di Piedimonte Etneo, alle pendici dell’Etna.

Ogni anno tradizionale appuntamento, quello che chiude la stagione estiva e ci accompagna in quella autunnale.

L’appuntameno con la Festa della Vendemmia con la tradizionale pigiatura dell’uva con i tradizionali mezzi dell’epoca e il corteo dei vendemmiatori in vesti tipiche è per il 28-29-30 Settembre.

Come l’anno scorso con l’arancino più grande del mondo alla presenza dei giudici ufficiali, la comunità etnea tenta di raggiungere quest’anno un nuovo Guinness World Records: quello della salsiccia più lunga del mondopiedimonte etneo, festa della vendemmia 2012, catania, tinturia, stand gastronomici, guinness world records, salsiccia più grande del mondo, ingresso gratuito, eventi, tradizione, cucina

Ospiti musicali come i Tinturia, gruppi folk, animazione, stand espositivi allieteranno le serate del fine settimana della grande festa. Non mancheranno degustazioni eno-gastronomiche locali, esposizione dei prodotti, incontri culturali e mostre.

Da qualche settimana, Aspettando la vendemmia, nelle domeniche 6-19-23 Settembre, durante le quali si potevano degustare pietanze secondo la tradizione contadina, ha registrato una grande affluenza. Dati questi che fanno presagire un altro grande successo per le tre serate conclusive.




Mentelocale presenta Zummit Fest 2012

stampa per100x70 copia.jpg

Mentelocale è un’associazione culturale no profit e apartitica gestita interamente da ragazzi che vogliono creare un punto di ritrovo, di confronto e di formazione. Creare un ambiente dinamico e di confronto dove poter socializzare, fare “mente locale” e sviluppare il proprio potenziale, garantendo un impatto positivo sulla società.

Mentelocale è arte, cinema, è musica, è incontri, iniziative, progetti. Cultura. È tutto quello che mancava in un paese come Fiumefreddo di Sicilia, un paese come tanti altri in cui scarseggiano stimoli e centri di aggregazione giovanili. Mentelocale è una boccata d’aria per chi ha voglia di fare, creare e impegnarsi nel sociale. 

Vi inoltro la presentazione di Zummit Fest, una tra giorni d’arte, cultura e musica.

L’associazione culturale Mentelocale con il patrocinio del comune di Fiumefreddo di Sicilia organizza per il 28, 29 e 30 agosto 2012 la prima edizione dello ZUMMIT FEST che si terrà a Fiumefreddo di Sicilia nei locali del Casale Papandrea sito in via Chiesa (quartiere Castello).

ZUMMIT FEST è una tre giorni d’arte e cultura che ha come obiettivo quello di creare un ambiente dinamico e di confronto dove poter promuovere cultura e partecipazione, far sviluppare il proprio potenziale e garantire un impatto positivo sulla società e il territorio.

L’evento si sviluppa dalla mattina alla sera e prevede workshop di fotografia, videomaking e scrittura creativa, spazi espositivi d’arte (fotografia, pittura e scultura) e videoproiezioni (fruibili per tutti e 3 i giorni). Nel pomeriggio ci saranno lezioni d’arte, laboratori creativi e incontri con personalità di spicco provenienti dal mondo dell’arte, della cultura e del sociale. Il programma serale vedrà invece alternarsi il progetto VideoMapping e le esibizioni di band emergenti, cantautori e musicisti all’interno del contest musicale Shu!. Giorno 30 agosto alle ore 21.30 il palco di Zummit Fest ospiterà gli Ipercussonici che si esibiranno e chiuderanno la prima edizione del festival Zummit.

L’obiettivo è la condivisione di esperienze, la creazione di un lungo momento di partecipazione e scambio nell’immensa cornice artistica e culturale. Molte saranno le collaborazioni da parte di associazioni e realtà che operano sul nostro territorio e contribuiscono a migliorarlo.

Zummit Fest è un evento rivolto a tutti, gratuito e senza fini di lucro che vuole far emergere le risorse umane e artistiche del nostro amato territorio. 

Zummit dunque è anche workshop, esposizioni, laboratori creativi e tanta buona musica. Ospiti gli Ipercussonici, gruppo catanese che da poco ha pubblicato “Quannu moru, faciti ca non moru“, liberamente ispirata alla popolare canzone di Rosa Balistreri.


Potrete consultare il programma completo sulla pagina ufficiale dell’evento.

Per eventuali informazioni potrete scrivere a 

mentelocalefiumefreddo@live.it o rivolgervi al 349 4016008.


Buon divertimento!






Trenitalia sopprime 38 treni

catania,trenitalia,soppressione 38 treni,catania,taormina,giarre,agrigento,siracusaSe qualcuno l’avesse sospettato, sappia che è tutto vero: dal 29 luglio Trenitalia ha soppresso ben 38 treni, la metà di questi interessano la città di Catania e collegamenti per Giarre, Taormina, Siracusa, Caltanissetta e Agrigento. I tagli hanno colpito inoltre anche città e collegamenti da/per Palermo, Siracusa, Gela.

Tagli che rischiano di emarginare molti paesi, tra cui Pozzallo, Ispica e Scicli.

La notizia allarmante del piano di desertificazione dei trasporti siciliani lanciata dalla sezione trasporti di Cgil, Cisl e Uil, sembra invece voler passare in secondo piano con uno spostamento d’attenzione sulla velocizzazione della tratta Catania-Palermo che, secondo il piano promosso da Siciliaway, consentirebbe ai pendolari di raggiungere i due capoluoghi in due ore circa.

Ma come si traduce tutto questo in numeri?

Treni attivi sul territorio siciliano: 372 (410 prima dei tagli Treninitalia).
Posti di lavoro in meno: 500.
Finanziamento destinato dal Ministero dei Trasporti alla Sicilia nel 2012: 90 milioni (110 prima della riduzione).


Non male, vero?




Mediterraneo: Tesori in alto mare e U mari non si spirtusa – Greenpeace per il Canale di Sicilia

__e12183.jpgUn appuntamento da non perdere perché di doppia valenza: culturale e civile. Da tempo il gruppo Greenpeace di Catania denuncia in modo diretto e creativo i disastri e i problemi ambientali che l’uomo crea senza scrupoli.
Vi lascio al messaggio dei volontari:

I volontari di Greenpeace Gruppo Locale di Catania sono lieti di invitarvi all’ inaugurazione della mostra fotografica “Mediterraneo: Tesori in alto mare”, un viaggio affascinante tra bellezze naturali dei nostri mari soggetti a pericolose minacce.

Durante la serata saranno esposte le foto vincitrici del concorso “#umarinonsispirtusa, cosa rischiamo di perdere“.

 
Con la campagna “U MARI NUN SI SPIRTUSA”, Greenpeace sta organizzando una serie di eventi di sensibilizzazione al fine d’illustrare la roadmap di tutela del Canale di Sicilia.
 
Tutti i cittadini possono seguire il tour partecipando alla mostra fotografica itinerante, che per l’occasione della chiusura del tour sarà ospitata a Villa Fortuna, domenica 5 Agosto, dalle 19 alle 24, in via Lungo Mare dei Ciclopi n° 139 ad Acitrezza. 

Per avere maggiori informazioni sulla Campagna Nazionale è possibile visitare il sito www.notrivelletour.org e aderire alla petizione per chiedere al proprio sindaco di sottoscrivere l’appello rivolto al ministro dell’Ambiente.




Poveri noi – I volti degli invisibili

01.pngInaugurata il 5 Giugno e presente fino al 29, “Poveri noi” è un’interessante mostra fotografica che troverete presso la libreria Feltrinelli di Catania.

È un progetto questo realizzato da Fabrizio Villa, fotogiornalista, in collaborazione con la Caritas Diocesana di Catania e TeleStrada, web tv gestita dalla stessa Caritas.

Di chi sono i volti raffigurati nelle foto? Sono volti degli ospiti della Locanda del Samaritano, un centro accoglienza che ospita attualmente oltre 45 persone senza fissa dimora.02.png

Volti reali sui quali è scritta la storia, il disagio e la sofferenza.

Volti visibili di gente invisibile.

Il fatto che gli ospiti della Locanda del Samaritano, siano stati parte attiva nella realizzazione dell’evento è esemplare, perché vede i protagonisti attivi della vita sociale. Spero vivamente che in futuro, eventi di questo genere si ripetano più numerosi e incisivi, non solo nel campo del fotogiornalismo, ma anche in altri campi artistico-culturali” ha detto Don Enzo Algeri, direttore della Caritas Diocesana di Catania.

Il ricavato della vendita dei ritratti, per volontà del fotogiornalista Villa, è stato interamente devoluto alla Caritas Diocesana.

Per acquistare le opere basta mandare un’email all’indirizzo:  telestradacaritas@gmail.com



Generazioni al bivio – Storie di chi parte e di chi resta

bivio.jpgPartire o restare: generazioni al bivio quelle dei giovani con la voglia di prospettive diverse. Non so quale tra le due scelte sia più facile, ma sicuramente entrambe sono coraggiose. Il coraggio di restare è paragonabile al coraggio di partire: in entrambi i casi si è alla ricerca di un miglioramento in grado di poter cambiare la propria vita.

Restare per cambiare le cose, partire per cambiare le cose. Non importa se da sud a nord o da nord a fuori Italia, alla base c’è sempre un malessere che spinge verso una decisione. 

locandina_no_surrender.jpg“No surrender: Storie di chi parte e di chi resta” parla di scelte, cambiamenti, coraggio, sogni e speranze. L’evento che si svolgerà il 13 Febbraio alle 20.15 al cinema King di Catania farà da contenitore alle proiezioni di due film in prima visione.

In anteprima assoluta saranno proiettati il cortometraggio “Il pezzo di carta” di Marco Pirrello, giovane regista catanese e il documentario “Italy: love it or leave it” di Gustav Hofer e Luca Ragazzi.

L’evento organizzato da Cinestudio di Catania in collaborazione con RadioLab, il quotidiano etneo CTzen, e Unpress, associazione a sostegno del giornalismo universitario regalerà spunti di riflessione e il ritratto di un’Italia che non lascia spazio ai giovani.

La serata sarà presentata da Fabio Gaudioso di Cinestudio Catania. Interverranno il regista Marco Pirrello, il direttore del quotidiano CTzen, Claudia Campese e Anita Gensabella di RadioLab.



Concorso di idee

C’era una volta il mercato ortofrutticolo di San Giuseppe la Rena che ogni settimana dal lunedì al venerdì animava gli spazi dell’intera struttura. La struttura di quasi dieci ettari, utilizzata per circa cinquanta anni è dal nove maggio di quest’anno abbandonata, ma da Franz Cannizzo, assessore alle Attività produttive, arrivano buone notizie: sarà presto lanciato dal Comune un concorso di idee mirato alla riqualificazione dell’area. Tale proposta nasce anche in seguito all’esigenza di bloccare furti e atti vandalici che si sono manifestati nella struttura.

Il concorso di idee sarà aperto alla città e coinvolgerà anche la Camera di Commercio, gli ordini professionali, le associazioni e quanti vorranno riqualificare l’area dell’ex mercato in chiave sia economica che turistica.

nuove-idee-nuove-imprese.jpg