Chiusura Local Blog – Meglio un arrivederci che un addio

catania, 2013, localblog, virgilio, libero, trattativa, chiusura, arrivederci, collaborazione264 articoli, più di 74.700 le visite. Numerosi lettori sia su Virgilio sia sulla pagina Facebook. Condivisioni, segnalazioni, commenti ed email. Questo sono stata io in 2 anni di collaborazione con Virgilio per il progetto Local Blog. E questo siete stati voi, supporto e scambio.

L’avventura volge al termine perché il progetto che doveva essere acquisito da Libero non ha trovato nessun accordo e dunque a fine mese il blog della città di Catania chiude i battenti.

Ringrazio uno per uno tutti i lettori, i colleghi blogger e le loro stupende città, chi mi ha scelta come portavoce della mia splendida Catania e Virgilio per avermi permesso di vivere una esperienza come questa.

Non so ancora cosa ci riserverà il futuro e se un nuovo blog di Catania rinascerà.

Nel dubbio, è meglio un arrivederci che un addio!

 

Grazie a tutti!
M.

La France et ses idoles – La Francia del ‘900 a teatro

la_france_et_ses_idoles.jpgSe siete appassionati della Francia e della cultura francese del ‘900 non potete sicuramente farvi scappare questo spettacolo.

Il 24 gennaio al Teatro Piscator (via Sassari 16) troverete un’atmosfera sognante e magica grazie a La France et ses idoles di Maria Pistorio che grazie a canzoni, poesie e opere di personaggi illustri del panorama artistico-culturale vi faranno rivivere la Francia novecentesca. 

La France et ses idoles si propone di raccontare la Francia attraverso gli artisti che l’hanno resa grande e che si muovono nella scena artistico-letteraria negli anni ricchi di fermenti culturali compresi tra il 1920 e il 1960.

La France et ses idoles non ha una collocazione artistica ben definita, non è, infatti, né un recital, né un musical ma potrebbe considerarsi una rappresentazione teatrale in cui i due protagonisti, cantante e dicitore, incarnano e danno voce ai personaggi principali: musica, letteratura, pittura, cultura, storia, alternando all’esecuzione di canzoni tratte dal repertorio classico francese (Piaf, Brassens, Brel), la recitazione di poesie e brani tratti da opere di scrittori francesi del ‘900 (Prévert, Céline, Eluard), la visione di diapositive e un’illustrazione delle tappe della musica francese con brevi profili dei cantanti ed autori più rappresentativi. __e13719.jpg

Il lavoro nasce dall’intento di attribuire vigore e valenza artistica al repertorio francese spesso oscurato da una discografia anglo-americana sempre più marcata, contestualizzandolo nell’epoca stessa che ne aveva definito temi, toni, melodie. 

L’amore è il tema conduttore che, comunque , si snoda e si espande nel rispetto della linea dell’autrice che è quella di conoscere, apprezzare, valorizzare le culture altre in tutti i suoi molteplici aspetti.