Il mondo prima della fine del mondo – Aetnacon 2012

catania 2012, convention, 21 dicembre, fine del mondo, musica, arte, cinema, società, dibattito, scienze, la città della scienza, medicina, geografia, ambiente, aetnacon 2012Il 14 e il 15 dicembre, Convention siciliana Aetnacon, organizzata dalla rivista Fondazione Sf Magazine, quest’anno verrà ospitata dalla location de La Città della Scienza, esempio di archeologia industriale recente riconvertito in un centro polifuzionale che propone incontri di divulgazione scientifica e letteraria.

Il Mondo prima della fine del mondo” è l’intrigante sottotitolo di una convention che tradizionalmente vuole unire scienza e letteratura. Ovviamente, in prossimità del mitico 21 dicembre 2012, quest’anno la tematica non poteva essere che quella del futuro del nostro pianeta. Interverranno diversi esperti nel campo della biologia e della medicina, scienze naturali, geologiche e ambientali. Inoltre personaggi importanti della fantascienza italiana approfondiranno il “catastrofismo planetario” da un punto di vista squisitamente letterario e immaginifico.
Una delle conferenze a cura della dott.ssa Adriana Bonforte, inoltre, proporrà la riscoperta di uno degli scrittori francesi più discussi del secolo scorso, René Barjavel e del suo libro Ravage, vera chicca per gli appassionati di fantascienza sociale.
Altro importante contributo sarà l’intervento da oltre oceano di Paul Di Filippo, critico, scrittore, saggista, che interverrà in videoconferenza da Providence per parlare ai fan siciliani. Di Filippo, recente ospite della scorsa Italcon, appassionato dell’Italia e della Sicilia, si è detto profondamente onorato ed emozionato all’idea di poter interloquire con il pubblico presente all’Aetnacon. catania 2012, convention, 21 dicembre, fine del mondo, musica, arte, cinema, società, dibattito, scienze, la città della scienza, medicina, geografia, ambiente, aetnacon 2012
Altri interventi saranno, un intervento su Star Trek e sugli episodi e i film di questa ultra decennale saga che hanno raccontato i pericoli d’estinzione per il nostro pianeta. La presentazione dell’ultimo numero della rivista Fondazione SF Magazine, il 20° della serie, vedrà i due fondatori della rivista, il già citato Claudio Chillemi e Enrico Di Stefano, illustrarci le iniziative della neocostituita associazione culturale, omonima della rivista, che ne costituisce il bollettino ufficiale.
 
E, infine, l’immancabile concerto di musica contemporanea a cura di Armando Corridore, caratteristica saliente di tutte la convention all’ombra del vulcano.





Processo breve: un dibattito a Catania

processo.jpg

Segnalazione insolita: si tratta di un dibattito sul processo breve dal titolo «Processo breve: giusto processo?» che si terrà sabato 16 gennaio alle 17.00 presso l’aula magna della facoltà di Scienze Politiche. Cosa ha di interessante? Secondo questa proposta di legge il processo penale dovrebbe durare al massimo due anni. Positivo o negativo in una città come Catania con la Giustizia paralizzata? Impossibile dirlo senza informarsi adeguatamente. Si tratta di una riforma che interessa tutti, e i relatori sono di “alto livello”:

  • Antonio Ingroia Procuratore Aggiunto presso la Procura della Repubblica di Palermo
  • Angela Napoli Deputato del pdl e componente della Commissione antimafia
  • Guido Ziccone Professore Ordinario di Diritto Penale presso l’Università di Catania
  • coordina Salvatore Aleo Professore Ordinario di Diritto Penale presso l’Università di Catania

A organizzare l’incontro è l’Associazione catanese Antiestorsione Asaec che dal 1991 si occupa di legalità e racket a Catania.

Per saperne di più, leggete di seguito:

l’Asaec – Associazione Antiestorsione Libero Grassi di Catania – propone l’incontro dal titolo “Processo breve: giusto processo? Intercettazioni e garanzie”, che si terrà sabato 16 gennaio alle 17.00 presso l’aula magna della facoltà di Scienze Politiche: «Da vent’anni sosteniamo le vittime del racket nel corso di tutto l’iter giudiziario – spiegano i soci Asaec – aiutiamo gli imprenditori prima, durante e dopo la celebrazione del processo. Nel corso dei 130 processi in cui l’Asaec si è costituita parte civile abbiamo ottenuto condanne esemplari: ci chiediamo se il processo breve e le restrizioni sulle intercettazioni incidono sulla democrazia, a favore di una giustizia sommaria che potrebbe vanificare l’impegno civile di molti commercianti, liberi professionisti, magistrati, cittadini  ed esponenti delle Forze dell’ordine che hanno speso, con instancabile tenacia, il loro tempo a difesa dell’economia siciliana». Interrogativi a cui risponderanno relatori di spicco come il Procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, il deputato nazionale  e membro della commissione parlamentare Antimafia Angela Napoli e i due professori ordinari di Diritto penale presso l’Università di Catania, Guido Ziccone e Salvatore Aleo, al quale è affidato il coordinamento dei lavori.
Sono stati invitati a partecipare all’incontro i parlamentari siciliani, i rappresentanti delle istituzioni locali, delle forze dell’ordine, delle associazioni di categoria e degli Ordini professionali etnei.