Voglia di borotalco – Teatro

“Voglia di borotalco” di Pietro Barbaro è una commedia che si colloca nella scia della migliore tradizione teatrale della farsa francese.
L’intreccio sbrigliato, l’incessante susseguirsi di capovolgimenti di situazione e il crescendo di comicità che si dipana con l’apparente naturalezza dell’imprevedibile, sono gli elementi che generano comicità e divertimento e guidano con sicurezza il pubblico nell’incalzante susseguirsi di contrattempi, malintesi e intrighi che caratterizzano la commedia.
È uno spettacolo senza pause, da godere dall’inizio alla fine, una «macchina» per provocare la risata il cui testo vorticoso e dinamico si basa su una serie di equivoci, giochi comici delle parti e colpi di scena che provocano il divertimento. Le situazioni e i personaggi sono talmente surreali da apparire inventati ma invece tanto indicativi dell’odierna società in cui una normale coppia di giovani coniugi litiga a causa dei comportamenti ambigui di lui.
La situazione si aggrava quando l’amante di lui minaccia di voler confessare alla moglie la loro tresca e degenera quando un invadente rappresentante di un’associazione benefica, per deformazione professionale, non resiste alla tentazione di aiutare tutto e tutti innescando un meccanismo che segna l’inizio di situazioni grottesche e divertenti.

Potrete assistere allo spettacolo il 9 e il 10 febbraio al Teatro Sipario Blu (via Maccallè) di Catania.

 


T’illumino d’intenso – Intensamente (a) Giarre

2842551147-3.jpg.pngTre anni fa il debutto ora diventato un appuntamento per la giornata di S. Valentino.
L’evento si svolgerà dalle ore 20 del 14 febbraio 2013 in piazza Duomo a Giarre.

T’illumino d’intenso, la celebrazione simbolica dell’amore verso gli altri e verso la vita stessa in fondo non poteva svolgersi in un giorno diverso da quello. E altrettanto simbolica e suggestiva sarà l’accensione delle lanterne per poi vederle volare in alto.


La Terza Edizione del sogno a cielo aperto giarrese ti aspetta! Nella sera di San Valentino puoi vivere l’emozione unica di illuminare il cielo con le luci dell’amore! Tutte le coppie di innamorati, gli amici, le famiglie e chiunque voglia festeggiare l’amore per la vita, lancerà la sua lanterna in cielo, all’unisono, al rintocco delle campane alle ore 20:00 in punto. 

Collaborando insieme con AVIS Giarre-Riposto, T’illumino d’Intenso 2013 vuole promuovere il concetto di AMORE per il prossimo e per la vita stessa.
Lasciati incantare da questa magia. Per San Valentino metti in luce il tuo amore!


Per info e per prenotare la tua lanterna vai su www.intensamentegiarre.it o collegati alla pagina facebook T’illumino d’Intenso.




 


Cabaret Yiddish con Moni Ovadia

Ovadia.jpgVi segnalo un interessante spettacolo che si svolgerà il 25 Ottobre presso il Cine-Teatro Odeon. Un’ occasione per conoscere e venire a contatto con tradizioni, storie e musicalità diverse dalle nostre. Uno spunto di riflessione e di arricchimento culturale.

La lingua, la musica e la cultura Yiddish, quell’inafferrabile miscuglio di tedesco, ebraico, polacco, russo, ucraino e romeno, la condizione universale dell’Ebreo errante, il suo essere senza patria sempre e comunque, sono al centro di “Cabaret Yiddishspettacolo da camera da cui è poi derivato il più celebre Oylem Goylem.
Si potrebbe dire che lo spettacolo abbia la forma classica del cabaret comunemente inteso. Alterna infatti brani musicali e canti a storielle, aneddoti, citazioni che la comprovata abilità dell’intrattenitore sa rendere gustosamente vivaci. Ma la curiosità dello spettacolo sta nel fatto di essere interamente dedicato a quella parte di cultura ebraica di cui lo Yiddish è la lingua e il Klezmer la musica.
Uno spettacolo che “sa di steppe e di retrobotteghe, di strade e di sinagoghe”. Tutto questo è ciò che Moni Ovadia chiama “il suono dell’esilio, la musica della dispersione”: in una parola della diaspora.
La musica Klezmer deriva dalle parole ebraiche Kley Zemer, che si riferiscono agli strumenti musicali (violino ed archi in genere e clarinetto) con cui si suonava la musica tradizionale degli Ebrei dell’est europeo a partire all’incirca dal XVI secolo.


http://www.ame.ct.it





#TagghilaGiarre – Evento green-social

gardening_and_social_media.pngLa nascita, il lancio, la sponsorizzazione di un evento o di un prodotto ai tempi dei social network per alcuni versi si rifà al primo prototipo di diffusione pubblicitaria (e a quanto pare quello più efficace): il passaparola. Un modello comunicativo immediato, diretto quanto il face-to-face, capace di tessere e raggiungere una fitta rete sociale.

Questo è ciò che è successo pochi giorni fa per “Tagghila”, il primo GardenParty di Giarre (in provincia di Catania).

Tutto nasce dall’appello di Rosario Emanuele Salanitri, Communication Director per Studio Agrodolce di Giarre, in cerca di un giardiniere coraggioso che potesse aiutarlo ad estirpare erbacce e spine da quello che presto diventerà uno spazio per gli amici a quattro zampe. Di lì a poco le proposte di coinvolgere la comunità avanzate da Annalisa Silingardi, Social Media Manager, hanno dato vita all’evento green-social che in poche ore ha raggiunto, grazie al passaparola, circa 1600 utenti di Facebook. Utenti che insieme hanno ridisegnato il concetto di “comunità“.

Vi lascio al comunicato rilasciato:

Si svolgerà a Giarre, il 9 Settembre 2012, dalle ore 9.00 alle ore 15.00 la manifestazione “Tagghila”, una giornata dedicata al mondo green, agli amanti della natura e degli animali. Ingresso libero.

Giarre ospiterà nella decade iniziale di Settembre il primo evento green nato interamente sul web. Grazie alla donazione di uno spazio privato e all’aiuto di cittadini e volontari sarà realizzata, in occasione della manifestazione, un’area dedicata agli amici a quattro zampe dove potranno correre, giocare e socializzare in piena libertà. La giornata consisterà in una prima parte dedicata alla pulizia e al giardinaggio degli spazi comuni ed in seguito continuerà con attività ludiche e momenti di convivialità. 

Il parco, il cui nome sarà Scondinzoland,  sarà gestito da una nascente associazione che si occuperà anche di creare un piccolo giardino con piante di particolare interesse che potrà diventare meta della collettività o degli amanti del verde.

L’apertura dello spazio ricreativo è prevista per fine Settembre, a termine dei lavori di logistica e riordino. Altre attività previste nell’ambito del progetto sono: corsi di educazione cinofila, momenti di pet therapy, giornate di socializzazione e convivialità.

Uno dei punti più innovativi della manifestazione è la sua nascita e il suo sviluppo all’interno dell’ambiente dei social media ed in particolare di Facebook. Ad idearla e concretizzarla Annalisa Silingardi (Social Media Manager) e Rosario Emanuele Salanitri (Communication Director per Studio Agrodolce Giarre).

«Usare Facebook per promuovere un evento è una pratica assoldata – dichiara Annalisa Silingardi – ma chiedere alla comunità di dedicare il proprio tempo per un bene comune, senza alcun rientro economico personale, è un obiettivo ambizioso in cui crediamo molto».

In gergo si chiama “crowfunding” ed è un processo collaborativo tipico dell’ambiente web attraverso il quale si può dare vita ad idee e progetti più diversi e disparati: dal green alla formazione, dal web project alla cucina.

«L’idea di fondo è riunire la comunità, socializzare, condividere l’amore per i propri animali, per il verde e per lo stare insieme – sostiene Rosario Salanitri – Sarà un team building ispirazionale per riscoprire il senso della parola “comunità”».  

La partecipazione all’evento è aperta e totalmente gratuita: sono previsti durante la giornata momenti musicali ed un piccolo rinfresco.

L’hashtag per seguire la manifestazione su Twitter e su Instagram è #TagghilaGiarre.

Link alla pagina dell’evento su Facebook

https://www.facebook.com/events/306279719469627/

 

Link al blog di Annalisa Silingardi con notizie sull’evento

http://caffeinainchiostroecaos.wordpress.com/2012/08/24/cambiareilmondoconisocial/

 

Link ai profili social degli organizzatori

Rosario Salanitri https://www.facebook.com/rosariosalanitri

Annalisa Silingardi  https://www.facebook.com/asi.claypool

 

Contatti:

Rosario Emanuele Salanitri (comunicazione, organizzazione e logistica) 

tel. 3313509095

rosario@studioagrodolce.com





Laboratorio di Teatro Siciliano

prodpovera.pngL’Associazione Culturale Produzionepovera nata nel 2006, è una piccola casa di produzione che da anni produce spettacoli con l’intento di rilanciare le culture e le voci del Sud

Il successivo incontro con l’autore-attore Gaspare Balsamo ha spinto l’Associazione verso la produzione di testi e progetti che hanno stretto maggiormente il legame tra teatro, terra e radici.

Con lo stesso medesimo scopo, l’associazione presenta il Laboratorio di Teatro Siciliano che si svolgerà il 4 Giugno a Catania.

Il laboratorio è rivolto ad attori, musicisti, professionisti e non. Gli incontri di natura pratico-teorica saranno propedeutici alla creazione di un’opera teatrale.

Le pratiche teatrali affrontate nel laboratorio saranno quelle che caratterizzano il teatro siciliano come ad esempio il cunto e il ballettu, il ritmo della scena, il racconto come modalità espressiva e visiva popolare.

Il lavoro che scaturirà dall’incontro verrà presentato infine al pubblico.

L’appuntamento dunque è per il 4 Giugno presso i locali della Chiesa di S. Francesco, in via Pietro Verri 10.

Ferus – Ricordando i giudici Falcone e Borsellino

testata-articolo.pngA vent’anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio, l’Associazione Ferus vuole ricordare i due giudici con un evento che vuole essere un inno alla speranza e al cambiamento.

“L’evento Ferus prende vita nell’intento di rinnovare la memoria dei giudici Falcone e Borsellino. A vent’anni dalle stragi, l’Associazione Nazionale Magistrati apre le porte del Palazzo di Giustizia al popolo catanese per affidare un messaggio di speranza alla voce ed al sentire della cultura, dell’arte e dell’impegno civile, nella convinzione che il bello, il giusto ed il buono della nostra terra sconfiggeranno la violenza, la sopraffazione e la devianza criminale che hanno insanguinato ed avvilito la Sicilia dei nostri anni”.


L’appuntamento è per mercoledì 23 Maggio alle ore 17 presso il Palazzo di Giustizia.

Per visionare il programma e gli appuntamenti, visitate il sito ufficiale dell’evento: www.eventoferus.com


EnoChocolate e Concerto 1° Maggio

129036-big-1-563-1_179449942173462_1-3253722929_268559_51722-55_n.jpgInaugurato il 27 Aprile in Piazza Università, l’EnoChocolate 2012 mira a diventare un appuntamento fisso al Sud Italia per professionisti e golosi, ma soprattutto una ricca vetrina per il Made in Italy.

Il connubio vino-cioccolato richiamando un pubblico di appassionati e professionisti, rappresenta un’occasione imperdibile per approfondire la conoscenza della tradizione, la valorizzazione dei prodotti locali e la possibilità di incontrare esperti vitivinicoli e maestri cioccolatieri.

Ma EnoChocolate è (stato) anche altro: nel calendario eventi di intrattenimento, sfilate, laboratori e workshop. Una cinque giorni che si concluderà domani con un gran finale: il concerto del 1° Maggio.

Per informazioni visitate il sito ufficiale dell’evento.

 

Buon 1° Maggio a tutti!


25 Aprile è Basula Fest

intro_2.jpgPer gli amanti della natura, della buona musica e del buon vino, il Basula Fest torna anche quest’anno!

L’evento, ormai giunto alla nona edizione si svolge al Parco Cosentini di Santa Venerina (prov. Catania), una macchia di verde che si estende per circa 5 ettari, anticamente riservata alla caccia.

Per tutta la giornata del 25 Aprile, festa della liberazione, potrete trovare sin dal mattino laboratori per piccoli, giocolieri, cantastorie, marionettisti, installazioni d’arte, mostre fotografiche e ancora musica live con le esibizioni di più gruppi musicali (dalla Calabria alla Sicilia, dai Balcani al Salento), arrusti e mancia accompagnato dal buon vino locale.

Un’atmosfera magica incastonata in una piacevole cornice naturalistica.

Basula 2012.jpg

Ingresso gratuito.


Il programma lo trovate sul sito ufficiale dell’evento.


Pagina Facebook: http://www.facebook.com/basulafest


Buon 25 Aprile a tutti!


I Gong di Daevid Allen in concerto

Gong1974.jpgAltro evento musicale da non perdere: venerdì 31 luglio a Zafferrana Etnea ci saranno nientemeno che i Gong, storica band capostipite del rock progressivo. Sul palco ci sarà una delle formazioni “classiche”, con  Daevid Allen, Gilli Smith, Steve Hillage e Miquette Giraudy.

Lo spettacolo di questi arzilli mostri sacri della storia del rock andrà in scena alle 21:30 nell’ Anfiteatro “Falcone-Borsellino”  di Zafferana Etnea.

I biglietti sono in prevendita presso i punti del circuito Box office, a 29 €. Probabilmente soldi molto ben spesi…

Organizzare Comunità nella Valle del Simeto

vivisimeto.jpgOrganizzare Comunità, è il titolo di un workshop organizzato dall’associazione Vivisimeto con la stretta collaborazione del Laboratorio di Progettazione Ecologica e Ambientale del Territorio (LabPEAT) dell’Università di Catania, che si svolgerà nella Masseria Aragona-Moncada, fra Adrano e Centuripe. Questo workshop strutturato in 3 giorni – 19 20 e 21 giugno –, è “degno di nota” per via dell’eccezionale presenza come relatori di due dei massimi esperti mondiali di “community organizing“: Kenneth M Reardon, direttore del Graduate Program in City and Regional Planning, University of Memphis e Wade Rathke, Chief Organizer ACORN International. Le iscrizioni al workshop sono già chiuse da qualche giorno, ma vale la pena assistere dalle 17.00 alle 19.00 agli incontri pubblici, che affrontano temi poco attenzionati dall’opinione pubblica catanese, ma fondamentali per lo sviluppo del territorio della Valle del Simeto:

Venerdì 19 l’incontro avrà titolo “Il ruolo delle comunità cittadine nella pianificazione e nello sviluppo della Valle del Simeto“, moderato dalla prof. Piera Busacca

Sabato 20 invece si parlerà di rifuti, con l’incontro “Un nuovo Piano per la gestione sostenibile dei rifiuti in Sicilia“, moderato da Claudio Grosso di Kalat Ambiente

Domenica 21 si parla di ambiente in senso più stretto, con l’incontro “Verso il parco fluviale del Simeto“, moderato dall’Ing. Filippo Gravagno

Raggiungere la masseria è semplice: basta da Catania seguire la strada statale 121, e proseguire in direzione Regalbuto. Superato il monumentale ponte Maccarone, la masseria è li a pochi passi