Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 25 Gennaio

MIRANATS  – MOSTRA FOTOGRAFICA DAL PERÙ (ingresso gratuito)
Arci, piazza Carlo Alberto, 47 / Catania

ESTERINA (ingresso gratuito)
Teatro Coppola, via Del Vecchio Bastione, 9 / Catania

JOSEPHINE, GLI ORMONI E LA LIBERTÀ – DIVERTISSEMENT (fino al 27 Gennaio)
Teatro del Canovaccio, via Gulli, 12 / Catania


Sabato 26 Gennaio

VERSO SUD  (ingresso gratuito)
ZO, piazzale Asia / Catania

IMMAGINI PER PASSIONE – COLLETTIVA FOTOGRAFICA
Vecchia Dogana, via Dusmet / Catania

RAF LIVE
Teatro Metropolitan, via S. Euplio, 21 / Catania


Domenica 27 Gennaio

DIMARTINO LIVE
ZO, piazzale Asia, 6 / Catania

BOB CORN LIVE
La Chiave, via Landolina, 64 / Catania

L’ARTE DEL DUBBIO – TEATRO
Teatro Verga, via G. Fava, 35 / Catania 



 


Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 28 Dicembre

DOWNTOWN: SUONI DAL SOTTOSUOLO (ingresso gratuito)
Magazzini Sonori, via G. Verdi, 65 / Catania

RITA BOTTO E GASPARE BALSAMO – CANTA LA NOTTE… NINNE NANNE E CUNTI
Lomax, via Fornai, 44 / Catania

LOVELESS WHIZZKID (fino al 29 Dicembre)
Barbaradiscolab, , vicolo Flavio Gioia, 16 / Catania


Sabato 29 Dicembre

MIRACOLO DI NATALE – TEATRO
Odè, via Felice Paradiso, 11/13 / Acirdei Benedettini, piazza Dante / Catania

TOMBOLA CULTURALE
Via Mancini / Catania

PREMIO GIANNI PISTARÀ –  PREMIO AI FOTOGRAFI UNDER 35 (ingresso gratuito)
Le Gru, corso Vittorio Emanuele, 214 / Valverde (CT)


Domenica 30 Dicembre

JSB – COME BACH  (ingresso gratuito)
Teatro Coppola, via Del Vecchio Bastione, 9 / Catania

ORCHESTRA FILARMONICA – CONCERTO DI CAPODANNO (ingresso gratuito)
Chiesa Madre, via Etnea / Mascalucia (CT)

IL REGALO DI BABBO NATALE – TEATRO
Teatro Piscator, via Sassari, 116/
Catania





Suoni da decifrare – Sperimentazioni e fantasia

Foto mostra STURIALE 2_34267_16377_t.jpgLa mostra “Suoni da decifrare” comprende ventuno pagine estratte da partiture musicali del compositore catanese Angelo Sturiale, la cui ricerca è contraddistinta dall’invenzione di sistemi di notazione musicale non convenzionali.

Gli spartiti in esposizione, scritti per varie formazioni strumentali e vocali, non sono solo opere grafiche da apprezzare esteticamente per la loro affascinante complessità e cura dei dettagli, ma rappresentano, prima di tutto, codici o mappe da decifrare secondo apposite legende che rivelano all’interprete nuovi significati di segni e simboli legati all’esecuzione musicale.

L’esigenza di inventare nuovi linguaggi musicali da scrivere ed interpretare con strumenti acustici – racconta Angelo Sturiale – è per me intrinsecamente legata all’idea di reinventare continuamente le maniere di relazionarmi con la realtà del mondo e le sue contraddizioni attraverso la musica. Scrivere nuove forme di organizzazione del suono non costituisce solo una necessità creativa, ma nutre pure quelle parti di me da cui scaturiscono sogni di nuovi scenari e consapevoli fughe dalla realtà oltre che incontenibili desideri di utopia.

Le opere di Angelo Sturiale resteranno in esposizione fino al 29 Ottobre presso LaFeltrinelli di Catania.





Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 24 Agosto

LENNON FESTIVAL – XIV EDIZIONE FESTIVAL DEDICATO ALLA MUSICA EMERGENTE (fino al 25 Agosto)
Anfiteatro del Parco Urbano / Belpasso (CT)

LINGUAGLOSSAETNA IN PHOTO – CONTEST FOTOGRAFICO NAZIONALE
Linguaglossa (CT)

DUE PASSI SONO – TEATRO
Villa Patti, via Santa Maria di Gesù / Caltagirone (CT) 

 

Sabato 25 Agosto

ENRICO BRIGNANO – LIVE SHOW
Villa Bellini, via Etnea / Catania

QUINTA GIORNATA DEL FOLK E DEL CARRETTO SICILIANO
Corso Italia / Giarre-Riposto (CT)

WE ROCK FEST OPEN AIR 2012 – PART III
Il Pigno, via Pennisi Petrone, 8 / Zafferana Etnea (CT)


Domenica 26 Agosto

BRIGANTINI IN CONCERTO – XII FESTA DEL PESCE
Piazza del Commercio / Riposto (CT) 

NON VOGLIO ESSERE RICORDATO PER AVER STILIZZATO UN CAVALIERE CROCIATO – MOSTRA PERSONALE PITTORICA (ingresso gratuito/fino al 9 Settembre)
Palazzo della Cultura, via Vittorio Emanuele, 121 / 
Catania

ARCI FEST 2012 – MUSICA DAPPERTUTTO, BEVERAGGIO E ARRUSTI E MANGIA (ingresso gratuito)
San Michele di Ganzaria (CT)





Mentelocale presenta Zummit Fest 2012

stampa per100x70 copia.jpg

Mentelocale è un’associazione culturale no profit e apartitica gestita interamente da ragazzi che vogliono creare un punto di ritrovo, di confronto e di formazione. Creare un ambiente dinamico e di confronto dove poter socializzare, fare “mente locale” e sviluppare il proprio potenziale, garantendo un impatto positivo sulla società.

Mentelocale è arte, cinema, è musica, è incontri, iniziative, progetti. Cultura. È tutto quello che mancava in un paese come Fiumefreddo di Sicilia, un paese come tanti altri in cui scarseggiano stimoli e centri di aggregazione giovanili. Mentelocale è una boccata d’aria per chi ha voglia di fare, creare e impegnarsi nel sociale. 

Vi inoltro la presentazione di Zummit Fest, una tra giorni d’arte, cultura e musica.

L’associazione culturale Mentelocale con il patrocinio del comune di Fiumefreddo di Sicilia organizza per il 28, 29 e 30 agosto 2012 la prima edizione dello ZUMMIT FEST che si terrà a Fiumefreddo di Sicilia nei locali del Casale Papandrea sito in via Chiesa (quartiere Castello).

ZUMMIT FEST è una tre giorni d’arte e cultura che ha come obiettivo quello di creare un ambiente dinamico e di confronto dove poter promuovere cultura e partecipazione, far sviluppare il proprio potenziale e garantire un impatto positivo sulla società e il territorio.

L’evento si sviluppa dalla mattina alla sera e prevede workshop di fotografia, videomaking e scrittura creativa, spazi espositivi d’arte (fotografia, pittura e scultura) e videoproiezioni (fruibili per tutti e 3 i giorni). Nel pomeriggio ci saranno lezioni d’arte, laboratori creativi e incontri con personalità di spicco provenienti dal mondo dell’arte, della cultura e del sociale. Il programma serale vedrà invece alternarsi il progetto VideoMapping e le esibizioni di band emergenti, cantautori e musicisti all’interno del contest musicale Shu!. Giorno 30 agosto alle ore 21.30 il palco di Zummit Fest ospiterà gli Ipercussonici che si esibiranno e chiuderanno la prima edizione del festival Zummit.

L’obiettivo è la condivisione di esperienze, la creazione di un lungo momento di partecipazione e scambio nell’immensa cornice artistica e culturale. Molte saranno le collaborazioni da parte di associazioni e realtà che operano sul nostro territorio e contribuiscono a migliorarlo.

Zummit Fest è un evento rivolto a tutti, gratuito e senza fini di lucro che vuole far emergere le risorse umane e artistiche del nostro amato territorio. 

Zummit dunque è anche workshop, esposizioni, laboratori creativi e tanta buona musica. Ospiti gli Ipercussonici, gruppo catanese che da poco ha pubblicato “Quannu moru, faciti ca non moru“, liberamente ispirata alla popolare canzone di Rosa Balistreri.


Potrete consultare il programma completo sulla pagina ufficiale dell’evento.

Per eventuali informazioni potrete scrivere a 

mentelocalefiumefreddo@live.it o rivolgervi al 349 4016008.


Buon divertimento!






Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 13 Luglio

ETNA IN BLUES 2012 (fino al 14 Luglio)
Parco Trinità Manenti / Mascalucia (CT)

STING LIVE
Teatro Greco / Taormina (ME)

TIMPAVIVA 2012 (fino al 14 Luglio)
Le Chiazzette, SS 114 km 81 / Acireale (CT)

 

Sabato 14 Luglio

IO MI NUTRO D’ARTE – ARTISTI ED ESIBIZIONI PER RACCOLTA FONDI E ALIMENTI A FAVORE DEI SENZATETTO CATANESI 
Villa Bellini / Catania

TEMPOQUATTROQUARTI – PERSONALE D’ARTE (ingresso gratuito)
Le Ciminiere, viale Africa, 12 / Catania

JORDI BERNADÒ. INSULA PENINSULAR – MOSTRA FOTOGRAFICA (ingresso gratuito/fino al 30 Settembre)
Galleria Credito Siciliano, piazza Duomo, 12 / Catania

BRIGANTINI LIVE (ingresso gratuito)
Piazza Dante / Acireale (CT) 


Domenica 15 Luglio

SERATA BIO – MERCATINO PRODOTTI BIOLOGICI (ingresso gratuito)
Arumata, via Asti, 16 / San Giovanni La Punta (CT)

OLTRE L’IDEA… LA MATERIA – PERSONALE DI PITTURA (ingresso gratuito/fino all’8 Settembre)
Mammut Art Space, via S. Lorenzo / Catania



Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 13 Aprile

CIRRONE LIVE
Lomax, via Fornai, 44 Catania 

SOUND SYSTEM NIGHT REGGAE
Centro Sociale Auro, via S. M. del Rosario, 26 / Catania 

IL TRADITORE – SPETTACOLO TEATRALE, VOCE, TAMBURO E FISCHIO
Chiesa S. Francesco, via Pietro Verri, 10 / Catania 


Sabato 14 Aprile

GIOCATTOLI E SCIENZA – MOSTRA INTERATTIVA DI GIOCATTOLI SCIENTIFICI (fino al 30 Aprile)
Palazzo della Cultura, via Vittorio Emanuele, 121 / Catania

ION CLUSTER LIVE
Latte+, via Del Vecchio Bastione, 55 / Catania 

IL BERRETTO A SONAGLI – RAPPRESENTAZIONE TEATRALE
Cineteatro comunale, Piazza comunale / Giardini Naxos (ME)


Domenica 15 Aprile

CENA AFRODISIACA E MONOLOGHI SEXY E DIVERTENTI – CABARET
Isivillage, via Fisichelli, 63 / San Giovanni La Punta (CT)

GUARDATI DENTRO – MOSTRA DI “FOTOPITTURE” (ingresso libero/fino al 29Aprile)
Palazzo della Cultura, via Vittorio Emanuele, 121 / Catania

SE SOLO MI GUARDASSI – PERSONALE D’ARTE DI ANTONIO D’AMICO (fino al 16 Aprile)
Arionte Arte Contemporanea, via Carcaci, 19 Catania




Sant’Agata 2011: una festa tutta da scattare

5076464070_fc0a9d2cce.jpgSemu tutti devoti tutti? Catania si prepara alla festa di Sant’Agata. I cittadini si dividono tra i devoti, i curiosi e gli insofferenti ai festeggiamenti, religiosi e folkloristici. Su un punto però sono tutti d’accordo: con i fuochi del Borgo, i colori della folla e delle bancarelle, si tratta di tre giorni di spettacolo. Particolarmente attesi soprattutto dagli appassionati di fotografia. Così sono già molte le proposte di mostre e percorsi organizzati. Eccovene due.

Da oggi alle 18 fino al 20 febbraio, al palazzo Platamone (via Vittorio Emanuele, 121), sarà visitabile la personale del fotoreporter etneo Antonio Parrinello, Sant’Aituzza, dal vezzeggiativo con cui i catanesi chiamano con affetto la patrona. Un viaggio in bianco e nero, i colori della città – con la luce che si riflette sulla pietra lavica di palazzi e monumenti – ma anche il bianco dei sacchi indossati dai devoti e il nero delle coccarde appuntate sopra. I momenti della festa e i cittadini che la animano fissati su 35 instantanee, scattate negli ultimi dieci anni e stampate su carta per ottenere un effetto più naturale. La mostra sarà visitabile durante la settimana dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19,30; la domenica solo la mattina dalle 9 alle 13. Nei giorni della festa, dal 3 al 5 febbraio, apertura straordinaria: dalle 9 alle 24

Se invece siete proprio degli appassionati e vi piacerebbe provare a scattare delle immagini dei festeggiamenti, il gruppo Triquadro organizza un workshop apposito, Festa di S. Agata:un’esplosione di devozione (sul sito trovate tutte le informazioni e il modo per iscriversi). Un percorso, macchina fotografica alla mano, guidati da Sandro Santioli, noto fotografo e fotoreporter toscano. Collaboratore di numerose riviste italiane ed estere – provate a sfogliare National Geographic Italia -, Santioli spazia dai lavori creativi a quelli per riviste specializzate nel settore turistico, per cui è stato anche editore e photoeditor. Un gruppo di massimo dieci persone si incontrerà mercoledì 2 febbraio in una cena di presentazione per fare conoscenza. Dall’indomani, si comincia a scattare. La mattina del 3 febbraio durante la processione di offerta della cera e il pomeriggio tra le vie del centro storico. Il 4 e 5, invece, si segue la Santa, dall’uscita dalla cattedrale all’alba alla processione per le vie della città, soprattutto nei momenti più coinvolgenti come la salita di San Giuliano e l’ultima notte di festa prima del rientro in chiesa.

[Foto: un momento di uno dei workshop fotografici organizzati da Triquadro a Catania, di Deborah Lo Castro per Triquadro]

 

Scau Studio: in mostra l’architettura sostenibile

Uffici_Repin_Aci_Catena.jpg

Capita di girovagare per le strade della città e notare mostri di cemento che sembrano mangiare l’aria, la vista e un pezzetto di buonumore di chi guarda. Sarei ingenerosa se dicessi che questo succede solo a Catania, ma nel capoluogo etneo l’abusivismo e la speculazione edilizia dei decenni passati hanno certo deturpato parte del centro urbano e della provincia.

Ogni tanto però qualche buona notizia c’è. A Catania dal 1980 esiste uno studio d’architettura che ha come obiettivo quello di progettare edifici che strizzino l’occhio alla tecnologia, ma anche alla sostenibilità. E’ lo Scau Studio, che tenta di coniugare nei suoi lavori il linguaggio estetico modernista con l’attenzione al contesto ambientale in cui poi questi prenderanno vita. «Alla base di ogni progetto c’è l’equilibrio tra architettura e natura – spiega Angelo Vecchio, il fondatore dello studio – Il nostro lavoro si basa sulla lettura del territorio e la realizzazione in esso di elementi che siano in armonia con la storia e il futuro».

Adesso, parte dei lavori sviluppati da Scau saranno in mostra a Palermo attraverso gli scatti di Giovanni Chiaramonte, fotografo e storico della fotografia italiana. La cornice sarà Palazzo Chiaramonte-Steri, che ospiterà l’esposizione fino al 12 novembre. Progetto e immagine. Scatti di architettura sostenibile vuole essere anche un modo per raccontare il territorio siciliano di oggi utilizzando un linguaggio comune alle due diverse discipline: la fotografia e l’architettura, appunto.

Quello che ne viene fuori è un’immagine diversa della città e del suo hinterland. Non più solo il grigiore di certi palazzoni – che sembrano messi lì solo per far dispetto a qualche antico e apprezzabile edificio appena accanto -, ma anche una Catania con delle oasi moderne e a misura d’uomo.

[Foto: uno dei progetti di Scau Studio, gli uffici Repin ad Aci Catena; di Giovanni Chiaramonte]

L’Etna posa per le prime foto 3D da satellite

vulcano_etna_catania.jpgL’Etna sorride, il satellite scatta. Il soggetto scelto per le prime foto tridimensionali del nostro pianeta è stato il vulcano catanese. Un primissimo piano, più particolareggiato che mai.

Un ritratto a meno di 12 metri, una rivoluzione rispetto agli scatti spaziali tradizionali effettuati a 60 o 90 metri. I singolari fotografi sono stati due satelliti molto più nordici, TanDEM-X e TerraSAR-X del centro aerospaziale tedesco. I due lavorano a distanza di 350 metri l’uno dall’altro.

L’Etna ha quindi inaugurato un sistema innovativo che, nei prossimi tre anni, fotograferà tutta la terra.

[Foto di VolcanoDiscovery]