Stop allo 048 degli oggetti 2012 – Eco-sostenibilità e riciclo

bando-artisti11.jpgL’anno scorso ho avuto il piacere di parlarvi di questa singolare manifestazione che ha visto numerosi artisti del riciclo in mostra presso Le Ciminiere.

Torna, dal 17 novembre al 6 dicembre, Stop allo 048 degli oggetti, una ricca vetrina di opere realizzate con materiali di scarto industriale e materiali di recupero in nome dell’ambiente e dell’eco-sostenibilità.

 

Artisti, associazioni, galleristi, fondazioni nazionali ed internazionali insieme per l’ambiente. Alla mostra Stop allo 048 degli oggetti saranno esposti opere d’arte realizzate con materiali di recupero, ricavati dagli scarti della produzione industriale, con lo scopo di re-inventare il loro significato. La mostra sarà ospitata a Catania presso Le Ciminiere, dal 17 novembre al 6 dicembre.

L’appuntamento comprende anche il premio Residenza artistica a Berlino, della durata di due settimane, che sarà assegnato all’artista che avrà mostrato maggiore sensibilità al tema del riuso, ma ci saranno anche laboratori e video lezioni, particolarmente rivolti alle scolaresche, con l’obiettivo di sensibilizzare le scuole e le famiglie alla tematica dell’eco-sostenibilità.

La mostra è stata pensata per sensibilizzare il pubblico non solo sul tema dell’eco-sostenibilità ma anche su quello del vivere sano, attraverso opere che trattano temi quali tossicodipendenza, prostituzione, malattie mentali, emarginazione, carceri, consumismo, vivisezione. Alla fine della mostra l’opera vincitrice sarà donata alla Provincia Regionale di Catania.




Etna Comics 2012 – 2° Festival Internazionale del Fumetto

etna comics 2012, cosplay, fumetti, contest, giappone, diabolik, eventi, le ciminiereDopo il successo della prima edizione, torna Etna Comics al Centro Fieristico “Le Ciminiere” il 14-15-16 Settembre. Appuntamento irrinunciabile per gli amanti del mondo dei fumetti!
L’anno scorso ci hanno promesso grandi cose e difatti tante sorprese ci attendono a partire dalla celebrazione dei 50 anni di vita di Diabolik. Etna Comics per l’occasione allestirà una mostra, ospite d’eccezione lo sceneggiatore Tito Faraci.

Nell’expo area troveremo stand, workshop, conferenze, case editrici e il Japancenter, un’area interamente dedicata alla cultura giapponese.

Etna Comics, Festival Internazionale del Fumetto è anche cinema d’animazione, giochi e videogiochi. Non mancheranno giochi di ruolo dal vivo e ospiti legati al mondo comics.
Una tra le novità il Cosplay Contest con ghiotti premi per i vincitori!

Siete pronti?

Vi lascio alla presentazione e al regolamento del Cosplay Contest, avrete tempo fino al 7 Settembre!

Buon divertimento!

Vesti i panni di un personaggio di tua invenzione, attraverso un COSPLAY ORIGINAL o un OUTFIT ispirato a mode internazionali, sali sul palco di Etna Comics e mostra a tutti ciò di cui sei capace! Sono ammesse sia SFILATE sia ESIBIZIONI, anche canore o di danza, non c’è limite alla creatività! Sarai un nuovo supereroe o un guru della moda? Un’idol della nuova generazione o un personaggio sovrannaturale? Non lasciarti sfuggire quest’occasione: la nuova stella di Etna Comics potresti essere proprio TU!

REGOLAMENTO: 
http://www.mediafire.com/view/?37diuzxjplr20i2

LIBERATORIA:
http://www.etnacomics.com/themes/newsflash/tmp/2012/liberatoria.pdf

GIURIA:
Gianluca “Lord Ashram” Betti (visual performer)
Sara “CiaLi” Giornarelli (fondatrice di CiaLi in Kawaiiland)
Andrea “Andie” La Rosa (presidente Rakuen Cosplay)

PREMI IN PALIO:

– PREMIO COMICS 
Fumetto online incentrato sul vincitore, a cura dell’Associazione Cuori d’Inchiostro.

– PREMIO VIDEOGAME
Videogame sviluppato nel corso dell’edizione catanese di Global Game Jam 2013, che vedrà protagonista il vincitore.

– PREMIO KAWAII 
Il vincitore sarà soggetto di una nuova linea di accessori/t-shirt firmata Kawaiiland, acquistabile online, di cui riceverà un campione per ogni articolo gratuitamente a casa propria.

– PREMIO CHARACTER DESIGN 
Il personaggio del vincitore sarà ritratto in un’illustrazione di uno dei grandi artisti ospiti di Etna Comics.

– PREMIO SPONSOR COSTUME MIC
Sponsorizzazione dallo shop online Mic Costumes: il vincitore riceverà gratuitamente un cosplay a sua scelta fra quelli in catalogo e il photoshooting realizzato con esso verrà inserito sul sito web del negozio.

– PREMIO MODELING
Il vincitore diventerà modello per la vendita italiana della famosa marca di abbigliamento Neko Wear.

– PREMIO VERVE
Invito a Radio Smile per un’intervista esclusiva.

– PREMIO ESIBIZIONE
Video musicale a cura di Riccardo Tropea incentrato sul vincitore.

– PREMIO VIP
Accesso all’Area Vip di Etna Comics e invito a cena con gli ospiti e gli organizzatori della manifestazione.

– PREMIO NOIR
Racconto dedicato dalla giovane autrice Yami, inserito nella sua prossima pubblicazione.

www.etnacomics.com






1930-1946: sedici anni di Calcio Catania in 60 foto

catania1946.jpg

L’altalena dalla serie C alla B e ritorno. La mancanza di fondi e l’impossibilità di andare in A. Cambi di nome fino all’attuale. La scelta dei colori: il rosso dell’Etnea e l’azzurro del mare. E’ la storia del Calcio Catania tra il 1930 e il 1946, adesso ricostruito in 60 immagini in mostra nella sala C2 del centro fieristico Le Ciminiere (viale Africa 12). L’inaugurazione è prevista per domani alle 11, ma le foto saranno visionabili fino a domenica 3 aprile.

A raccontarci il mondo rossazzurro in 16 anni saranno i cinque autori di un volume di cui avevamo già parlato: Tutto il Catania minuto per minuto, quasi un’enciclopedia ideata da Antonio Buemi, Carlo Fontanelli, Roberto Quartarone, Alessandro Russo e Filippo Solarino insieme alla Geo Edizioni di Empoli.

La mostra Il calcio a Catania tra le due guerre proporrà immagini che vanno dal 1930 al 1946, anni di grandi cambiamenti. Appena prima, nel ’29, la società partecipa al primo regolare campionato. Tra vittorie e sconfitte, la squadra passa in Prima Divisione e, tre anni dopo, in serie B per la prima volta. Fino al ’36, quando cambia il nome – diventando Associazione Calcio Catania – e retrocede. Nel ’38, però, arriva una buona notizia: viene inaugurato il nuovo stadio cittadino. La società oscilla tra B e C tra le interruzioni dovute alla guerra e si divide: a Catania esisteranno due squadre, Virtus e Catanese. Per il Club Calcio Catania come lo conosciamo oggi bisogna aspettare proprio fino al 1946, ultimo anno su cui si concentra la mostra.

[Foto: la prima formazione del 1946, di Club Calcio Catania]

Jean Calogero: sogni su tela

 

calogero_cs_small.jpg

Non basta che la fantasia si scapricci, non basta ciò che può risultare impossibile. Occorre l’incursione nella psicologia del profondo. Ossia un’attitudine […] fortemente introspettiva, spontaneista nella propria follia.

La prima volta che mi è capitato di vedere i quadri di Jean Calogero mi sono sentita catapultata in una fiaba. Una di quelle un po’ misteriose però. Mai avrei pensato di avere a che fare con un artista catanese.

Vuoi per il nome, vuoi per la fama, vuoi perché in Calogero anche gli scorci di Acitrezza sembrano diversi, esotici e irreali, rispetto a come li vedi ogni giorno.

Adesso i figli hanno deciso di promuovere una mostra a lui dedicata. Jean Calogero, l’antologica sarà visitabile fino al 12 dicembre presso il centro culturale Le Ciminiere (viale Africa 12).

Dalla sua prima esposizione personale – nel 1951 alla Galleria Hervé di Parigi – alla scomparsa, nel 2001: più di cento tele ripercorreranno le evoluzioni dell’arte di Jean Calogero.

E per imparare a conoscere ancora meglio l’artista, insieme alla mostra è stato pubblicato anche un volume curato da Carmelo Strano, ordinario di Estetica dell’Università di Catania. Sue sono le parole che aprono la segnalazione di questo evento, per spiegare come l’etichetta di surrealista stia un po’ stretta a un artista come Calogero.

[Foto: un’opera di Jean Calogero, Galleria Artesia – Archivio Fotografico Jean Calogero]

Da grande farò la matricola: lo strano caso Unict

rettorato catania_by angelo fallia.jpgL’Università di Catania potrebbe fare scuola. Da quest’anno, unico caso in Italia, l’ateneo etneo ha introdotto il numero programmato per tutte le facoltà. Stamattina, al centro fieristico Le Ciminiere si stanno svolgendo le ultime prove d’accesso, cominciate l’1 settembre. Un totale di 23156 iscritti ai test, di cui 12263 almeno ad una prova. Per soli 9270 posti a disposizione, divisi tra i diversi corsi di laurea.

Le aspiranti matricole hanno un po’ pescato nel mazzo. C’è chi ha provato l’ingresso a una sola facoltà, chi ha cercato di avere una coppia di opportunità, se non un tris. Perché l’ateneo non ha posto una limitazione al numero di prove che si possono sostenere. E nemmeno i 40 euro necessari per iscriversi a ciascuna sembra avere scoraggiato i futuri studenti di Unict.

I test dovrebbero verificare se i candidati sono in possesso di un’adeguata preparazione iniziale. Ma non basterà superarli perché, seppur ammessi in graduatoria, si potrebbe essere non del tutto idonei. Chi non passerà le prove con punteggio pieno, verrà iscritto “con riserva”. Significa che durante il primo anno di corso non potrà sostenere i normali esami, ma sarà obbligato a superare delle verifiche su dei corsi aggiuntivi per colmare le proprie lacune.

Entro il 20 settembre, comunque, tutti gli esaminati che avranno superato più di una prova e troveranno il proprio nome in diverse graduatorie, dovranno dare un’ordine di preferenza dei corsi di laurea che intendono frequentare.

Ma non mancano le polemiche. Nonostante l’affluenza ai test, c’è chi nota un grande assente: il diritto allo studio.

(La sede del Rettorato etneo, foto di Angelo Failla)

Festa Multietnica Caritas

Immagine-1185.jpg

Anche quest’anno la Caritas di Catania proporrà, per la quarta volta consecutiva, la

Festa Multietnica Sabato 19 Giugno ore 20,30
Anfiteatro Le Ciminiere Ingresso Gratuito

Balli, canti, musica, colori e sapori dal mondo.
Un “mare” che unisce i popoli.
Una “zattera” piena di amici in festa.
Gioia per persone che si ritrovano separate da distanze, ma unite dalla voglia di stare insieme.

Danze e canti dai cinque continenti. Musica e canti dalla cultura Rom. Suoni mediterranie con gli Scanzunati

Cena Multietnica un’occasione per avvicinarsi ai sapori di culture differenti dalle nostre, grazie alla degustazione di alcuni piatti tipici.