Dopo 17 anni, Experia sgomberato

Experia_piazzaUni-ct.jpgDopo 17 anni, questa mattina all’alba la polizia ha sgomberato il centro popolare occupato “Experia” di via Plebiscito. Pare che ci siano alcuni feriti fra i ragazzi che occupavano il centro. La notizia dello sgombero, di cui si parla da molto mesi, non è ancora molto diffusa in città, ma certamente non mancherà di far scattare numerose polemiche domani. Ci saranno quelli che daranno l’appoggio all’operato della polizia, perché dopo ben 17 anni si rimette ordine a una situazione di “illegalità”. Ma questi saranno certo i meno informati e i perbenisti, che non si scandalizzano per l’attività illecita che si svolge da ben più tempo qualche metro più su per la via Plebiscito, e in generale che vedono con meno “urgenza” problemi gravissimi per la città come la criminalità e naturalmente il buoco di bilancio del Comune con tutte le nefaste conseguenze che comporta.

La verità è che per quanto “abusivo”, “occupato”, “politicamente schierato” (a sinistra, ma senza fanatismi esasperati) l’Experia era una risorsa come poche per la città di Catania, sia come centro di aggregazione che come “officina culturale”, con tantissime manifestazioni ospitate lì dove nessun altro avrebbe fatto. Di seguito, un breve elenco delle attività che fino a pochi mesi fa l’Experia conduceva all’interno dei locali occupati – di proprietà della Regione siciliana – mai destinati ad altri scopi se non a restare vuoti.

Oggi è un pessimo giorno per Catania, che si dimostra una città ipocrita e poco attenta alle necessità dei suoi cittadini, a cui l’Experia rendeva un grande servizio. Tipico delle città in crisi.

Lotta greco-romana
La lotta greco-romana, sport ”figlio di un dio minore“ ma non per questo meno nobile e meritevoli degli altri. La lotta non meno di altre discipline è uno di quegli sport romantici dove si ha il confronto leale tra due individui, dove l’impegno, il sacrificio, la combattività, sono alimentate dal duro lavoro di ogni giorno, caratteristiche essenziali per affrontare la vita con i suoi sentieri tortuosi.
La lotta è nata con l’uomo per necessità di sopravvivenza o di dominio, trasformandosi poi in una forma di allenamento del corpo e in competizione agonistica praticata presso tutti i popoli in stili spesso assai diversi tra loro. Esaltazione della resistenza della forza dell’agilità e dell’astuzia, fa di essa il più completo e armonioso degli sport.
Ci trovate al CPO dal lunedi al venerdi dalle 19.00 sino alle 22.00

Ciclofficina Etnea è uno spazio all’interno del CPO Experia dove si condividono conoscenze e attrezzi per la riparazione e la costruzione di bici ed il riciclo delle loro parti.
La costruzione di una società migliore passa anche attraverso il superamento della cultura dell’automobile, e la bicicletta è uno dei mezzi (non l’unico, certo) più indicati a questo scopo.
Ci piace socializzare le nostre conoscenze tecniche e apprenderne sempre di nuove per contrapporle al modello dell’usa-e-getta che va per la maggiore.
Perché crediamo che la lotta contro guerre e devastazioni ambientali derivanti dal modello di sviluppo capitalista passino anche per l’adozione di stili di vita compatibili col mondo che auspichiamo, non dopo la rivoluzione, ma subito, adesso.
Ci trovate al CPO dal lunedì e il venerdì dalle ore 21 sino alle 24

La “Capoeira” è un’arte tutta particolare, nata in Brasile circa 350 anni fa dall’unione di rituali di lotta e di danze africane tradizionali. È l’unica arte marziale che fa uso della musica. Furono gli schiavi africani deportati in massa in Brasile a creare nel luogo di arrivo questa forma di difesa e attacco per cercare di sfuggire ai padroni. La lotta era così ben nascosta dentro i movimenti della danza che questi ultimi vi vedevano solo un gioco: “il gioco di Angola”, come essi lo chiamavano. Quest’arte è riuscita a resistere al tempo, e negli ultimi decenni del Novecento a diffondersi anche in Europa.
Le lezioni di capoeira si svolgono al CPO il mercoledì e il venerdì dalle 19.30 alle 22.00.

La palestra giocolieri è un’opportunità per i giocolieri catanesi e non, per potersi allenare, scambiarsi i “trick”, ma anche per conoscersi e condividere una passione comune. Ci vediamo al CPO tutti i lunedì sera dalle 21 alle 24.
Inoltre il martedì pomeriggio, dalle 17 alle 19.30 la palestra popolare è aperta a chi vuole imparare questa arte, ma anche a chi già la conosce e vuole approfondirla, o proporre e sperimentare nuovi modi di “giocolare”. Ci sono anche ottime/i insegnanti di monociclo!

Il Judo è un’arte marziale e una filosofia di vita, nata alla fine dell’800 dal JuJitsu grazie al fondatore Jigoro Kano, insegna il miglior utilizzo dell’energia per la difesa personale e la vita di tutti i giorni.
Si suddivide (secondo le parole dello stesso fondatore) in tre parti: il Judo inferiore, che insegna la difesa personale e l’arte di combattere; il Judo medio, che sviluppa il corpo in maniera armonica e naturale; e il Judo superiore, che insegna il miglior utilizzo dell’energia per migliorare se stessi ed essere utili alla società.

Dopo 17 anni, Experia sgomberatoultima modifica: 2009-10-30T08:37:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento