Disagio abitativo a Catania

case_su_case.jpg Esiste un problema abitativo a Catania? A giudicare da quel che la gente dice, dagli affitti cari e dalla “crisi” SI. Ma i dati, stranamente, dicono altro: “a Catania risiedono circa 113000 famiglie, che potrebbero vivere comdamente in 166000 abitazioni”. Per capirne di più di questa strana  vicenda, l’associazione “Lavori in corso” organizza un incontro sul tema casa per giovedì 7 gennaio, nel corso del quale presenterà un completo dossier giornalistico sul tema.

Incontro pubblico sul disagio abitativo a Catania

Vivere, avere un tetto, pagare l’affitto, stare in un quartiere: c’è un problema casa a Catania?

Dopo i dossier “Munnizzopoli– Catania tra rifiuti ed affari” e “Toccata e fuga”, “Case” è la terza inchiesta realizzata dall’associazione “Lavori in corso” che riunisce diverse testate di base. I Cordai, La Periferica, UCuntu, Step1, Catania Notizie da un anno lavorano assieme per combattere il monopolio della disinformazione e costruire  un’informazione libera nella nostra città.

Giovedì  7 gennaio alle ore 19.00 presso la sede di CittàInsieme, in Via Siena 1 verrà presentato il dossier “Case” sul disagio abitativo a Catania.

Interverranno Giuseppe Scatà di “U Cuntu”, Giorgio Alecci di “Lavori in corso”,  Giuseppe Conti del “SUNIA”, Marco Benanti di “Catania Possibile”, Enrico Cavalli di “Lavori in corso”.

Dopo l’incontro, alle 20.30, si terrà lo spettacolo “Librino” con Luciano Bruno (ingresso 3 €).

Associazione “LAVORI IN CORSO”

Ricordare Pippo Fava lavorando

Accanto alle celebrazioni ufficiali per il premio Favazorro-giornalista.jpg, per il secondo anno consecutivo l’associazione “Lavori in Corso” vuole ricordare il grande giornalista e scrittore fondatore de “I Siciliani” facendo un bilancio di un anno di lavoro.

1984-2010 – NON E’ FINITA LA LOTTA DI GIUSEPPE FAVA

Lavori in corso
RICORDIAMO PIPPO FAVA LAVORANDO

A 26 anni dall’assassinio di Pippo Fava l’informazione è viva e cresce, col lavoro costante di tante piccole testate catanesi che con impegno raggiungono risultati importanti.
Martedì 5 gennaio alle ore 20.30 nel ricordo del “giornalismo di domani” fortemente voluto a Catania da Giuseppe Fava si terrà nei locali di CittàInsieme in via Siena 1 a Catania un incontro operativo dei giornalisti di base e di tutti i cittadini interessati alla libera informazione, per discutere insieme di quanto sta accadendo a Catania e fare nuove proposte, sulla base delle esperienze di giornali di quartieri, di informazione universitaria e di settimanali gratuiti spontaneamente nati a Catania ed attivi da tempo.

Un libero scambio di idee, informazioni e proposte pratiche per continuare a costruire insieme la strada dell’informazione libera.

Clicca qui per scaricare il Volantino.

by Città I

Buon 2010 Catania!

festeggiamenti_catania.jpgBuon Anno! Buon 2010! Buona rinascita! Rinascita? Beh, si: dopo un 2009 di rinunce forzate, il 2010 per la nostra amata Catania dovrà essere l’anno della svolta. Lasciato alle spalle un decennio infausto, decadente si potrebbe dire a confronto con i “radiosi anni ’90”, nel decennio che si sta per aprire dovremo fare quanto di meglio per riscattarci da un provincialismo che francamente non ci appartiene. Problemi amministrativi, crisi imprenditoriale e sioprattutto sociale: sembra che manchi la fantasia oltre che la voglia di vivere.

Vi auguro dunque di iniziare l’anno con ottimismo e voglia di fare: è finito il tempo del piangersi addosso, bisogna muoversi per vivere in una città miglire.

Tanti auguri a tutti, catanesi e non!