Modigliani dipinge Sant’Agata, in mostra a Catania

modigliani-nel-suo-atelier-2,-foto-di-paul-guillaume-(parigi-1915_468).png

Per gli amanti dell’arte oggi è un giorno imperdibile. In municipio a Catania sarà svelato il «Ritratto di Agatae» di Amedeo Modigliani, che raffigura Sant’Agata, la patrona della città. Un inedito del 1919, scoperto per caso. Un collezionista di documenti antichi lo ritrova tra i pezzi acquistati anni prima in una casa d’aste internazionale. Il ritratto stava sul retro di una lettera che Modigliani aveva ricevuto da un prelato di Noto, in provincia di Siracusa. Un omaggio dell’artista toscano alla città, dove per un periodo si erano trasferiti i suoi fratelli, Emanuele e Umberto. Modigliani, però, non riuscì mai a visitare il capoluogo etneo.

Un lavoro mai visto che è solo una piccola anticipazione della mostra dedicata al pittore e scultore di Livorno: Modigliani, ritratti dell’anima. Per la prima volta a Catania, le sue opere saranno esposte dall’11 dicembre all’11 febbraio al Castello Ursino, la fortezza medievale voluta da Federico II di Svevia.

In mostra un centinaio di pezzi collegati all’autore, in un percorso artistico e umano. Vedremo 32 disegni – di cui sette inediti – quattro oli su tela e cinque sculture, realizzati da Modigliani tra il 1909 e il 1919 nel quartiere per artisti Montparnasse di Parigi. Ma anche taccuini, fotografie, cartoline e lettere.

Tra le curiosità: saranno in mostra anche il diario della madre di Modigliani, Eugenie Garsin, che racconta la storia di famiglia a partire dal 1886 e le pagelle scolastiche dell’artista.

[Foto: Amedeo Modigliani nel suo atelier, di Paul Guillaume (Parigi 1915)]

Modigliani dipinge Sant’Agata, in mostra a Cataniaultima modifica: 2010-12-06T08:51:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento