Sport a Librino: una firma per i Briganti

il rugby.jpgGrandi e grossi, ma decisamente buoni. Sono i Briganti Rugby, la squadra nota in città come i Briganti di Librino, perché in quel quartiere – spesso difficile – di Catania sono nati nel 2006 e lavorano per avvicinare i ragazzi allo sport.

Da tempo si allenano in giro per la città, alla ricerca di un campo di rugby o qualcosa che gli somigli. Eppure nel loro quartiere, Librino, una struttura ci sarebbe. E’ il centro sportivo San Teodoro, spesso al centro di inchieste e servizi giornalistici perché mai terminato, abbandonato e in mano ai vandali. Lì c’è però un campo di erba sintetica: non è regolamentare, ma i Briganti chiedono di usarlo per allenarsi. Per riqualificarlo e farne un centro di aggregazione per il quartiere.

Un comitato cittadino ha dato inizio a una petizione affinché la gestione del campo passi ai Briganti Rugby, attraverso una convenzione tra la squadra e il proprietario del centro polisportivo, il Comune di Catania. La raccoltà di firme durerà per due mesi – fino al 23 aprile – a partire da domenica presso il campo Santa Maria Goretti. Appena prima del fischio d’inizio dell’ultima partita di campionato nazionale di serie C di rugby, dove si sfideranno nella stracittadina i Briganti Rugby Librino e il Catania Rugby 2009.

Sport a Librino: una firma per i Brigantiultima modifica: 2011-02-25T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento