La differenza della differenziata

spazzatura.jpgDopo lunghe trattative e inizi incerti, la raccolta differenziata è arrivata anche a Catania. Ma da pochi giorni a questa parte sui cassonetti dell’organico (quelli marroni) sono stati apposti dei sigilli nei quali si comunica la sospensione momentanea del servizio (riprenderà forse la prossima settimana?). Marco Morabito assessore comunale Ambiente e Ecologia spiega che questa decisione è stata presa dopo aver appreso che nella discarica di Ramacca (dove confluiscono i rifiuti organici della provincia) arrivavano i cassonetti dell’organico con rifiuti di tutti i tipi dunque risultava impossibile procedere con il lavoro. Inciviltà? Menefreghismo? Ignoranza? Sicuramente bisogna fare qualcosa per educare al rispetto dell’ambiente. A tal proposito le multe per chi deposita la spazzatura fuori orario sono salatissime e vanno da 25 a 500 euro. Ma forse non basta! Altra questione poco chiara risulta la distribuzione dei sacchetti colorati di questi giorni nonostante il servizio non sia ancora attivo in tutti i quartieri. Il caos regna e mi chiedo: perché nei paesi di provincia la differenziata è attiva già da parecchi anni e sembra funzionare più che bene a differenza della città?
È davvero così difficile far funzionare le cose? 

Il circo e la nave fantasma

a_672-458_resize.jpgDa oltre una settimana al porto di Catania, ormeggiata nella banchina numero diciannove, si trova la Amarazee, una nave-circo di ventisette metri che ospita venti artisti e acrobati di fama internazionale. Sulla Amarazee vivono i componenti della compagnia “Caravan Company” che girando il mondo a bordo del veliero, porta i propri spettacoli nei porti delle più grandi città. Catania era tappa del tour italiano ma per un inghippo burocratico la compagnia non ha ottenuto il permesso di esbirsi e quindi il debutto previsto per venerdì scorso è stato annullato; cancellate pure le date di sabato e giovedì. A quanto pare la richiesta fu inviata lo scorso diciotto agosto a tutte le autorità e gli enti interessati (autorità portuale, capitaneria di porto, polizia, agenzie di dogana, guardia di finanza) ma non si hanno tracce delle concessioni e dei permessi bollati. Insomma, non si sa quando questa situazione si sbloccherà e quando gli artisti, ostaggio del porto catanese, potranno tornare ad esibirsi con canti, balli e acrobazie sulla nave che si trasforma di volta in volta in un grande palcoscenico galleggiante, al quale il pubblico partecipa direttamente (e gratuitamente) dalla banchina del porto di turno.

Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 2 Settembre

I BEDDI E IL TEATRINO DELLE MARIONETTE – MUSICA E TEATRO
Cortile Platamone / Catania

I PELLEGRINAGGI DI UN BACCELLIERE IN MUSICA. LISZT E L’ITALIA – CONVERSAZIONI COL MUSICOLOGO GIUSEPPE MONTEMAGNO (ingresso gratuito)
MACC / Caltagirone (CT)

LI TURCHI – COMMEDIA TEATRALE (ingresso gratuito)
Le Ciminiere / Catania 


Sabato 3 Settembre

CANALE#ZERO – IMPROVVISAZIONI MUSICALI, ESPOSIZIONI D’ARTE (ingresso gratuito)
Cortile Platamone / Catania

SARA E LE DONNE DI ARARAT – DANZA ORIENTALE
Grand Hotel Villa Itria / Viagrande (CT)

AZIONE DI RELAZIONE –  MOSTRA D’ARTE (ingresso gratuito)
Palazzo della Cultura / Catania 

Domenica 4 Settembre

UN INCONTRO – MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA
Museo Emilio Greco / Catania

DEEP SOUTH IN CONCERTO (ingresso gratuito)
Ai Pini / Nicolosi (CT) 

ANZIKITANZA IN CONCERTO (ingresso gratuito)
Largo Livatino / Ramacca (CT)