Oro nero alle stelle – Sicilia da primato

benzina.jpgLa scorsa settimana su tutto il territorio nazionale, tranne in Sicilia, sono scattati gli aumenti del carburante. Nonostante ciò, sull’isola si registrano i costi più alti di tutta Italia.

La benzina verde arriva a costare 1,729 euro al litro con picchi di 1,74 mentre il diesel 1,710. Se si pensa che la media nazionale per la verde è di 1,684 e per il diesel di 1,669, quella siciliana risulta nettamente più cara.

Secondo consumatori e rappresentanti di distrubutori la causa è attribuibile all’impossibilità degli isolani d’andare in altre regioni a fare il pieno, motivo per il quale le grandi compagnie se ne approfitterebbero. Le compagnie di distribuzione dal loro canto tirano in ballo i costi elevati dei trasporti nell’isola.

Ripetute volte il rappresentante dei distributori per la Confcommercio ha chiesto chiarimenti riguardo i prezzi così elevati ma non ha ricevuto mai risposte. Si aggiungono poi i consumatori che hanno chiesto persino l’intervento del governo regionale.

Purtroppo i costi elevati non sono i soli problemi legati al carburante. In Sicilia arrivano ogni anno circa 30 milioni di tonnellate di petrolio che viene raffinato dai petrolchimici di Augusta, Priolo, Gela e Milazzo e che costituisce il 40% del petrolio lavorato in Italia. L’inquinamento che ruota attorno a tutto ciò non è dunque indifferente.







Oro nero alle stelle – Sicilia da primatoultima modifica: 2012-01-11T07:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento