Maxischermi e nuovi regolamenti: le novità per la tre giorni santagatina

s-agata.jpgFervono a Catania i preparativi per i festeggiamenti di Sant’Agata, patrona della città. Dedizione, fede, venerazione verso la santuzza ciò che i catanesi le hanno sempre dimostrato. 

Da quest’anno grandi novità accompagneranno i festeggiamenti. La prima ce la regala l’Arcivescovo: il nuovo regolamento riguardo il ruolo del capovara.

Fino ad ora il contratto di capovara durava a vita e le nomine per i collaboratori avvenivano in automatico. Da quest’anno tutto cambia e si dovrà tener conto del Regolamento per il conferimento dell’incarico di maestro per il fercolo. Tutto ciò significa che non ci sarà più un contratto tra il Capitolo della cattedrale e il capo mastro. L’incarico durerà tre anni e ci saranno delle regole da rispettare: il maestro del fercolo dovrà provvedere all’apertura e alla chiusura del sacello, curare la preparazione e la pulizia del fercolo e l’apertura del locale destinato. Inoltre dovrà curare quanto occorre per le processioni e dovrà presenziare sul fercolo che dirigerà durante il giro delle sacre reliquie. Obbligato alla formazione permanente, il capovara dovrà rinnovare ogni anno le proprie promesse battesimali. Si avvarrà dell’assistenza di 12 responsabili (cinque al fercolo, uno allo scrigno, uno alle maniglie, due al baiardo, uno alla casa del fercolo, due allo smaltimento della cera), scelti in accordo col delegato arcivescovile. Fercolo-SantAgata.jpg

Un’altra novità che sta facendo discutere molto in questi giorni è la possibilità della presenza di maxischermi in piazza. Secondo i promotori dell’iniziativa sarebbe un modo per coinvolgere molti più fedeli da diverse parti della città ed evitare la calca in prossimità del fercolo. Inoltre i cittadini saprebbero in tempo reale a che punto del percorso la processione sia arrivata. La proposta è inoltre accolta positivamente da coloro che non possono seguire la santa personalmente e che da anni si affidano alle dirette televisive delle emittenti regionali (visibili pure da satellite).
Si trova in disaccordo invece chi la reputa poco rispettosa nei confronti della religiosità della festa che spingerebbe i fedeli ad assistere alla festa piuttosto che a viverla in prima persona.





 

Maxischermi e nuovi regolamenti: le novità per la tre giorni santagatinaultima modifica: 2012-01-16T07:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento