La rivoluzione e l’hi-tech

cambiamento.jpgIn questi giorni Catania e la Sicilia tutta, sono impegnate in uno sciopero rivoluzionario che coinvolge benzinai, autotrasportatori, operai, agricoltori, fornitori e commercianti, cittadini. Giorni in cui i mercati rionali sono deserti e gli scaffali dei supermercati vuoti. Giorni in cui la disperazione e la voglia di cambiamento si intrecciano.

E proprio di questi giorni è la notizia che giunge dal Palazzo degli Elefanti riguardo delle istallazioni di cabine telefoniche hi-tech all’avanguardia.

Si tratta di cabine telefoniche dalle quali si potrà telefonare, navigare e ricaricare le biciclette elettriche tramite una card. Questo l’accordo stipulato dal Comune di Catania con Telecom.

Le cabine, illuminate di notte grazie ai pannelli solari sul tettuccio, saranno sperimentate per la prima volta nelle città di Torino e Catania. cabina.jpg

La prima cabina arriverà a fine febbraio e verrà collocata in Corso Italia per un periodo di prova di un anno. L’idea è quella di sostituire, poco alla volta, le vecchie con quelle nuove.

L’Assessore assicura che non ci saranno costi nella prima fase e che dopo, il Comune ci guadagnerà in quanto gli spazi saranno pagati da Telecom e i diritti della pubblicità andranno interamente al Comune.





La rivoluzione e l’hi-techultima modifica: 2012-01-23T07:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento