Il ciclo dei vinti (dalla muffa)

giovanni_verga_1.jpgSe riguardo il luogo di nascita di Giovanni Verga ancora ci si contende i natali (Catania o Vizzini?) e non si è ancora arrivati ad un accordo, quello che è certo è che visse e morì a Catania. Quella che fu la sua dimora, in via Sant’Anna, è da parecchi anni un museo che custodisce le memorie del maestro.

Da qualche tempo però, la manutenzione del palazzo lascia un po’ perplessi quanti vanno a visitarlo. La muffa causata da infiltrazioni d’acqua è comparsa su diverse pareti, rovinando la carta da parati che in parte cade a pezzi.

Le infiltrazioni sono visibili anche dall’esterno e spiega Ida Buttitta – la responsabile del museo –  pare siano state causate da una grondaia intasata da un piccione morto.

Appare vano camuffare le macchie nascondendole ora dietro una pianta, ora dietro lo scrittoio: lo scempio rimane comunque ben visibile. casaverga.jpg

A rischio i numerosi mobili d’epoca dipinti e numerose opere troppo delicate per sopravvivere all’umidità, tanto da essere state tratte in salvo e spostate alla mostra Interdisciplinare della Manifattuta Tabacchi.

Se all’esterno è già stato montato un ponteggio per i lavori di ristrutturazione, per l’interno si aspetta che la pareti si asciughino.
Almeno così dicono.






Gli appuntamenti del fine settimana

 Venerdì 6 Gennaio

 A TOYS ORCHESTRA LIVE
Barbaradiscolab, vicolo Flavio Gioia, 16 / Catania

SUZANNE’SILVER LIVE
Lomax, cortile Archirotti, 1 / Catania

BOLERO – SPETTACOLO DI DANZA-MUSICA-VIDEO – COMPAGNIA MotoMimetico
Teatro Piscator, via Sassari, 116 / Catania

 

Sabato 7 Gennaio

INTROSPETTIVACUTA – ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA (ingresso gratuito)
Villa Cosentino, via del Santuario, 4 / Valverde (CT)

BEN WESTBEECH DJ SET
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania 

LOVELESS WHIZZKID LIVE
Lomax, cortile Archirotti, 1  / Catania


Domenica 8 Gennaio

L’ASTRONOMIA NELLA VALLE DELL’ALCANTARA (ingresso gratuito)
Castello Grande / Castiglione di Sicilia (CT)

THOSE ARE PEARLS THAT WERE HIS EYES – STORIE DI NAUFRAGHI E DI MIGRANTI NELL’ANNIVERSARIO DI “THE TEMPEST” DI WILLIAM SHAKESPEARE (ingresso gratuito)
Teatro Coppola, via Del Vecchio Bastione, 9 / Catania

REGINA IN BERLINA – RAPPRESENTAZIONE TEATRALE
Piccolo Teatro di Catania, via Ciccaglione, 29 / Catania 





 

Stagione sciistica a rischio

etna_072.jpgAffacciarsi dalla finestra e vedere l’Etna piena di neve è una certezza che appartiene a molti catanesi. Quella che invece sembra la più grande incertezza del momento è il rischio che quest’anno molti non potranno usufruire delle sciovie e di una parte degli impianti.

Una realtà che non ha mai subìto crisi anche nei periodi più duri, è sicuramente quella che riguarda l’Etna, le escursioni estive e gli impianti sciistici. Ma da qualche giorno sembra che il destino della stagione sia a rischio a causa della chiusura di tre impianti su cinque. Tale disagio arrecato alla popolazione, ai turisti e all’economia locale pare sia attribuibile a un problema burocratico tra la cittadina di Nicolosi e la Funivia dell’Etna S.p.A. La convenzione tra i due enti, scaduta lo scorso marzo, non è stata ancora rinnovata.

A complicare lo stallo burocratico ci si mettono poi i controlli con scadenza quinquennale cui devono essere sottoposti obbligatoriamente gli impianti, secondo la normativa del ministero dei trasporti. Si tratta di una e vera propria revisione dei cavi, delle cabine e di eventuali fili non funzionanti. I tre impianti che sono stati costruiti su terreni per metà appartenenti al comune di Nicolosi e per metà appartenenti a privati non potranno beneficiare dei collaudi se prima non ci sarà il rinnovo della convenzione. E di conseguenza, se non ci sarà il rinnovo, non ci sarà lavoro.

Se da una parte Gioacchino Russo Morosoli delle Ferrovie Dell’Etna S.p.A. rassicura quanti hanno già prenotato che la cabinovia e le piste saranno funzionanti a breve, dall’altra, il sindaco di Nicolosi promette incontri con la Ferrovia Dell’Etna per risolvere la questione.




Niente più asporto e consumo di bevande in vetro – Nuovo divieto nel centro storico

no_glass_bottles.pngPer garantire la sicurezza ai cittadini nelle ore serali, il sindaco Raffaele Stancanelli ha disposto il divieto di vendita per asporto e il consumo di bevande in contenitori di vetro nella zona che interessa il centro storico, tutte le sere a partire dalle ore 20.

Questo provvedimento adottato per motivi di ordine pubblico è momentaneo in quanto sarà attivo fino al 31 Marzo. Pertanto i gestori e i consumatori dovranno rispettare le nuove disposizioni e in caso di trasgressione andranno incontro a delle sanzioni amministrative che partono da un minimo di €25,00 fino un massimo di €500,00. A vigilare sul rispetto delle norme, delle pattuglie di polizia municipale.

Ribadisce Stancanelli, si tratta di un’azione preventiva utile ad arginare comportamenti a rischio che potrebbero compromettere l’incolumità dei cittadini che passeggiano nel centro storico nelle ore serali.