Randazzo ai tempi del Medioevo – XVI Festa Medievale

Festa Medievale 1.jpgTorna,  dal suggestivo scenario della antica città di Randazzo, la Festa Medievale, dal 20 al 22 luglio

Dame, cavalieri, danze, giochi equestri, cene medievali, saltimbanchi e giocolieri, nel cuore medievale di Randazzo: il quartiere S. Martino.
 
Due giornate dedicate alla rievocazione storica della permanenza di Bianca di Navarra, Vicaria di Sicilia dal 1409 al 1415, nella città medievale di Randazzo. L’Associazione culturale Sicularagonensia è la promotrice dell’evento. Questa associazione nasce a Randazzo nel 1995. Il folto gruppo è composto da diversi componenti: corte, popolani, soldati, trombe e tamburi, la foggia dei vestiti è stata ripresa dall’iconografia quattrocentesca.
 
L’ Associazione Culturale Sicularagonensia, una tra le realtà più interessanti nel panorama delle rievocazioni storiche della Sicilia, nasce a Randazzo nel 1995 per dare vita alla I festa Medievale della città. La manifestazione, che conta quattordici edizioni, rievoca la permanenza nel centro etneo di Bianca di Navarra, Vicaria di Sicilia dal 1409 al 1415.
 
Cuore pulsante dell’associazione è il corteo storico formato da figuranti che indossano preziose riproduzioni di abiti del XV sec. frutto di un lavoro di ricerca condotto sull’iconografia del periodo. ll corteo, che nell’occasione della rievocazione randazzese conta oltre cento figuranti, dispone di una sezione itinerante (30/60 elementi) che ha maturato un’esperienza ormai decennale di partecipazione a numerose rievocazioni storiche e programmi televisivi.
 programma-festa_medievale_citta_di_randazzo.jpg
 
Il corteo si compone di diverse sezioni: il gruppo dei cortigiani, una sezione di tamburi, un gruppo di armati (nella rievocazione randazzese, scorta della Regina Bianca), un gruppo di arcieri e il gruppo dei popolani; esso è inoltre caratterizzato dalla presenza di un gruppo di danzatori in grado di offrire al pubblico un saggio di danze (popolari) e bassedanze (cortigiane) del periodo (XIV/XV sec.); le danze proposte sono frutto di stages con professionisti del settore.

 

 

Sul sito dell’Associazione Sicularagonensia, trovate il programma dettagliato delle tre serate.