Stati Generali di Catania / innovazione

innovation copy.jpgIl 19 marzo si parla di innovazione: per gli Stati Generali di Catania sarà la giornata “clou”, quella che definirà il successo o meno della iniziativa di “politica di immagine” voluta dal sindaco Stancanelli.

Tra detrattori ed entusiasti, si baserà tutto sul lavoro di Salvo Mizzi, manager di Telecom Italia nominato a presiedere e organizzare questa “sezione” dei lavori sula città.

Barcamp, diretta streaming online, connessione wifi e ospiti importanti. Basterà per descrivere la “Catania del futuro”?

Si comincia alle 9.00 al Palazzo Platamone, in via Vittorio Emanuele angiolo via Landolina, rinominato “Palazzo della Cultura” da quando è stato ristrutturato (benissimo, tra l’altro). Non mancate!

Cultura autunno – inverno al Palazzo Platamone

palazzocultura_ct.jpgDa qualche tempo il Comune di Catania ha ribattezzato il Palazzo Platamone, chiamandolo “Palazzo della Cultura”, facendone il centro delle attività culturali “patrocinate” cittadine. Per quest’ultimo scorcio di 2009 gli eventi all’interno del Palazzo della Cultura saranno tanti, come potete leggere dall’elenco che segue.

 

Sabato 10 ottobre

  • ore 20.30
    Palazzo della Cultura
    Concerto Giulio Tampalini
    chitarra

Sabato 17 ottobre

  • ore 17.00
    Palazzo della Cultura
    Inaugurazione mostra
    Opere di Antonio e Tano Brancato sino al 8 Novembre

23 Ottobre

  • Ore  17,00 – Nell’ambito del Calendario degli incontri “Società, cultura, e politica a Catania dal secondo dopoguerra ai giorni nostri”: IV Tavola rotonda – “Dall’Università chiusa all’Università di massa e al decentramento universitario: la formazione delle classi dirigenti, il rapporto con l’imprenditoria e il territorio”
    da confermare

27 Novembre

  • Ore 17,00 – Nell’ambito del Calendario degli incontri “Società, cultura, e politica a Catania dal secondo dopoguerra ai giorni nostri”: V Tavola rotonda – “La cultura a Catania attraverso le arti figurative, la musica, il teatro, l’editoria  e la fruizione dei beni culturali”
    da confermare

19 Dicembre 2009

  • Ore 17,00 – Nell’ambito del Calendario degli incontri “Società, cultura, e politica a Catania dal secondo dopoguerra ai giorni nostri”: VI Tavola rotonda – “La città che sarà: aspirazioni, tendenze e dinamiche di oggi proiettate nel futuro” .
    da confermare

Mostre

  • Martedì 1 Settembre – Lunedì 30 Novembre
    Palazzo della Cultura lun. ven. ore 9/13, mar. giov. 15.30/18.00
    INSECTA. Mostra entomologica a cura di Vittorio Aliquò.
    Organizzazione Associazione SPAZIOVITALE

  • Mostra permanente “Il martirio di Sant’Agata” del Maestro Dino Cunsolo
    da lun. a sab. ore 9.00/13.00
    mart. – giov. Ore 16,00/17.30

  • Museo Emilio Greco
    Opere grafiche di Emilio Greco
    Sculture di Elio Ruffo
    da lun. a sab. ore 9.00/13.00
    mart. – giov. Ore 16,00/17.30

  • Palazzo “Platamone” – Palazzo della Cultura
    Mostra permanente
    Il martirio di Sant’Agata
    del Maestro Dino Cunsolo
    da lun. a sab. ore 9.00/13.00
    mart. – giov. Ore 16,00/17.30

  • MED PHOTO FEST 2009
    24  – 2 ottobre 2009
    Palazzo della Cultura
    Via Museo Biscari, 11 Catania

    Mostre Personali, presenti gli Autori
    Detto e non detto di PAOLA CASALI (Roma)
    Lost Paradise di ELENA GIVONE (Torino)
    Foglie di MARIO CLEMENTI (Stoccolma)
    Passi nella Solitudine di LUCA POLICASTRI (Corigliano Calabro)
    Vetrine di VITTORIO GRAZIANO (Catania)
    Le mostre resteranno aperte al pubblico dal 25 settembre al  3 ottobre 2009.

  • Castello Ursino
    Associazione Spazio Vitale
    Mostra Collettiva Amicizia nell’Arte
    Omaggio al maestro Nicolò D’Alessandro Sino a Domenica 18 ottobre

  • Mostra: ”Storia della politica a Catania dal ’44 ai giorni nostri”In concomitanza con il Seminario organizzato dell’Assessorato alla Cultura sulla ”Storia della politica a Catania dal ’44 ai giorni nostri” – è stata allestita una mostra documentaria dall’Archivio Storico Comunale e dall’Archivio di Stato di Catania sul medesimo argomento

 

 

Istituto d’Arte: trovata la sede, l’ex provveditorato

viacrociferi.jpg Dell’Istituto d’Arte abbiamo parlato poco tempo fa, e oggi si torna sull’argomento per un buona notizia: è stata finalmente trovata una sede. Si tratta di un palazzo di pregio in Viale Vittorio Veneto 18, fino a pochi anni fa sede del provveditorato agli studi. Fino allo scorso anno era la sede dell’Istituto privato “Savoia”, e precedentemente era la storica sede dell’Istituto religioso “Leonardo”. La provincia ha invece raggiunto un accordo con i proprietari, e finalmente l’Istituto d’Arte potrà iniziare l’anno scolastico.

Niente a che vedere con l’ipotesi di traferirsi a Librino insomma. Si resta in centro, in un edificio di pregio (certo niente a che vedere con il nobilissimo convento dei Gesuiti) adeguato alle esigenze di mobilità degli studenti e degli insegnanti e soprattutto con sufficienti aule, anche per i laboratori. Una vittoria per l’Istituto, che non ha “ceduto” alle soluzioni facili e che avrà almeno per quest’anno la serenità di una sede adeguata.

La soddisfazione di chi ha “resistito” alle imposizioni la potete leggere nel blog istitutoartecatania.myblog.it. Speriamo che il prossimo anno non si ripeta il problema sede. Nel frattempo, buon lavoro agli studenti dell’ISA.

Istituto d’Arte ancora alla ricerca di sede

viacrociferi.jpgInagibilità: questa la motivazione per la quale l’Istituto d’Arte non potrà per il prossimo anno scolastico proseguire le lezioni nella storica e meravigliosa sede di via Crociferi, l’ex convento dei Gesuiti. La sicurezza prima di tutto, quindi la provincia deve cerca un’altra sede. Solo che le proposte devono essere fatte come da competenza dal comune di Catania. C’è un grande edificio in viale San Teodoro, a Librino, l’edificio dell’istituto comprensivo Brancati, che lo sta abbandonando per una nuova sede… I 700 studenti coadiuvati da professori e preside giustamente protestano, cacciati dal cuore del centro storico e spediti in fretta e furia in un edificio nemmeno in perfette condizioni alla periferia della città. Altra ipotesi dunque potrebbe essere quella di smembrare la scuola per tenerla in centro, spedire parte degli studenti presso la scuola media “Pirandello” in piazza Stesicoro e un’altra parte in via Vittorio Emanuele, presso il Convitto Cutelli. Proposta bocciata. Infine sembrava che alla privincia si fosse deciso per la scuola media “Recupero” in via Messina, a Picanello, a metà strada fra il centro e la periferia, giusto compromesso. Peccato che a pochissimi giorni dall’inizio della scuola al comune pare non si fossero accorti di un piccolo particolare: esattamente come il convento dei Gesuiti, anche la scuola media in via Messina deve essere “recuperata”, è inagibile. Cosa fare quindi? I tempi stringono, e finito il solito scaricabarile fra responsbilità di assessori e dirigenti “la scuola inagibile non l’ho proposta io, c’è stato un malinteso” probabilmente la decisione più saggia sarà quella di tornare dai Gesuiti e fare i lavori più urgenti spedendo parte degli studenti in succursali provvisorie…

Mentre leggete questo post, gli studenti dell’Istituto d’Arte protestano per i destini della propria scuola. Se volete raggiungerli, si parte da via Crociferi alle 9 per poi andare a protestare davanti a palazzo Minoriti, sede di provincia e Prefettura. per saperne di più -> istitutoartecatania.myblog.it

Comune: beni a perdere e sprechi

palazzo_abbandonato_CT.jpgLa situazione finanziaria del comune di Catania continua a essere critica, e come ogni fine estate quando i “bilanci” si avvicinano bisogna preoccuparsi di vedere dove stanno gli sprechi, per far quadrare i conti. Eppure il comune di Catania paga più di 2 milioni di euro l’anno in affitti. Certo, l’amministrazione deve assicurare il buon svolgimento dei servizi ai cittadini in locali adeguati, quindi i soldi spesi per gli affitti dovrebbero essere necessari… Invece non lo sono, perché il comune di Catania è proprietario di decine di immobili che potrebbero essere utilizzati per ospitare anche uffici pubblici, ma non solo, eppure sono completamente abbandonati. Qualche esempio:

L’enorme “ex palazzo delle Poste“, in viale Africa, che ormai da anni attende di essere ristrutturato e destinato agli uffici giudiziari. L’edificio subisce continue vandalizzazioni, e ogni giorno che passa le sue condizioni peggiorano, quindi il costo di un eventuale ripristino diviene ogni giorno più elevato.

Il complesso di via Bernini, oggetto (insieme ad altri “esempi”) di una videoinchiesta di Step1, “Beni a perdere“. L’immobile è di proprietà del comune da 10 anni esatti, e da 10 anni subisce il peso dell’abbandono.

Vialla Fazio e il Centro Sportivo San Teodoro, due esempi di come lo sport è passato da possibilità di riscatto sociale a simbolo di degrado. Entrame le strutture, impianti polisportivi, si trovano a Librino, e sono state oggetto di un’ennesima videoinchiesta di Step1 dal titolo eloquente: “Rimpianti sportivi“.

 

Estate catanese fino a metà settembre

logoestate_250.jpgEstate in città, gli eventi del Liotru, non è stata a dispetto del nome una rassegna di peso. Troppa poca la pubblicità, e si anche gli eventi non erano particolarmente attraenti (a parte la signorina del car wash nella “Festa della birra”)… Ma in tempi di vacche magre, apprezziamo lo sforzo di aver organizzato una rassegna lunga e varia, che continua anche a settembre.

Di seguito l’elenco degli eventi nella prima metà di settembre.

4 Settembre ore 21.00 – Sabato 5 Settembre ore 20.30
Palazzo della Cultura
Club degli artisti
Defilè Bruno

Domenica 6 Settembre ore 21.00

Palazzo della Cultura
Associazione Darshan
Alkantara fest in città
Flam&Co in concerto

Lunedì 7 Settembre ore 20.30
Palazzo della Cultura
Teatro Stabile
per la rassegna Libri in Cortile
presentazione dei libri:
I Ragazzi di Regalpetra
di Gaetano Savatteri
Per non morire di mafia
di Pietro Grasso
moderatore Felice Cavallaro

Martedì 8 Settembre ore 21.00
Museo del Mare
Il Mare racconta – Mediterrando
concerto del Quintetto Broken Consorts

Mercoledì 9 – Giovedì 10 Settembre ore 21.00
Cortile Platamone
Associazione Visionearte
Corti in cortile
rassegna di cortometraggi siciliani

Sabato 12 Settembre ore 21.00

Palazzo della Cultura
Spettacolo teatrale
Storia di una capinera
con Pippo Pattavina

Domenica 13 Settembre ore 20,30

Palazzo della Cultura
Liceo Musicale
Festival Belliniano
Orchestra del Liceo Musicale

Lunedì 14 Settembre ore 20.30
Palazzo della Cultura
Teatro Stabile
per la rassegna Libri in Cortile
presentazione dei libri:
Educazione Siberiana
di Nicolai Lilin
Chi ha incastrato Lou Sciortino?
di Ottavio Cappellani
letture di Guia Jelo e Fulvio D’Angelo

Martedì 15 Settembre ore 21.00
Palazzo della Cultura
Fondazione Giuseppe Fava
Serata di sottoscrizione

Approfondimenti sulle serate, in questa pagina del sito del comune.

Per informazioni sulla rassegna invece, c’è il bel mini sito dedicato.

Sicurezza stradale alle Ciminiere

 

302378_racing_for_holland_team_4.jpgIl comune di Catania aderisce all’iniziativa “Pit-stop della sicurezza stradale: mettiamoci sulla buona strada“, promossa dal ministero delle Infrastrutture e trasporti: l’appuntamento è per oggi 26 giugno in Piazzale Asia, di fronte le Ciminiere, dalle 17,30 alle 22,30.

Obiettivi dell’evento: guidare bene e guidare sicuri, conoscere e rispettare le regole del codice stradale vuol dire usare la strada ed i veicoli con intelligenza, riducendo al massimo i rischi di incidente. Avere la consapevolezza che la guida di un veicolo è un’attività complessa e pericolosa, costituisce un passo essenziale per fare e diffondere la cultura della sicurezza.

L’ufficio del Centro prove autoveicoli di Catania, terrà un pomeriggio informativo sulle tecniche di controllo sui veicoli e sui conducenti, approfondirà aspetti specifici della prevenzione legati alla guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; alla guida di veicoli non sicuri dal punto di vista tecnico; alla guida disattenta ed imprudente per affrontare, con qualche strumento tecnico e di conoscenza in più, il triste problema delle tante vittime sulla strada.

Sono previsti vari test di prova: schede-quiz per il conseguimento delle patenti di guida; analisi dei gas di scarico dei veicoli a motore; prove tecniche dei freni dei veicoli; tempi di reazione nella guida; prove con l’alcol-test e drug-test; determinazione teorica del tasso alcolemico individuale in base alle quantità di bevande alcoliche assunte, all’età ed al sesso del conducente; analisi delle situazioni a rischio nella circolazione; video e filmati sulle tecniche di prova dei veicoli, cinture di sicurezza, casco , airbag ecc…

La sicurezza stradale a Catania forse non è un’utopia. Certamente l’indisciplina alla guida invece è una vera piaga sociale.