Emergenza sbarchi: Berlusconi vola a Catania

Catania si prepara all’arrivo di Berlusconi. In un’atmosfera di certo diversa dalla festosa visita durante la campagna elettorale per appoggiare il suo ex medico e penultimo sindaco della città, Umberto Scapagnini. Il presidente del Consiglio, insieme al ministro degli Interni Roberto Maroni, è volato ai piedi dell’Etna per visitare un possibile centro di accoglienza in provincia di Catania, dopo i quasi mille sbarchi al giorno di cittadini tunisini a Lampedusa.

1222349969_79a32c639a.jpg«Possono sbarcare in 80 mila», ha dichiarato preoccupato Maroni. Nell’ultimo mese sull’isola sono arrivate almeno 5 mila persone, di cui più di 4 mila solo da giovedì a domenica. Nonostante la riapertura del centro di identificazione ed espulsione di Lampedusa, chiuso da marzo, è emergenza posti-letto. Nel centro siciliano – che potrebbe ospitare meno di mille persone – nelle ultime notti hanno dormito in più di 2 mila.

Berlusconi e Maroni oggi dovranno verificare la possibilità di utilizzo di una struttura a Mineo, in provincia di Catania. Una serie di case di proprietà degli Stati Uniti, che ospitavano i familiari dei militari della base americana di Sigonella.

[Foto di Vito Manzari]

Gite turistiche al Comune di Catania

palazzoelefanti.jpgSe una mattina d’inverno a Palazzo degli Elefanti… Non comincia così, fortunatamente, il comunicato dell’iniziativa del Comune sulla visita libera al Palazzo degli Elefanti. Il discutibile “humor” dei magistrati catanesi non ha contagiato anche gli occupanti del Palazzo di Città quindi, ma l’iniziativa è molto simile! Domenica 24 e domenica 31 gennaio sarà quindi possibile dalle 9.30 alle 13.00 visitare questo splendido edificio, simbolo teoricamente della partecipazione dei cittadini al govern cottadino, essendo sede del Consiglio comunale, ma in pratica ben poco conosciuto. Per chi andrà, vale la pena conoscere una curiosità: è presente una parete all’interno del Palazzo in cui sono ritratti TUTTI i sindaci di Catania. Anche quelli rimasti in carica per un quarto d’ora, e non sono pochi…

Domenica prossima e le due domeniche successive fino alla festa di Sant’ Agata, Palazzo degli Elefanti con le sue splendide sale sarà aperto ai cittadini che così potranno ammirare da vicino il Municipio di Catania. L’ iniziativa rientra nell’ ambito delle manifestazioni agatine ed è stata decisa d’intesa tra il presidente delle celebrazioni Luigi Maina e il sindaco Raffaele Stancanelli. Oltre ai vasti saloni arricchiti da oggetti preziosi, sarà possibile visitare anche l’ufficio del sindaco, l’aula del consiglio comunale, lo scalone d’onore realizzato da Stefano Ittar. All’ interno del palazzo degli Elefanti, progettato subito dopo il 1693, inoltre sarà possibile visitare la corte e l’androne dove vengono conservate due carrozze del Settencento di cui una usata durante i festeggiamenti di Sant’ Agata . Il Palazzo municipale sarà visitabile nelle prossime domeniche ( 24 e 31 gennaio), dalle 9.30 alle 13.00.