L’Eretico Zambardino a Catania

zambardino.jpg

Vittorio Zambardino è un “Eretico digitale”, come i vincitori di Eleven Catania che lui stesso ha scelto e premiato al recente Festival del Giornalismo di Perugia.

Blogger e super esperto del web per Repubblica, l’incontro con Zambardino non è un evento “da tutti i giorni”, tanto più che il libro su cui si basa l’incontro è disponibile online in versione integrale, a questo link. L’appuntamento è per mercoledì 19 maggio alle ore 17.00 alla biblioteca Ursino Recupero (Monastero dei Benedettini).

“Media, democrazia e nuovo giornalismo. Il manifesto degli eretici digitali e l’esperimento Eleven Catania” è il tema dell’incontro con Vittorio Zambardino, inviato di Repubblica per il digitale e co autore insieme a Massimo Russo del saggio “Eretici digitali “(Apogeo). L’incontro è organizzato da Step1, Radio Zammù e U press per mercoledì 19 marzo, alle ore 17, nella sala conferenze della biblioteca Ursino Recupero ( Monastero dei Benedettini). Ne discuteranno con l’autore Agata Pasqualino, Roberto Sammito e Carmen Valisano (redattori di Radio Zammù e di Step1) Interverranno gli autori dell’inchiesta collettiva “Eleven-Catania” , vincitrice del primo premio “Eretici digitali” (al Festival internazionale del giornalismo di Perugia, coordinata da Rosa Maria Di Natale (giornalista e docente a contratto di ‘Giornalismo e Nuovi media’ nella Facoltà di Lingue dell’Università di Catania). Modera il giornalista Gianluca Reale.

ELEVEN catania vince “Eretici Digitali”

eleven_ct.jpgVittoria! ELEVEN catania, folle progetto di “giornalismo partecipativo”, nato e cresciuto in pochissimi giorni – reporter in 7 giorni, era lo slogan dell’iniziativa lanciata dal solito Step1.it – ha vinto il concorso “Eretici Digitali” legato al Festival del Giornalismo di Perugia. Il primo premio per la “grande fotografia di Catania” è arrivato ex-aequo con un progetto dal peso “internazionale” – e decisamente bello – After Jugo – Sarajevo the life of a generation di Marco Pavan, mentre i creatori di ELEVEN Catania, inchiesta collettiva a 11 voci  sono, in ordine alfabetico, Giovanni Battaglia, Claudia Campese, Salvatore Catalano, Alberto Conti, Desirée Miranda, Daniele Palumbo, Agata Pasqualino, Leandro Perrotta, Marco Pirrello, Roberto Sammito, Carmen M.T. Valisano, e Rosa Maria Di Natale in quanto coordinatrice del progetto.

La premiazione sarà giorno 22 aprile a Perugia, al’interno del “Festival del Giornalismo”.

 

Una inchiesta collettiva per Catania

speculation.jpgUna sfida in sette giorni partita da Step1: scrivere un dossier su un argomento catanese per fare un’unica grande inchiesta su Catania. Partita giorno 22, la sfida si è conclusa ieri: in realtà sono stati 6 giorni, tutti di folle corsa per arrivare alla termine, il 31 gennaio, con dell’ottimo materiale. Il risultato lo potete vedere in questa pagina, creata anche questa apposta per l’occasione. All’inchiesta collettiva, dato che hanno risposto in 11 all’appello, è stato dato il nome ELEVEN catania.

Gli argomenti? Si parla «della Catania dei quartieri e degli sgomberi forzati, della Catania illegale e mafiosa, della Catania generosa e forte dei volontari, della Catania che non ha perso il coraggio dell’antiracket. Della Catania da amare e da odiare.», citando le parole di Rosa Maria Di Natale, famosa giornalista catanese che ha coordinato questo progetto.

Vi lascio alla lettura, alla visione, all’ascolto di questo concentrato di catanesità. Buon ELEVEN.