Raccontare il Monastero 2012 – Il Bando

800px-Catania_Monastero_Benedettini.jpgL’iniziativa “Raccontare il Monastero” nasce dall’intento di favorire negli studenti un vivo interesse per l’edificio che li ospita, una conoscenza del complesso dei Benedettini, del suo passato e delle sue caratteristiche architettoniche, invitandoli a rapportarsi attivamente con tali informazioni e a farle proprie rendendo la struttura sfondo, ambientazione o protagonista di elaborati artistici di loro creazione.

Il concorso è bandito dalla Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania in collaborazione con la casa editrice Villaggio Maori edizioni.


Il concorso è aperto a racconti in prosa e in versi, ai testi teatrali e ai saggi che abbiano come argomento, protagonista o ambientazione il Monastero dei Benedettini.

Il premio previsto è un viaggio-studio in una capitale europea a scelta dello studente e la pubblicazione del componimento da parte della casa editrice Villaggio Maori edizioni.

Per i requisiti di partcipazione e modalità di consegna visionate qui il bando in versione integrale. 


DeScritto: giornalismo e letteratura in un solo festival

 

foto1-1024x768.jpg

«La Cultura è Futuro: Giornalismo e Letteratura nell’Italia dei Bavagli». E’ questo lo slogan di DeScritto, il Festival dell’Editoria Indipendente che torna a Catania dal 4 al 6 novembre 2010. Una tre giorni per scoprire o approfondire il ruolo del giornalismo e della libera informazione, e il loro rapporto con la letteratura.

Dopo l’inaugurazione dell’anno scorso, il festival torna con la sua prima edizione, sempre organizzato dalla casa editrice indipendente Villaggio Maori. E per chi avesse seguito la scorsa rassegna, ricordate l’idea di creare un portale che risolvesse il problema della distribuzione delle edizioni, dato il costo e la mancanza di spazi per la promozione indipendente? Bene, il portale è nato e verrà presentato in questi giorni: intanto, se volete dare un’occhiata, eccolo qui.

DeScritto 2010 coinvolgerà l’intera città. Al centro dell’iniziativa, ancora una volta, sarà il Monastero dei Benedettini, sede della Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania, partner dell’evento. Ma le iniziative si svolgeranno anche in altri punti importanti per la cultura cittadina, come la Sala Lomax e la Libreria Tertulia.

Ci sarà un’ Area Expo, dove si svolgeranno le presentazioni dei libri e gli incontri tematici. Poi un’Area Convegni – per i seminari gratuiti – e una serie di dibattiti e spettacoli in anteprima nazionale tra la sera del venerdì e la giornata di sabato.

Tante le firme del giornalismo nazionale coinvolte, così come le case editrici indipendenti. Qui trovate l’intero programma.

[Foto: un momento dell’edizione 2009 del Festival dell’Editoria Indipendente; di DeScritto]

 

Lupus in fabula: quando il fumetto docet

villaggio_asterix e obelix.jpg

Expecto patronum! escalama Harry Potter, brandendo una bacchetta. Delirant isti Romani! è il motto di Asterix. In questi casi, c’hai sempre vicino l’amico che ha frequentato il liceo classico: si gira, ammica e – finto noncurante – traduce. Fiero di aver trovato un’utilità ai suoi studi.

Certo è che la lingua latina non passa mai di moda. Che si tratti di ricreare ambientazioni remote o conferire un’aurea di mistero e saggezza, la lingua degli antichi romani torna sempre. E se ne sono accorti anche alla facoltà di Lettere e Filosofia di Catania. Tanto da aver organizzato per oggi alle 17 un seminario dal titolo: Da Asterix a Harry Potter: attualità del latino nei fumetti.

harry-potter15.jpgIl professore Angelo Luceri – nell’aula A1 del Monastero dei Benedettini – discuterà con latinisti e curiosi del rapporto tra la lingua classica e i comics. E, perché no?, della possibilità di utilizzare questa tecnica moderna – almeno per i Romani – nello studio del latino.

[Foto: in alto, il villaggio di Asterix e Obelix, di Les Editions Albert-René/Goscinny-Uderzo; a destra, una scena del film Harry Potter e i doni della morte, della Warner Bros]

Filosofiche conversazioni in musica, a Catania il corso

filosofia della musica.jpgFilosofia della musica. Se anche voi, come la sottoscritta, non avete ben presente di cosa si tratti, c’è un corso che fa per noi.

L’associazione culturale Libere Dissonanze di Catania ha organizzato un ciclo di lezioni dedicate proprio a questa branca dell’estetica. Conversazioni sulla filosofia generale – con maggiore attenzione alla musica -, ma anche guida all’ascolto (dal vivo e in registrazione) e analisi di brani d’autore.

Il corso inizia oggi, alle 19 nella sede dell’associazione, e durerà fino a maggio 2011, con lezioni quindicinnali. A guidare gli incontri tematici saranno degli esperti nei diversi settori. Stasera padre Salvatore Resca – direttore del coro Imago Vocis – discuterà con i partecipanti di Musica e Filosofia: un incontro possibile?.

Nella altre lezioni, si alterneranno Riccardo Insolia, docente dell’Istituto musicale etneo Vincenzo Bellini, il direttore d’orchestra Massimo Leonardi e Graziella Seminara, docente di estetica della musica per la Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania.

[Foto di Photocillin]