Ferragosto a Catania

giopuo_catania.jpgA Catania, città di mare, come ogni anno per il Ferragosto la Playa verrà presa d’assalto: praticamente ogni stabilimento balneare negli oltre 3km della principale spiaggia catanese ha organizzato delle serate a suon di musica per far divertire i propri utenti. Ma ci saranno come ogni anno soprattutto i “fai-da-te”, i catanesi che all’ultimo momento si armeranno di tenda sacco a pelo alcolici e legna per passare una notte un po’ pazza attorno al fuoco. Questa volta però, assicura il sindaco Stancanelli, vigerà il divieto categorico di accendere fuochi o costruire “capanne” in spiaggia. Anche in tutti gli altri comuni siciliani i sindaci danno le stesse rassicurazioni, solo che una rassicurazione del genere data a Catania non si sa come verrà fatta rispettare vista la situazione di nuovo di urgenza delle casse comunali (sono ricominciati i black out programmati) e la carenza cronica di polizia municipale. E non meno importante, la memoria storica di quanto succede ogni anno alla Playa non fa ben sperare: risale al 12 agosto di due anni fa l’episodio del cavallo massacrato a bastonate.

Fra falò mancati e preoccupazioni, segnalo una iniziativa che dovrebbe essere attuata fra non molto tempo, promossa dal Sindacato Italiano Balneari e “fatta propria” dall’assessorato regionale al Turismo e Trasporti: una mega scritta sulla spiaggia visibile dagli aerei in arrivo a Fontanarossa “Benvenuti in Sicilia, la terra del mito”. Buon Ferragosto a tutti, catanesi e non.