DeScritto 5 6 e 7 novembre – il programma

978563609.jpgDeScritto: anche oggi parliamo della prima edizione del Festival dell’Editoria Indipendente. Dal 5 al 7 novembre, dalle 10 alle 22, l’Ex Monastero dei Benedettini ospiterà  reading, presentazioni, spettacoli, mostre ed eventi culturali. Slogan “La Cultura è futuro”. Siete pronti alla fulll immerison nell’editoria? Se si, leggete il programma, ricordando che tutte le sale de-scritte nel programma si trovano in piazza Dante, alla Facoltà di Lettere. Se volete una mappa del monastero, potete trovarla cliccando qui: “l’alto” enlle mappe corrisponde al “ponente”, il mordo sta a destra, tenetene conto quando andrete ai Chiostri!

DeScritto – PROGRAMMA GENERALE

GIOVEDI 5 NOVEMBRE


Chiostro di Levante
ore 10.30-19.00: Spazi espositivi e stand

Caffè letterario

ore 10.30: Presentazione collana di classici per ragazzi “Tempolibro” (ED.IT) curata da Nellina Adorno e Carla Condorelli della libreria Tempolibro. Intervengono la prof.ssa Rosaria Sardo ed il Preside della Facoltà di Lingue e Letterature straniere Nunzio Famoso.

ore 12.00: Presentazione libro “Lo Sfasciacarrozze” di Riccardo Raimondi (A&B Bonanno Editore) con performance live di Costanzo- D’Urso Jazz Duo.
Aula 1 ore 15.00-17.00: Ciclo di incontri “Editoria e…”
“Matrice Mediterranea (Le Culture sono il Futuro)”

Lo slogan di DeScritto al plurale per affrontare uno dei temi cruciali della vita di tutti. L’Italia madre d’emigrazione al centro del Mediterraneo e il suo incontrovertibile destino multiculturale.
Matrice (1) il campione da cui possono essere stampati diversi esemplari di un testo [Devoto Oli].
Matrice (2) possibile contenitore creato dal collegamento fra i sogni di persone diverse, che permette nuove connessioni fra gli elementi del reale e diventa strumento di pensiero creativo [Gordon Lawrence – Social Dreaming].
In apertura: saluto e introduzione del Preside Enrico Iachello
Intervengono:
• Rachid Berradi (corridore italo-marocchino della Nazionale Italiana)
• Silvia De Marchi (coordinatrice Edizioni Mangrovie)
• Umberto Di Maggio (sociologo del territorio)
• Elvira Seminara (scrittrice e docente Storia e tecniche del Giornalismo, Università di Catania)

dopoDescritto Libreria Mangiacarte (via Verginelle, 13 – Catania)
Ore 19.00: “Aperitivo con l’Autore” e DJ SET
Presentazione libro “Come i problemi globali diventano locali” (Ed. Terrelibere)

VENERDI 6 NOVEMBRE

Chiostro di Levante
ore 10.30-19.00: Spazi espositivi e stand

Caffè letterario
ore 11.00: Presentazione libro “Gli Africani salveranno Rosarno” di Antonello Mangano (Ed. Terrelibere)

ore 12.00: Presentazione libro “Corpo Politico” di Cristiana Caserta (Ed. Odoya) e progetto “Libera la Ricerca”. Interviene Michele Filippini di Odoya Edizioni con Chiara Rizzica.

Aula 1 ore 15.00-17.00: Ciclo di incontri “Editoria e…”
“I circuiti indipendenti: dalla penna allo scaffale”

I nuovi autori, l’impresa indipendente, la degenerazione sistemica del fenomeno dell’editoria a pagamento, le nuove forme alternative di pubblicazione e distribuzione. L’incontro stilerà collegialmente il decalogo del “Vero Editore Indipendente” per la prossima assegnazione dei “Timbri di Elastomero” (dal 2010 a cura del comitato scientifico di DeScritto).
Intervengono:
• Mauro Bonanno (casa editrice Bonanno)
• Totò Calì (fumettista, La Sicilia)
• Renato Camarda (giornalista di Left e Catania Possibile)
• Paolo Consoli (direttore editoriale di Lapis)
• Michele Filippini (casa editrice Odoya, progetto “Libera la ricerca”)
• Giovanna Lombardo (ricercatrice e editor)
• Chiara Rizzica (dottore di ricerca Università di Catania)
• Alessio Spataro (fumettista, da Minimum Fax)

Caffè Letterario

ore 18.30: Presentazione libro “Il Dio dei Mafiosi” di Augusto Cavadi (Ed. San Paolo) con performance live musicale.

Chiostro di Levante
ore 19.30: Happy Hour a cura di Agorà Hostel

Aula Magna
ore 20.30: Happening “Èdomani”

Produzione artistica multimprovvisata e inedita; in scena, fra i musicisti del trio mediterraneo Aptal e i disegni dello stand dei  fumettisti siciliani capitanati da Alessio Spataro, una sceneggiatura scritta ad hoc per l’occasione, cucendo i pensieri
degli studenti di tutt’Italia che hanno commentato lo slogan di DeScritto. Special guest al violino Francesco Moneti dei Modena City Ramblers e alla voce Lella Costa.

dopoDescritto Ostello del Plebiscito
ore 21.30: Aperitivo e dj set

SABATO 7 NOVEMBRE

Chiostro di Levante
ore 10.30-14.00: Spazi espositivi e stand

Caffè letterario
ore 10.00: Presentazione di KRILL Rivista Quadrimenstrale, Num 00 “Il BeneComune” – Interverranno i componenti del comitato di  redazione

ore 11.00: Presentazione libro “Ponte sullo stretto e mucche da mungere” di Luigi Sturniolo (Ed. Terrelibere)

ore 12.00: Presentazione libro “Un nuovo inizio” di Vincenzo Maimone (Sampognaro&Pupi Editori Associati)

Aula 1 ore 15.00 -17.00: Ciclo di incontri “Editoria e…”
“La Cultura è Futuro”
Lella Costa è la Complice Illustre 2009
. Il suo nuovo libro “La sindrome di Gertrude. Quasi un’autobiografia” dà l’occasione per svolgere il manifesto di DeScritto e discutere delle paludi del sistema-Italia e delle prospettive degli investimenti culturali.
Intervengono:
• Lella Costa (attrice, Complice Illustre 2009 di DeScritto)
• Alessandro De Filippo (laboratorio multimediale La.mu.s.a)
• Vincenzo Mulè (giornalista vicedirettore di Terra)
• da definirsi (docente di Storia del Teatro, Università di Catania

DeScritto Festival dell’Editoria Indipendente

books.jpgSe ne parlava da tempo, ed ecco finalmente arrivare la prima edizione del Festival dell’Editoria Indipendente DeScritto. Dal 5 al 7 novembre, dalle 10 alle 22, l’Ex Monastero dei Benedettini ospiterà  reading, presentazioni, spettacoli, mostre ed eventi culturali. Slogan “La Cultura è futuro”, un buon augurio per tutti gli operatori del settore catanesi, che sono tanti, spesso appassionati ma non navigano nell’oro!

Il cosiddetto fenomeno dell’editoria a pagamento (illustrato per certi versi nel libro di Eco Il Pendolo di Focault) è l’usanza di chiedere all’autore di un testo un contributo economico per la pubblicazione della sua stessa opera.
La degenerazione di questo sistema ha portato a fenomeni preoccupanti nel panorama editoriale italiano; noi siamo convinti che questo uccida l’editoria, e di conseguenza la cultura di questo paese.
Tuttavia, esiste anche un altro tipo di editoria, che cerca di crescere all’ombra dei grandi gruppi, senza cadere nella degenerazione (culturale ed economica) dell’editoria a pagamento: i suoi rappresentanti più nobili sono realtà come Stampa Alternativa e Minimum Fax, nate in controtendenza e capaci di crescere e fare cultura, alle quali si affiancano altre centinaia di medie, piccole e minuscole imprese editoriali indipendenti.

DeScritto si propone di diventare un catalizzatore per chi lavora grazie a questo tipo di editoria: tipografie, librerie, distributori e, ovviamente, editori. Permetterà agli espositori di vendere i propri libri, ma anche – e soprattutto – di entrare in contatto tra loro, di cercare le tipografie più economiche (anch’esse presenti alla fiera per proporre i loro servizi), stipulare conti deposito con le librerie della città di Catania, organizzare reading e presentazioni e partecipare ai dibattiti sui problemi legati al mestiere del libro.
Parallelamente alla fiera, DeScritto ospiterà un Convegno sull’editoria indipendente e le vie alternative di distribuzione, realizzato in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania.
Alle attività culturali del Festival parteciperanno molti Comuni dell’hinterland catanese, con la presentazione dei propri programmi culturali, la messa in scena di spettacoli teatrali e musicali, di dibattiti e mostre.
DeScritto, col suo ricco programma di eventi e spettacoli, è un evento interamente dedicato ad un pubblico interessato alla cultura e ai libri, che avrà modo di conoscere la parte migliore e più coraggiosa della produzione editoriale del nostro paese.


DeScritto nasce da un progetto della Villaggio Maori Edizioni ed è realizzato con il supporto della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania, dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, e di numerosi Comuni dell’hinterland catanese.


DeScritto darà ampio spazio anche al fumetto.
Avere talento, in Sicilia, può essere un problema, o quantomeno uno spreco.
Nel campo dei fumetti, in particolare, sono moltissimi i disegnatori (e narratori) che rimanendo nell’Isola non hanno molte speranze di diventare autori professionisti.
Chi ha deciso di sbarcare nel Continente, invece, grazie al talento e alla costanza è spesso riuscito a fare del fumetto un mestiere.
Lo “Stand dei fumettisti disoccupati (e non)” in DeScritto è supervisionato da Alessio Spataro, catanese e fumettista affermato (“Non più estate”, 2008, Centro Fumetto Andrea Pazienza; “Dark Country”, 2008, Self Comics; “Papa Nazingher”, 2008, Purple Press; “Zona del silenzio”, 2009, Minimum Fax; “La Ministronza”, in uscita con Grrzetic); i partecipanti mostreranno le proprie opere alle case editrici presenti al festival e disegneranno “live” per il pubblico.

Cerchiamo disegnatori e autori di valore interessati a partecipare al Festival presso lo stand collettivo dedicato al fumetto. Contattateci per informazioni!
Responsabile Eventi:

descritto@gmail.com
3922505044.