48 ore per creare un videogioco

3593146074_8c2e99c394_b.jpg

Due giorni e due notti per creare un videogioco. E’ la Global Game Jam, che da venerdì 28 gennaio a domenica 30 riunirà nell’aula D22 della facoltà di Ingegneria dell’università di Catania studenti, professionisti e semplici amatori.

Siete programmatori, designer, grafici, scrittori o musicisti con la passione dei videogame? Per iscrivervi sul sito c’è tempo fino al 15 gennaio. Alla GGJ non si paga e non si gareggia: si prova solo la creatività collettiva. Che in 48 ore, con gruppi di lavoro in tutto il mondo, farà venir fuori un videogioco completo. Con l’aiuto dei social media e di tutti i moderni mezzi di comunicazione, i partecipanti lavoreranno come in un’unica stanza.

Innovazione e competenza sono le parole d’ordine del gioco. «Chi ha detto che in Sicilia non si possano trovare?», provocano gli organizzatori. Per chi volesse semplicemente dare un’occhiata, durante la manifestazione sarà possibile anche visitare gli stand di alcune aziende del settore, partecipare ai tornei o agli incontri con esperti nazionali sul videogame come realtà industriale e culturale.

Adesso, la curiosità è tutta per il tema comune sul quale dovranno basarsi le creazioni. Cosa s’inventeranno quest’anno?

[Foto di Stéfan]

 

GTUG – Incontro sulla Tecnologia il 10 luglio

gtugct.jpg La nuova community del Google Technology User Group di Catania, dopo il successo del primo evento, è pronta ad annunciare il secondo incontro nel quale si confronteranno le nuove tecnologie google con varie piattaforme trattando tematiche relative lo sviluppo e l’attuazione di un gran numero di soluzioni a valore aggiunto.

L’evento si svolgerà sabato 10 luglio 2010 nell’aula D02 – edificio didattica della facoltà d’ingegneria di Catania. L’incontro verrà anche trasmesso in streaming su ustream.tv/channel/catania-gtug .

Gli interventi durante l’evento saranno così strutturati:

  • 09.15 Apertura lavori con sum up degli elementi base – saluto degli organizzatori
  • 09.30 Sviluppo multipiattaforma – Andrea Giunta – Come sviluppare soluzioni multipiattaforma, e perché è necessario? Analisi di sviluppo multipiattaforma con esempio per android ksoap2 e .Net
  • 10.15 JRuby on Rails su Google App Engine – Vincenzo Rivello e Alessandro De Simone – Ruby on Rails, il famoso framework per lo sviluppo agile usato in tutto il mondo, approda nel mondo di Google App Engine mediante il porting di ruby su java: JRuby.
  • 11.00 Pausa
  • 11.30 OpenID + OpenSocial – Sebastiano Merlino – Integrazione fra due tecnologie nate con il comune obiettivo di rendere interoperabili servizi sebbene da due differenti punti di vista, mediante un esempio in linguaggio Java.
  • 12.15 Android: Web signage – Flavio Terranova – Web Signage è un’applicazione che permette la monitorizzazione delle reti di Digital Signage; grazie ad essa si potrà conoscere lo stato operativo dei dispositivi pubblicitari (Player), le configurazioni e le prestazioni degli stessi e la screenshot di ciò che il player sta visualizzando in quel momento.
  • 13.00 Showcase di applicazioni realizzate dalla community – Biagio Teseo e Vincenzo Bonfiglio del team Bdesign, presenteranno l’applicazione SeeMS per piattaforma Android. – SeeMS, che sta per SEE SMS, cioè letteralmente “vedere” sms, nasce da un’idea tanto semplice quanto geniale: un sistema che permette di scrivere o leggere sms mentre si è in movimento, riuscendo a “guardare” dove si mettono i piedi.
  • 13.30 Saluti e chiusura