1861-2011: è festa anche a Catania per l’Unità d’Italia

Una notte bianca, spruzzata di verde e rosso. E’ la Notte tricolore di Catania, il modo della città etnea per celebrare la ricorrenza dei 150 anni dell’unità nazionale. Una festa dal pomeriggio alla notte di oggi per fare gli auguri all’Italia, in tanti punti della città e con diverse iniziative.

Una passeggiata per le strade del centro storico permetterà di ascoltare cinque bande musicali, che sfileranno dal pomeriggio fino alle 22. Vengono da Termini Imerese, Novara di Sicilia, Agrigento, Siracusa e Motta Sant’Anastasia e si daranno il cambio alle 20.30 con i colleghi dell’orchestra e del coro del Teatro Massimo Bellini. In esibizione gratuita, in teatro, catania_notte_tricolore.jpgl’attore Massimo Ghini leggerà un testo tratto dal racconto «Lo stivale di Garibaldi» di Andrea Camilleri, accompagnato da canti e musiche risorgimentali.

Giusto il tempo di fare un giro tra i diversi negozi del centro che resteranno aperti fino all’1.30 di notte – con allestimenti a tema risorgimentale – che in piazza Università ecco un altro concerto. I festeggiamenti proseguiranno sulle note etnee degli Acappella Swingers, gli Alì Babà, i sempre attesi LautariQbeta, accompagnati dai gruppi studenteschi Gill & Co., Sfasciatura e Gentless 3.

Se a questo punto vi fosse venuto un gran mal di testa, basterà cambiare attività. Ad esempio partecipando ad una delle visite guidate dell’ex Monastero dei Benedettini, offerte dall’associazione studentesca Officine Culturali dalle 19 di oggi fino a notte. Oppure si potrebbero andare a visitare la mostra Catania insorge! – testimonianze e cimeli del periodo risorgimentale all’Archivio storico comunale (via Sant’Agata 2) – o l’esposizione di abiti d’epoca realizzata dagli studenti dell’Accademia etnea di Belle Arti, nei locali dell’Ufficio comunale del turismo (via Vittorio Emanuele 172).

[Foto: Catania si tinge di verde, bianco e rosso per i 150 dell’Unità d’Italia, di Comune di Catania]

Mondiali di pallavolo: il secondo turno a Catania

pallavolo2.jpgGli Azzurri sbarcano a Catania per il Mondiale. Per fortuna non parliamo di calcio, che quest’anno non ha riservato grandi soddisfazioni all’Italia. Il Palacatania di Corso Indipendenza ospiterà invece la competizione di pallavolo.

La squadra nostrana è arrivata ieri nel capoluogo etneo carica di belle speranze e risultati. Dopo aver vinto con il Giappone (3-0), l’Egitto (3-0) e l’Iran (3-2), l’Italia è passata al secondo turno. A Catania affronterà la Germania – venerdì 1 ottobre alle 21:00 – e Portorico, sabato 2 stesso posto stessa ora. Dopo una giornata di relax, per il team oggi sono previsti gli allenamenti e una seduta di pesi in mattinata.
Per i catanesi amanti del volley, sei in tutto sono le partite che si giocheranno sotto il vulcano. Due i gironi: il G – di cui fa parte l’Italia – e il girone I, composto da Egitto, Spagna e Russia. Per assistere a ogni giornata di gare, il biglietto è di 25, 14 o 10 euro, in base ai settori. Per chi volesse seguire tutti i match, è possibile abbonarsi con 55, 35 o 25 euro, sempre secondo la posizione. I biglietti sono disponibili nelle ricevitorie Lottomatica oppure on line.

Che vinca il migliore e, se gli Azzurri non dovessero farcela, troveranno di certo qualcuno disposto a offrire loro almeno un cannolo.

Catania calcio, buon inizio

ctcalciolavorincorso.jpgLavori in corso allo Stadio Massimino: ieri il Catania calcio, pur non giocando benissimo ha vinto alla sua prima uscita stagionale, in Coppa Italia contro la Cremonese, che milita in serie C1. Allo scadere del primo tempo segna l’unico gol dell’incontro, siglato “il solito Mascara”, che quindi inizia la stagione da leader. La squadra ha fatto vedere tantissime cose positive, fra cui alcune ghiotte occasioni da gol mancate, in mezzo a un meccanismo di gioco ancora da “lavori in corso”. Ma siamo ancora al 15 agosto, e il nuovo allenatore Azzori sta lavorando sodo per formare una squadra all’altezza della quarta stagione di fila in serie A. Certamente non farà rimpiangere Zenga, che ora è andato al Palermo, quasi uno schiaffo morale ai tifosi catanesi… In attesa di una trionfale stagione con due vittorie sul Palermo, grido virtualmente un FORZA CATANIA!!!