1911-2011: se a Catania apre il «Museo del sesso»

123634746_19d04711a2.jpgC’era una volta una Catania protagonista tra le città dalla mentalità aperta. E c’è chi ancora ne è convinto. Come Giovanni Fodale, presidente della VII municipalità, quella del quartiere Monte Po’-Nesima. Ci crede tanto da essersi fatto promotore – in sede privata – di un eccezionale museo, che potrebbe arricchire l’offerta culturale sotto l’Etna: un museo del sesso a San Berillo, vecchio quartiere a luci rosse della città.

Se n’è discusso durante una seduta del consiglio della circoscrizione, finita in una lite che potrebbe trasportarvi in una Catania d’altri tempi. Vi propongo così una cronaca semiseria, scritta da una vostra vecchia conoscenza e amico di questo blog, Leandro Perrotta. Che ha raccontato sul magazine Step1 la riunione, «come se fossimo tornati indietro di cento anni».

Un increscioso accadimento vide protagonisti due degni rappresentanti eletti col voto popolare. […] Trattasi di lite, che del sommo spirito dialettico che anima i dibattimenti in aula tra li consiglieri rappresenta degenerazione. «Bigotto», «mal educato», «poco intelligente» e nientemeno «ignorante», li appellativi usati in quel poco ortodosso dibattito, pronunciati dall’altrimenti degnissimo presidente della VII municipalità “Monte Po’-Nesima” Giovanni Fodale. […] Ma quale il motivo del livore?

Le «tappine indegne», ovvio. Quali? Per scoprirlo, continuate a leggere qui.

[Foto: uno scatto del quartiere San Berillo, di eye of einstein]

A passeggio tra farfalle e scarabei indonesiani

farfalla_amanda vivan.jpgBuone notizie per la cultura a Catania: stamattina riaprono il Museo di Zoologia e la Casa delle Farfalle di via Lago di Nicito 38. Dalle 9,30 alle 13 l’ingresso sarà gratuito.

Una buona scusa per far saltare la scuola ai bambini: portarli al Museo di Zoologia, il più antico di tutta la Sicilia. Fondato nel 1853, espone esemplari di animali dai diversi biomi, che è un modo complicato – ma scientifico – per dire ambienti di appartenenza. Tra le collezioni più note del museo, ci sono 160 uccelli donati nel 1911 dal Circolo cacciatori della Provincia di Catania. Poi diversi esemplari di mammiferi extraeuropei e di invertebrati marini e terrestri del 1986.

Dopo un giro al museo non è il caso di perdersi la Casa delle Farfalle. Un piccola serra dentro la quale crescono un centinaio tra farfalle, falene e altri insetti tropicali. Come gli scarabei indonesiani, gli insetti stecco e gli insetti foglia. Sempre che riusciate a vederli, perché si tratta degli animali che meglio si mimetizzano con l’ambiente intorno.

E per chi oggi non riuscisse a visitarli, niente paura. Non dovrete aspettare altri anni. Il Museo di Zoologia sarà aperto da domani a domenica dalle 9 alle 13 con un biglietto di 4 euro, in cui è compreso anche l’ingresso alla Casa delle Farfalle, dalle 10 alle 12.

[Foto di Amanda Vivan]

 

Accade Arte: museo o galleria? No, grazie

stills_of_an_artist_world_2_by_shelead.jpgBuone notizie per l’arte a Catania: è nato un nuovo spazio espositivo. Anzi, «di intercettazione» come lo definiscono i promotori. Accade Arte è stato inaugurato ieri, in via Vincenzo Giuffrida 189, e promette tante sorprese già dall’idea.

Non sarà un museo e nemmeno una galleria. Per evitare fastidiose etichette di movimenti e correnti, ma anche per non escludere tutto quello che non vende. Sarà un modo «per ricercare la qualità, non tanto della perizia tecnica ma delle idee e dei percorsi di vita» hanno raccontato i genitori di questo neonato spazio.

Un luogo che sa di autogestione, tirato su direttamente da chi l’arte la produce: fotografi, pittori, scultori e anche scrittori. Con un appello anche a voi, sì, proprio a voi lettori: un invito a godere attivamente delle opere che troverete e anche, perché no?, a proporvi per esporre.

Intanto fino a domani sarà possibile visitare Accade Arte dalle 17 alle 20 e domenica mattina dalle 10 alle 13, immergendosi nelle opere di Tano Giuffrida.

(Foto di Lauren Lank)