Figaro qua, là e a Catania. Firmato Dario Fo

dario fo.jpgE poi non dite che non vi avevo avvertito. Buone notizie in arrivo per gli amanti della lirica o per i curiosi che aspettavano l’occasione giusta per avvicinarsi a un mondo che può apparire a volte complicato (e pure un po’ noioso). Al Teatro Massimo Bellini di Catania è previsto un appuntamento speciale: dal 10 al 19 maggio andrà in scena Il barbiere di Siviglia firmato da Dario Fo.

Non stupisce la scelta dell’opera, considerata la migliore opera buffa italiana, ricca di spunti che spiazzano – e divertono – lo spettatore. Proprio come Figaro, al premio Nobel per la letteratura 1997 non mancano di certo le trovate sorprendenti. Lo scrittore-regista-drammaturgo – e tanto altro ancora – si è già cimentato tre volte nella regia di opere liriche e in tutti i casi ha scelto Rossini.

Ma in questa speciale edizione catanese de Il barbiere di Siviglia, potremo apprezzare nell’insieme la firma di Dario Fo, alla ricerca dei dettagli. Perché il maestro – come viene definito dai più – non si occuperà soltanto della regia, ma anche delle scene, dei costumi e delle luci.

C’è giusto il tempo insomma per procurarsi il biglietto. Al botteghino di piazza Vincenzo Bellini oppure on line. Per informazioni, si può chiamare al numero 095 7150921.

[Foto: il premio Nobel per la letteratura 1997 Dario Fo, di Ghirigori Baumann]

 

Seminari sociologici: apre l’IgNobel etneo

give3.jpgMettiamo che siate a capo di un’azienda e che si debba assegnare una promozione. Decidete voi a chi andrà. All’impiegato più meritevole? No, meglio scegliere a caso, la ditta vi ringrazierà.

Sembra assurdo e fa certo un po’ sorridere, ma questa strana visione della meritocrazia è frutto di una ricerca scientifica condotta da tre catanesi: il sociologo Cesare Garofalo con i colleghi fisici Alessandro Pluchino e Andrea Rapisardi. Uno studio che ha portato pochi mesi fa un prestigioso premio statunitense sotto l’Etna: l’IgNobel, parodia del più noto Nobel e dedicato alle ricerche improbabili.

Oggi alle 10, nell’aula magna della facoltà di Scienze Politiche (via Vittorio Emanuele II, 49) Cesare Garofalo presenterà lo studio nel primo appuntamento di Saperi sociologici. Il sociologo: conoscenze e pratiche. Un ciclo di seminari sul ruolo e sull’influenza della sociologia nelle altre scienze e nella vita di tutti i giorni, dalla politica al marketing e persino nei servizi.

L’incontro prende il nome proprio dal premio vinto dai tre scienziati catanesi: IgNobel, la scienza che fa prima ridere e poi pensare. E certo fa proprio sorridere immaginare che un’azienda diventi più efficiente se ai piani alti, anziché i più bravi, si facciano sedere i primi che capitano. Com’è possibile? Il modello matematico di Garofalo, Pluchino e Rapisardi lo dimostrerà stamattina.

[Foto di Ernestina, Sassi a parte]