Morgan, piano e voce all’ABC

Immagine 1128.jpgDomenica 14 marzo alle 21 al Teatro Abc (Via Pietro Mascagni, 92) si terrà un recital piano e voce di Morgan, organizzato dal Circolo Mercati Generali.

Il concerto di Catania è parte di un lungo tour Piano solo, in giro per i teatri italiani, nello spettacolo canterà alcuni dei brani che più lo rappresentano contenuti negli ultimi album, alcuni brani dei Bluevertigo e pezzi di grandi cantautori italiani, i suoi preferiti. Non è sconosciuta la predilezione di Morgan per Fabrizio De Andrè, Luigi Tengo e Umberto Bindi, tanto amati da farli cantare dal suo protetto Marco Mengoni ad X Factor 3. Non mancheranno i brani del suo quarto disco “Da A ad A”, ed ancora “Canzoni dell’ Appartamento” ed “E’ successo a Morgan”. Morgan dopo aver interrotto lo studio del pianoforte al liceo Vincenzo Appiani di Monza, si iscrive al liceo classico. Nel 1986 inizia il suo sodalizio musicale con Andrea Fumagalli (detto Andy), con cui nel 199, unitamente a Sergio Carnevale e Marco Pancaldi, poi sostituito da Livio Magnini, fonda i Bluvertigo. Nel 1995 il gruppo pubblica il primo album, Acidi e basi. Nel 1997 Metallo non metallo, a cui segue Zero (1999) che chiude la cosiddetta trilogia chimica. I tredici brani che compongono Zero verranno pubblicati dalla Bompiani in una raccolta poetica dello stesso Morgan con il titolo Dissoluzione. Al libro è allegato un cd contenente Canone inverso, esperimento dei Bluvertigo e dei poeti Alda Merini, Manlio Sgalambro, Enrico Ghezzi e Murray Lachlan Young.

Numerose sono state le collaborazioni artistiche di Marco Castoldi con artisti di fama; fra gli altri: Franco Battiato, in Gommalacca, Antonella Ruggiero, in Registrazioni moderne, Alice in Exit, i Subsonica in Microchip emozionale, Cristina Donà in Nido, Mao in veste di produttore per Black Mokette, Paola e Chiara nella canzone Arsenico, Mauro Pagani nel brano Parole a caso tratto dall’album Domani. Ha inoltre prodotto l’album Playback dei Soerba e anche L’eroe romantico dei La Sintesi. Nel maggio del 2003 esce Canzoni dell’appartamento, il primo album da solista di Morgan, con il quale il cantante vince il premio Tenco. È del 2004 la prima colonna sonora dell’artista, composta per il lungometraggio di Alex Infascelli Il siero della vanità nel quale compare anche in un piccolo cameo (la scena del Toro Scorreggione).

Nella tarda primavera del 2007 Morgan ha pubblicato il singolo “Tra 5 minuti” al quale ha fatto seguito l’album Da A.. ad A uscito durante l’estate dello stesso anno. Inizia la sua partecipazione in veste di giurato e mentore a X-Factor. Da allora ad oggi scrive una biografia, pubblica un best-of, l’Italian Songbook Volume 1 (e si appresta a pubblicarne altri 2 volumi), sta preparando un disco solista, uno con compagni d’avventura dei Bluvertigo, a girare un film.

I biglietti possono essere acquistati presso il Circuito Box Office (tel. 0957225340) . Il costo del biglietto è di euro 27 posto unico numerato. Prevendita on line www.ctbox.it .

(foto di Chiara “Kyotosong” http://www.flickr.com/photos/kyotosong/2572059824/)


Piano Urbanistico Catania Sud

cataniasud.jpgFermento urbanistico a Catania: dopo aver parlato della vicenda del Corso Martiri della Libertà, parliamo dei piani urbanistici per  Catania Sud, e più precisamente della zona della Playa e del porto.

Per la Playa, esiste un Piano Urbanistico Attuativo (PUA) che prevede, nelle intenzioni, la trasformazione di quello che da sempre è l’approdo estivo delle famiglie catanesi in qualcosa di più remunerativo e “spendibile” turisticamente, e non solo nei mesi estivi. Previsti infatti la costruzione di un palazzo dei congressi, di campo da golf, di un cinema multisala, di un “parco del mare”, di un acquario, di campi da tennis e molto altro… Un progetto che teoricamente dovrebbe fare solo bene all’economia della nostra città, migliorando (senza stravolgere la costa come nel progetto per il “Waterfront“) anche per i catanesi che vogliono solo andare a fare un bagno al mare e prendere un po’ di sole la fruibilità della zona.

Come sempre le contraddizioni qui a Catania sono subito evidenti: l’ampliamento del porto, con la creazione di una darsena commerciale con sei ormeggi per ospitare navi fino a 200 m di lunghezza,  con la costruzione di  una banchina di oltre 1 Km e con il dragaggio di 5 metri di fondali. Praticamente verrebbe coinvolta nell’ampliamento del porto anche la zona della Playa da rilanciare turisticamente, in palese contraddizione con gli intenti, teorici, di rilancio turistico della zona.