1861-2011: è festa anche a Catania per l’Unità d’Italia

Una notte bianca, spruzzata di verde e rosso. E’ la Notte tricolore di Catania, il modo della città etnea per celebrare la ricorrenza dei 150 anni dell’unità nazionale. Una festa dal pomeriggio alla notte di oggi per fare gli auguri all’Italia, in tanti punti della città e con diverse iniziative.

Una passeggiata per le strade del centro storico permetterà di ascoltare cinque bande musicali, che sfileranno dal pomeriggio fino alle 22. Vengono da Termini Imerese, Novara di Sicilia, Agrigento, Siracusa e Motta Sant’Anastasia e si daranno il cambio alle 20.30 con i colleghi dell’orchestra e del coro del Teatro Massimo Bellini. In esibizione gratuita, in teatro, catania_notte_tricolore.jpgl’attore Massimo Ghini leggerà un testo tratto dal racconto «Lo stivale di Garibaldi» di Andrea Camilleri, accompagnato da canti e musiche risorgimentali.

Giusto il tempo di fare un giro tra i diversi negozi del centro che resteranno aperti fino all’1.30 di notte – con allestimenti a tema risorgimentale – che in piazza Università ecco un altro concerto. I festeggiamenti proseguiranno sulle note etnee degli Acappella Swingers, gli Alì Babà, i sempre attesi LautariQbeta, accompagnati dai gruppi studenteschi Gill & Co., Sfasciatura e Gentless 3.

Se a questo punto vi fosse venuto un gran mal di testa, basterà cambiare attività. Ad esempio partecipando ad una delle visite guidate dell’ex Monastero dei Benedettini, offerte dall’associazione studentesca Officine Culturali dalle 19 di oggi fino a notte. Oppure si potrebbero andare a visitare la mostra Catania insorge! – testimonianze e cimeli del periodo risorgimentale all’Archivio storico comunale (via Sant’Agata 2) – o l’esposizione di abiti d’epoca realizzata dagli studenti dell’Accademia etnea di Belle Arti, nei locali dell’Ufficio comunale del turismo (via Vittorio Emanuele 172).

[Foto: Catania si tinge di verde, bianco e rosso per i 150 dell’Unità d’Italia, di Comune di Catania]