Ski Tour 2013 – Lo sci per disabili

Snow Hill.jpgL’anno scorso lo Ski Tour ha visto cimentarsi nove disabili siciliani in discese ed escursioni sulla neve grazie all’Associazione Freerider Sport Events che organizza in tutta Italia attività di questo tipo. 

I prossimi appuntamenti sull’Etna sono fissati dall’ 8 al 10 febbraio. Ad assistere i disabili ci saranno i volontari dell’associazione, tecnici specializzati, due medici dell’Unità Spinale dell’Ospedale Cannizzaro, i volontari dell’Associazione Auspica e ovviamente tutti i supporti e le attrezzature idonee e sicure per lo svolgimento dell’attività sportiva.

«La nostra attività – spiegano i volontari di Freerider Sport Eventis – si svolge principalmente in montagna e consiste nella divulgazione e nell’organizzazione di escursioni sulla neve e di corsi di sci per persone disabili utilizzando monosci, dualski, tandem ski».

Stamane, i volontari dell’Associazione Auspica, in occasione dei loro dieci anni di attività sulla neve, presenteranno l’evento che li vedrà coinvolti nel 2013.

L’obiettivo è far diventare lo Ski Tour un appuntamento fisso per dare possibilità a quante più persone possibili di vivere l’emozione di sfrecciare sulla neve in totale autonomia e sicurezza e non meno importante, rafforzare l’idea che lo sport non può e non deve rappresentare un limite per gli invalidi.


 



Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 21 Settembre

10DI30 CREATIVITY IN LIQUID ADVERTISING (fino al 12 Ottobre)
Luoghi vari / Catania

SULLE ORME DI LEONARDO DA VINCI (ingresso gratuito)
Touring Club, via Pola 9/d / Catania

JSB COME BACK
Teatro Coppola, via Del Vecchio Bastione, 9 / Catania


Sabato 22 Settembre

LA NOTTE DELLA LUNA – VISITE GUIDATE, OSSERVAZIONI AL TELESCOPIO E LETTURE PER BAMBINI
Castello Normanno, piazza Castello  / Aci castello (CT)

LA QUARTA NOTTE – SPETTACOLO MUSICALE OMAGGIO A KLIMT E MAHLER
Centro Fieristico Le Ciminiere / Catania

GILES SMITH SECRETSUNDAZE
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania


Domenica 23 Settembre

ETNA MARATHON
Piazza Belvedere / Milo (CT)

SICILIA FESTIVAL (ingresso gratuito/fino al 30 Settembre)
Centro Sicilia /
Catania





Stelle & Lapilli 2012 – L’estate vulcanica di Nicolosi

stelle-e-lapilli-2012-estate-nicolosi.png“Stelle & Lapilli 2012 è ormai un mix ben dosato – afferma il Sindaco di Nicolosi Nino Borzì – una manifestazione che, giunta alla sesta edizione, costituisce ormai uno dei cartelloni più prestigiosi della Sicilia. Ecco perché diamo seguito, nonostante le ben note ristrettezze economiche in cui versano i Comuni, ad una esperienza ben collaudata che tiene conto della notevole riduzione di fondi ma che stimola la collaborazione tra gli operatori economici e l’amministrazione comunale e che ha una attenzione particolare ai bambini ed alle famiglie”.

“Ancora una volta abbiamo voluto “accendere” il nostro splendido territorio di iniziative culturali, musicali, sportive e di semplice intrattenimento per dare ai visitatori che affollano Nicolosi in questo periodo dell’anno il segno tangibile della nostra accoglienza ed ospitalità – afferma Marisa Mazzaglia, Assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Nicolosi – . Nessuno degli eventi in cartellone è pensato come un appuntamento a sé – aggiunge l’Assessore Mazzaglia – ma tutti hanno lo scopo di valorizzare siti straordinari e a volte dimenticati, come il monastero di San Nicolò L’Arena o luoghi che costituiscono la naturale “agorà” scelta da giovani e meno giovani per l’intrattenimento ed il tempo libero”.

Con queste parole quattro giorni fa il Sindaco di Nicolosi, Nino Borzì assieme all’Assessore al Turismo Marisa Mazzaglia e a diverse autorità ha presentato il cartellone degli eventi di Stelle & Lapilli 2012.

 

Locandina-Stelle-e-Lapilli-ok_001.jpgArte, cultura, teatro, cinema, moda, sport, gastronomia e astronomia per un totale di 57 giorni e oltre 100 eventi per un lasso di tempo che va dal 21 luglio al 16 settembre.

 

Non resta che visionare gli appuntamenti, buon divertimento!

 

 

 

 



Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 25 Maggio

1ª CONVENTION DI GIOCOLERIA DELLA SICILIA ORIENTALE (ingresso gratuito/fino al 27 Maggio)
Parco Jungo / Giarre (CT)

LA DODICESIMA NOTTE DI WILLIAM SHAKESPEARE A CURA DELLA COMPAGNI TESTE TOSTE
Aula Magna Istituto Regina Elena, via Collegio Pennisi, 13 / Acireale (CT) 

RASSEGNA MUSICALE PER GIOVANI ARTISTI
Auditorium Comunale “Maria Grazia Cutuli”, via dello Stadio / SantAgata Li Battiati (CT)

DAWN PENN LIVE
Mercati Generali, SS 417 per Gela km 69 / Catania

 

Sabato 26 Maggio

BANDAMENANO LIVE
Lomax, via Fornai, 44 / Catania

GRAN VARIETÀ DI PIPPO BARONE (fino al 27 Maggio)
Teatro ABC, via Pietro Mascagni, 92 / Catania

SONO LE SEI METTIAMO E CHE SIA MAGGIO – TEATRO
Teatro Coppola, via del vecchio Bastione,  9 / Catania


Domenica 27 Maggio

COVER RELOADED – CONCORSO E MOSTRE SUL MONDO DEL FUMETTO (ingresso gratuito)
Progetti D’arte, via Ventimiglia 256 / Catania

GIRINGIARRE – PASSEGGIANDO IN BICICLETTA – ASSOCIAZIONE CULTURALE EFFETTO DOMINO
Piazza Duomo, Giarre / Catania

IL LAGO DEI CIGNI
Teatro Bellini, piazza Teatro Massimo / Catania 



1930-1946: sedici anni di Calcio Catania in 60 foto

catania1946.jpg

L’altalena dalla serie C alla B e ritorno. La mancanza di fondi e l’impossibilità di andare in A. Cambi di nome fino all’attuale. La scelta dei colori: il rosso dell’Etnea e l’azzurro del mare. E’ la storia del Calcio Catania tra il 1930 e il 1946, adesso ricostruito in 60 immagini in mostra nella sala C2 del centro fieristico Le Ciminiere (viale Africa 12). L’inaugurazione è prevista per domani alle 11, ma le foto saranno visionabili fino a domenica 3 aprile.

A raccontarci il mondo rossazzurro in 16 anni saranno i cinque autori di un volume di cui avevamo già parlato: Tutto il Catania minuto per minuto, quasi un’enciclopedia ideata da Antonio Buemi, Carlo Fontanelli, Roberto Quartarone, Alessandro Russo e Filippo Solarino insieme alla Geo Edizioni di Empoli.

La mostra Il calcio a Catania tra le due guerre proporrà immagini che vanno dal 1930 al 1946, anni di grandi cambiamenti. Appena prima, nel ’29, la società partecipa al primo regolare campionato. Tra vittorie e sconfitte, la squadra passa in Prima Divisione e, tre anni dopo, in serie B per la prima volta. Fino al ’36, quando cambia il nome – diventando Associazione Calcio Catania – e retrocede. Nel ’38, però, arriva una buona notizia: viene inaugurato il nuovo stadio cittadino. La società oscilla tra B e C tra le interruzioni dovute alla guerra e si divide: a Catania esisteranno due squadre, Virtus e Catanese. Per il Club Calcio Catania come lo conosciamo oggi bisogna aspettare proprio fino al 1946, ultimo anno su cui si concentra la mostra.

[Foto: la prima formazione del 1946, di Club Calcio Catania]

Sport a Librino: una firma per i Briganti

il rugby.jpgGrandi e grossi, ma decisamente buoni. Sono i Briganti Rugby, la squadra nota in città come i Briganti di Librino, perché in quel quartiere – spesso difficile – di Catania sono nati nel 2006 e lavorano per avvicinare i ragazzi allo sport.

Da tempo si allenano in giro per la città, alla ricerca di un campo di rugby o qualcosa che gli somigli. Eppure nel loro quartiere, Librino, una struttura ci sarebbe. E’ il centro sportivo San Teodoro, spesso al centro di inchieste e servizi giornalistici perché mai terminato, abbandonato e in mano ai vandali. Lì c’è però un campo di erba sintetica: non è regolamentare, ma i Briganti chiedono di usarlo per allenarsi. Per riqualificarlo e farne un centro di aggregazione per il quartiere.

Un comitato cittadino ha dato inizio a una petizione affinché la gestione del campo passi ai Briganti Rugby, attraverso una convenzione tra la squadra e il proprietario del centro polisportivo, il Comune di Catania. La raccoltà di firme durerà per due mesi – fino al 23 aprile – a partire da domenica presso il campo Santa Maria Goretti. Appena prima del fischio d’inizio dell’ultima partita di campionato nazionale di serie C di rugby, dove si sfideranno nella stracittadina i Briganti Rugby Librino e il Catania Rugby 2009.

Torna la Fiumara di Bici – domenica 25 ottobre

308805422.jpgDopo averla visitata in notturna con la Critical Mass, questa volta la fondazione Fiumara d’Arte organizza una gita in bici alla Porta della Bellezza per domenica 25 ottobre. In collaborazione con “Etna Free Bike”, la gita che prende anche questa volta il nome di “Fiumara di bici“, partirà dal centro di Catania, in piazza Roma alle 10, percorrendo poi tutta la città fino ad arrivare a Librino. All’arrivo, alcuni dei bambini che hanno contribuito a realizzare la Porta si cimenteranno nel ruolo di guide, dando spiegazioni sui tanti significati nascosti in queste grandiose figure.

Chi volesse unirsi alla “Fiumara di bici”, può direttamente recarsi in piazza Roma domenica 25 ottobre 2009 alle ore 9,30 in tempo per la partenza prevista per le 10. Per ulteriori informazioni sul progetto e sull’iniziativa si può contattare il numero 095-7151743 o consultare il sito.

Per chi non la conoscesse, la Porta della Bellezza è la grandiosa opera d’arte voluta da Fiumara d’Arte a Librino e realizzata con il contributo di oltre 2000 bambini delle scuole del quartiere. Si tratta di una serie di opere in terracotta realizzate per nascondere la bruttezza di un muro lungo chilometri che spacca in due il quartere di Librino, quello della futura “tangenziale cittadina” che si chiama Asse Attrezzato.

Tanta voglia di Volley a Catania

palacatania.jpgUn misto di orgoglio e amarezza: quando viene a giocare la nazionale di volley qui a Catania, sono questi i sentimenti che provano i catanesi. Li, sugli spalti del Palacatania, noi catanesi “amanti del volley” dimostriamo tutta la nostra voglia di Volley ad alto livello (beccandoci anche i complimenti del CT Anastasi “la WorldLeague la giocherei sempre a Catania” ha detto), la nostra cultura sportiva, dando una visione ben migliore di quella (in gran parte falsa) di città assediata dagli antisportivi che negli scorsi anni si è formata nel contesto calcistico (vedere 2 febbraio 2007). Considerando anche gli ottimi risultati delle giovanili, quest’anno ancora campioni regionali under 18, si stenta a capire perché il grande volley stia lontano da Catania.

Dopo la bella partita Italia – USA, persa 3 a 1 con nemmeno troppo demerito, fa rabbia pensare che su quel parquet l‘anno prossimo si ricomincerà dalla serie B1. Per fortuna ci sarà ancora Hugo Conte, ci sarà ancora un giocatore da A1 come Stefano Moro, e ci sarà il pubblico, magari non i 5000 presenti per la nazionale ma i pienoni quando la squadra dovrà essere “supportata” non mancheranno. Le energie per rinascere ci sono, quindi, ma restano dei punti oscuri: c’è la volontà politica di supportare gli sport minori in questa città che da volley, rugby, pallanuoto, pallamano, ha ricevuto tanto, tantissimo, e che invece ha sempre puntato (con pessimi risultati negli anni, riscattati dagli ultimi successi del Catania in A) sul calcio?

La vergogna internazionale del PalaCatania per 10 minuti totalmente al buio in una partita di WorldLeague fa solo rabbia. E la candidatura per ospitare le partite dei prossimi mondiali, se il pubblico l’ha ampiamente meritata, non la meritano gli impianti. Torneremo presto sul tema, nel frattempo, per fortuna, l’estate del Beach è molto lunga, e a Catania di solito se manca la luce non manca il Sole…