31 mila lampioni a led – Illuminazione pubblica verso il risparmio energetico

lampadina_divieto2.jpgTempo di cambiamenti per il comune di Catania. Oggi 16 Maggio il sindaco Stancanelli presenterà il nuovo sistema di illuminazione pubblica e la nuova gestione a cui si affiderà la città.

Dopo le lamentele riguardo la scarsa illuminazione in alcuni quartieri e intere zone lasciate al buio, arriva la decisione dell’Amministrazione comunale di rivoluzionare l’illuminazione pubblica.

Innovativi servizi tecnici e gestionali porteranno la città all’avanguardia, risparmiando sulle risorse energetiche. 

Si prevedono, per l’illuminazione di palazzi e monumenti, 31 mila lampioni a led, più della metà dei punti luce che attualmente illuminano la città.

Come annunciato dall’Amministrazione, si vuole puntare al risparmio energetico, eliminando sprechi e soprattutto si cercherà di estinguere i debiti con la Simei che qualche anno fa gestiva i servizi Enel.


Paul è nativo del Golfo dell’Ognina

paulupuppu.jpgGuardatelo, in tutto il suo splendore: è Paul il polpo, famosissimo esperto di calcio mondiale.

Non notate nulla di familiare nel suo fiero sguardo e nel modo elegante di tenere i tantacoli? Ma certo: Paul è catanese, e per la precisione di Ognina. Una news ANSA diramata al termine dei mondiali chiarisce finalmente quello che in molti avevano notato, e il sindaco “scende in campo” (è proprio il caso di dirlo, trattandosi di calcio) per riportare Paul ai catanesi.

(ANSIA) – CATANIA – Al temine dell’incontro conclusivo dei Mondiali Sudafrica 2010, il Sindaco di Catania, senatore Raffaele Stancanelli, ha dichiarato: “Dopo ricerche disposte in collaborazione tra il Presidente dell’Autorità portuale di Catania, Santo Castiglione, e il Rettore dell’Ateneo, Antonino Recca, è stato appurato che il polpo Paul è nativo del Golfo dell’Ognina di Catania”. Appresa la notizia, l’Assessore regionale al Turismo, Nino Strano, ha assicurato che la Regione siciliana interesserà il Ministero degli Affari Esteri per il pronto rimpatrio del cefalopode indovino, al quale verrebbe destinata un’apposita vasca nella pescheria di Catania per la cui costruzione saranno disponibili i fondi FAS. Una delegazione, guidata dall’ex Assessore alla Cultura del Comune di Catania Silvana Grasso, partirà domani mattina alla volta di Berlino.

(fonte: Step1)

Giunta tecnico-balneare a Catania

Immagine-1171.jpgLa giunta “balneare” quanto durerà? In questi giorni, pur con la soddisfazione di vedere nomi come la stilista Marella Ferrera o il chimico Claudio Torrisi tra gli assessori, la domanda su quanto effimero sarà questo governo cittadino si trasforma nel serio dubbio che la città per un periodo di tempo non verrà governata. Una sorta di “commissariamento ad interim”, che durerà giusto il tempo delle vacanze estive: con i catanesi al mare produrrà solo qualche bella iniziativa culturale si spera (ma non di peso). Dopo l’estate si varerà una nuova giunta quindi? Al 99% sì. Purtroppo il dato di fatto che ha portato a questa giunta tecnica è una conseguenza logica di quel che sta accadendo a livello partitico (cioè a destra) in Sicilia, come confermano le parole di Raffaele Stancanelli: “Era necessario aprire una fase nuova per la citta di Catania e per evitare che le contrapposizioni interne alle forze politche nelle designazioni potessero avere ripercussioni nell’amministrazione comunale, mi sono avvalso fino in fondo delle mie prerogative di nomina degli assessori. Per questo, da giorni, ho avviato una consultazione con le migliori espressioni della città e in piena autonomia ho individuato una squadra di alto profilo che mi collaborerà per rilanciare, nel solco del lavoro già effettuato, il progetto di crescita e sviluppo del capoluogo etneo”.

Della precedente giunta Stancanelli, il professore Luigi Arcidiacono è l’unico a rimanere in carica, grazie anche al suo profilo di “tecnico” che fin dall’insediamento ha caratterizzato la sua azione di assessore nella giunta comunale di Catania. Il sindaco Stancanelli ha reso noto che nei prossimi giorni individuerà un altro professionista di alto livello che integrerà l’attuale composizione della giunta per ricoprire l’incarico di assessore al bilancio e che nominerà consulente a titolo gratuito il generale della guardia di finanza in pernsione Carmine Canonico, per il contrasto all’abusivismo e la sicurezza cittadina.

L’elenco degli assessori tecnici, in attesa della delicatissima nomina al bilancio.

Luigi Arcidiacono delega all’Urbanistica: Ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Ateneo di Catania – già Preside della Facoltà di Giurisprudenza. Già assessore all’Urbanistica. E’ nato a Napoli il 27/01/1936.

Francesco Cannizzodelega alle Attività produttive: Consulente di Direzione Aziendale – Responsabile Nuova Impresa – Dirigente Confcommercio. E’ nato a Catania il 03/03/1963.

Rita Cinquegrana delega alle Politiche scolastiche e Turismo: Professoressa in Storia dello Spettacolo all’Accademia Belle Arti di Reggio Calabria, drammaturgo, produttrice cinematografica (ha collaborato per anni con il regista Michelangelo Antonioni), vice presidente consiglio d’amministrazione Teatro Massimo Bellini, si è occupata di promozione turistica attraverso l’organizzazione di grandi eventi culturali e spettacolari E’ nata a Catania il 05/10/1948.

Marella Ferrera delega alla Cultura: Stilista di fama nazionale e internazionale, imprenditrice nel settore della moda, promotrice della riapertura del Museo Biscari, promotrice della manifestazione “Civita in Fiore”, ha curato l’allestimento degli Acroliti di Morgantina rientrati dal Paul Getty Museum. E’ nata a Catania il 18/02/1960.

Alberto Pasqua delega alla Mobilità: ingegnere civile – trasporti – esperto in mobilità – estensore del primo piano del traffico presentato al Comune di Catania – già consulente AMT , della Provincia Regionale e di numerosi altri Comuni nato a Catania il 23/09/1949.

Carlo Pennisidelega Servizi Sociali: Professore di sociologia del diritto presso la facoltà di Scienze politiche di Catania, direttore del Laposs- Laboratorio di politica e servizi sociali dell’Ateneo di Catania – già direttore del Dipartimento di Sociologia. E’ nato a Palermo il 12/01/1955.

Maurizio Trainitidelega ai Lavori pubblici: Ingegnere edile – esperto in lavori pubblici – dirigente della Provincia regionale di Catania, funzionario comunale in aspettativa. E’ nato a Butera (CL) il 08/10/1954.

Claudio Torrisidelega all’Ecologia e Ambiente: Dottore in Chimica, presidente Ordine dei Chimici Catania, esperto in questioni ambientali. E’ nato a Catania il 02/07/1944.

(foto di Isimbardi)

Cittadinanza onoraria ad Antonio Presti

Immagine 1006.jpg

Finalmente la cittadinanza onoraria della città ad Antonio Presti, fondatore dell’associazione culturale Fiumara d’Arte. La cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Catania a Presti si terrà sabato 5 dicembre alle ore 10,00 a Palazzo degli Elefanti.

Antonio Presti non ha comunque bisogno della “formalità” dell’onorificenza per essere considerato ormai un catanese a tutti gli effetti: le sue iniziative – dal “cero infuocato” dell’artista Pomodoro alla grandissima promozione di Librino, il quartierone popolare a sud di Catania, avvenuta con l’inaugurazione ( a spese di Fiumara d’Arte) della “Porta della Bellezza”, lo accredtino di diritto non solo fra la cittadinanza ma come figura di rilievo in questi panorama catanese così povero di personaggi poisitivi.

«Con le sue iniziative legate al mondo dell’arte – queste le motivazioni all’onorificenza del sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli – Presti ha contribuito alla diffusione positiva dell’immagine della Sicilia anche fuori dal territorio nazionale. E’ un artista puro e infaticabile che ha scelto il quartiere di Librino dal 2002 come spazio creativo per farne un Museo a cielo aperto».

Antonio Presti e la sua “Fiumara d’Arte” hanno ancora tanti progetti per Librino, come quello faraonico in collaborazione con il fotografo di fama internazionale Reza: ne sentiremo parlare fra qualche tempo…