Gli appuntamenti del fine settimana

Venerdì 17 Agosto

VINICIO CAPOSSELA IN CONCERTO
Teatro Antico / Taormina (ME)

SPEED OF SOUND
Isi Village, via Fisichelli, 63 / San Giovanni La Punta (CT)

FESTA MEDIEVALE (ingresso gratuito/fino al 19 Agosto)
Centro Storico / Motta Sant’Anastasia (CT) 

 

Sabato 18 Agosto

PLANET FUNK IN CONCERTO
Arena Villa Dante / Messina 

UZEDA IN CONCERTO
Anfiteatro Comunale / Milo (CT)

ROCK REVOLUTION A SBARCO – FREE ROCK PARTY  (ingresso gratuito)
Le Capannine, viale Kennedy, 93 / Catania


Domenica 19 Agosto

MARLENE KUNTZ IN CONCERTO
Anfiteatro Le Ciminiere, viale Africa, 108 / 
Catania

THE WHITEST BOY ALIVE IN CONCERTO
Mercati Generali, SS 417 per Gela Km 69 / Catania





Trenitalia sopprime 38 treni

catania,trenitalia,soppressione 38 treni,catania,taormina,giarre,agrigento,siracusaSe qualcuno l’avesse sospettato, sappia che è tutto vero: dal 29 luglio Trenitalia ha soppresso ben 38 treni, la metà di questi interessano la città di Catania e collegamenti per Giarre, Taormina, Siracusa, Caltanissetta e Agrigento. I tagli hanno colpito inoltre anche città e collegamenti da/per Palermo, Siracusa, Gela.

Tagli che rischiano di emarginare molti paesi, tra cui Pozzallo, Ispica e Scicli.

La notizia allarmante del piano di desertificazione dei trasporti siciliani lanciata dalla sezione trasporti di Cgil, Cisl e Uil, sembra invece voler passare in secondo piano con uno spostamento d’attenzione sulla velocizzazione della tratta Catania-Palermo che, secondo il piano promosso da Siciliaway, consentirebbe ai pendolari di raggiungere i due capoluoghi in due ore circa.

Ma come si traduce tutto questo in numeri?

Treni attivi sul territorio siciliano: 372 (410 prima dei tagli Treninitalia).
Posti di lavoro in meno: 500.
Finanziamento destinato dal Ministero dei Trasporti alla Sicilia nel 2012: 90 milioni (110 prima della riduzione).


Non male, vero?




Ad ali spiegate 2010

darrigo.jpgGino Paoli, Pfm, Roy Paci e Aretuska sono solo alcuni dei protagonisti che si alterneranno sul palco del Teatro Antico di Taormina, giovedì 24 giugno alle 21, per Ad ali spiegate, la . L’incasso della serata verrà interamente devoluto al finanziamento dei progetti di solidarietà promossi in tutto il mondo dalla Fondazione D’Arrigo.

Una manifestazione nata per mantenere vivo il ricordo e diffondere gli ideali del celebre deltaplanista, scienziato del volo ed etologo, scomparso nel 2006 in un tragico incidente aereo: un autentico pioniere che ha girato il mondo realizzando imprese sportive – e non solo – straordinarie. Dal volo sulle dune del Sahara e sul Mediterraneo seguendo la rotta dei falchi migratori, alla traversata in deltaplano della Siberia alla guida di uno stormo di gru siberiane nate in cattività; dall’avventura sull’Everest con un’aquila nepalese (primo volo libero in cima al tetto del mondo, record compiuto nel maggio del 2004), alla Cordigliera delle Ande seguendo la rotta migratoria dei condor sopra l’Aconcagua.

Insieme agli artisti già citati, nel corso della serata al Teatro Antico – presentata da Armando Traverso e diretta da Erick Barbà – si esibiranno anche il pianista catanese Alberto Alibrandi, il jazzista di Lentini Carlo Cattano e il corpo di ballo Città Teatro Danza. Mariella Lo Giudice e Nicola Costa si alterneranno nella lettura di alcuni brani tratti dal libro di Angelo D’Arrigo “In volo sopra il mondo” e da quello scritto da sua moglie, Laura Mancuso, “In volo senza confini”.

Durante lo spettacolo, il rettore dell’Università di Catania Antonino Recca consegnerà inoltre il Premio Angelo D’Arrigo al pluricampione olimpionico Pietro Mennea, una scultura realizzata dall’artista Luca Zuppelli. Un riconoscimento consegnato a chi è riuscito, con costanza e volontà, ad allargare i limiti delle possibilità umane – ed umanistiche – e raggiungere risultati straordinari. Dal 2007 a oggi sono stati premiati la ballerina senza braccia Simona Atzori, il giornalista Piero Angela e l’astrofisica Margherita Hack.